Eboli: crescita sana, prevenzione per gli alunni della scuola primaria

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Una crescita sana, aiutata dalla prevenzione, che dia certezze ai bambini e sicurezza alle famiglie, specie quelle con minori possibilità. E’ la filosofia di un programma di intervento che coniuga ambiente, alimentazione e salute, rivolto soprattutto ai bambini. Il progetto è proposto dall’associazione AM-A.A., in collaborazione con il Comune di Eboli, gli istituti scolastici e le stesse famiglie. Il progetto si svilupperà nell’arco di un biennio, ma si comincia subito con un primo programma.

«Le difficoltà legate all’apparato visivo si manifestano nei primi anni di età – ha spiegato il presidente dell’associazione, Giovanni Agosto -. Per questo il primo intervento programmato è stato battezzato “Occhio alla vista”, una sorta di screening rivolto agli alunni delle classi 4° e 5°. Poi saranno date indicazioni alle famiglie, per eventuali interventi, in collaborazione con le scuole e con il supporto del Comune».

L’associazione punta alla piena collaborazione con Amministrazione e scuole, ma anche su esperti, a cominciare da Francesco Forlano, presente alla conferenza stampa, insieme con il sindaco, Massimo Cariello, l’assessore Angela Lamonica ed il presidente della commissione attività produttive, Cosimo Naponiello.

Lo stesso Forlano, componente ed esperto dell’associazione AM-A.A., ha precisato: «Ho aderito all’associazione ed all’iniziativa, perché riconosco il valore della crescita, che interessa tutti noi, come genitori e come operatori e per questo porto la mia esperienza nel progetto». Una filiera, dunque, che unisce istituzioni, associazioni, scuola e famiglie.

«Alziamo sempre più l’asticella dell’attenzione per scuole, bambini e famiglie – ha detto il sindaco di Eboli, Massimo Cariello -. La prevenzione è fondamentale nella fase di crescita ed in questo modo sosterremo anche famiglie con minori possibilità, in modo da garantire salute e benessere a tutti».

Fondamentale nella riuscita dell’iniziativa è la partecipazione delle scuole. «Abbiamo immediatamente ottenuto l’adesione degli istituti comprensivi – ha ricordato l’assessore Lamonica -. La scuola rimane centrale nella nostra zione di governo, perché è il riferimento delle famiglie e dei più giovani, a cui si rivolge questo progetto».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.