Mormile su vicenda Proto: «Pessimo esempio perseguitare nostre famiglie»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Sono stato raggiunto a Strasburgo ,dove ero in missione di rappresentanza e dove
purtroppo si stava consumando in quei momenti un attentato a tutta la nostra cultura (quella sì una tragedia), da un messaggino a firma del Comune di Minori , intriso di una serie di fantasiose accuse nei confronti del consigliere Proto , ascrivendo addirittura alla mia persona una qualche responsabilità.

Innumerevoli sono stati i giornalisti che conoscendomi direttamente , mi hanno
contattato, meravigliati per tutta questa vicenda ,che ha una sola vera spiegazione : Reale e la sua maggioranza, (che impropriamente ed illegittimamente si firmano Comune di Minori).

Ancora una volta vogliono portare la politica sul terreno della polemica e della lotta personale alle nostre famiglie. All’avvio della campagna elettorale, speravo che i temi sarebbero stati quelli del confronto sulla programmazione e delle proposte tese al miglioramento della nostra collettività, cosa che io personalmente sto mettendo in campo da tempo, i risultati sono tangibili .

Le ordinanze di demolizione e gli innumerevoli sopralluoghi a cui sono state sottoposte, in
questi mesi, le nostre famiglie hanno del paradossale. Il tutto supportato dalla meschina e
capillare verifica, da parte dell’ex consigliere comunale in forze alla guardia di finanza, dei relativi atti, il che non fa altro che offendere le istituzioni che siamo stati chiamati a rappresentare.

Per quanto riguarda la violenza di cui si è parlato , ho raggiunto telefonicamente il
responsabile dell’ Utc che mi ha assicurato di non everne subita , per l’accusa, a mio avviso più grave, di minacce di morte al sindaco, spero davvero che abbiano le prove per dimostrarlo, ma ne dubito.

Sembrerebbe addirittura che lo stesso non fosse presso la casa comunale (il condizionale utilizzato nel comunicato lo conferma), penso sia difficile minacciare telepaticamente. Se mai ci sia stata violenza, è ferma la mia condanna .

Per la presa di distanza ,invocata dal Comune, la prendo con fermezza, ma da questo squallido modo di fare politica. Danneggiare Mormile Giovanni, Guadagno Claudia, Ferrazzano Sara, Proto Raffale, Bruno Filomena, certo non giova alla politica , ma crea di sicuro grosse preoccupazioni .

Noi siamo un’altra cosa e non risponderemo mai allo stesso modo: confronto, confronto ,confronto, sempre e solo questo chiediamo; come quello che abbiamo chiesto sull’ enorme errore messo in essere da Reale/ Marini e per cui aspettiamo la convocazione del consiglio.

Al consigliere Proto , al quale ho suggerito personalmente di non continuare nella sue
azioni, perché troppo preso da questa vicenda , manifesto la mia vicinanza , sperando oltretutto che non accetti il pretestuoso invito fattogli da Matteo Cobalto di presentarsi come capolista.

All’ avversario Andrea Reale chiedo il rispetto delle armi , dia un freno alle iniziative contro
le ns. famiglie, se lotta ci deve essere che sia confronto politico, anche acceso, ma nei miei
confronti, per piacere.
Fulvio Mormile

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.