Fonderie Pisano, Sindaco Napoli risponde a giornalista Iene

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
Il Sindaco di Salerno Vincenzo Napoli ricevendo a Palazzo di Città, l’inviata della trasmissione Le Iene, Roberta Rei, che chiedeva delucidazioni in merito al futuro delle Fonderie Pisano, ha così risposo: “Non posso chiudere lo stabilimento in quanto sarebbe un atto inefficace che non serve a nulla. Il pericolo per la salute dei cittadini va certificato formalmente”.

Il primo cittadino, così come riportato dal sito di TvOggi ha aggiunto: “Noi abbiamo a cuore la salute dei cittadini così come teniamo al destino dei tanti lavoratori impegnati nello stabilimento. Io non posso fare un atto inefficace. Lo stabilimento verrebbe riaperto dopo tre secondi. Non faccio un atto per accontentare aspetti demagogici. Ho fatto, più volte, una lettera di stimolo all’Asl e all’Arpac, chiedendo risposte formali che mi consentissero di chiudere lo stabilimento. Nel momento in cui mi diranno chiaramente di chiudere le Fonderie, io chiudo immediatamente”.

“In quanto sindaco cosa ha fatto per i suoi concittadini che da anni respirano questi fumi?”, ha chiesto la giornalista ha rivolto al primo cittadino, mostrando anche a lui – così come aveva fatto poco prima con il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca – una bustina contenenti delle polveri nere. Il sindaco Napoli ha ribadito che lui è per la delocalizzazione dello stabilimento. “Quello che devo fare, lo sto facendo. Io ci metto la faccia e la mia personale responsabilità”, ha concluso.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. Le fonderie sono un pericolo ESIZIALE (MORTALE) per la popolazione e per i lavoratori. Lo ha scritto L’arpac meno di 2 mesi fa nella sua relazione… Facente funzione di sindaco pilotato ma cosa aspetta ancora se lo hanno già relazionato con ampia documentazione?!?!

  2. … per gran parte dell’anno chiuso?
    Portate ad analizzare quella sabbia e vedete l’origine, ciucci. Oppure fermate il traffico automobilistico per una settimana e vedete che succede, riciucci.

    Il papà di questi episodi è lo stesso delle formiche del S.G. Bosco.
    Se sindaco et governatore fossero stati di M5S o C/DX il problema non si fosse neanche posto.
    Ma come l’Ilva lavora e una fabbrichetta di 100 mq si deve fermare? Questi sono pazzi veramente e non la smettono.

  3. Traffico? Evidentemente in quella zona non ci vive e pertanto non percepisce cosa significa quando quella fabbrichetta da 100 mq è attiva o meno. Le posso assicurare che la differenza è abissale e certo il traffico non è quello del GRA romano. Sulla questione ILVA è incommentabile, evidentemente non è stato nemmeno in quella di zona, praticamente secondo lei siccome c’è un precedente malsano bisognerebbe avallare qualsiasi tipo di fabbrica altamente inquinante? A questo punto mi chiedo come mai hanno fatto tutto sto casino sulla terra dei fuochi, saranno stati i soliti “riciucci”.

  4. Bisogna delocalizzare lo stabilimento non chiuderlo altrimenti 125 famiglie farebbero la fame basta recuperare fondi dalle opere inutili per uno o due anni

  5. Troppo comodo dire ora delocalizziamo,Il tempo di delocalizzare è finito. Da 10 anni Pisano promette di andare via e nn lo fa, i lavoratori ad ogni riapertura dopo i sequestri invece spingere il padrone a pensare al futuro si preoccupavano di deridere la popolazione stremata da questa ingiustizia. Oggi x tutti voi c’è solo chiusura immediata e giustizia penale prima e divina poi…

  6. Sei l’esempio lampante che i fumi di quella fogna bruciano il tessuto celebrale

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.