Unisaorienta 2019: «Ateneo Salerno è come il Napoli di Maradona»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
“L’Università degli Studi di Salerno è un’eccellenza nel Sud Italia, e non solo. È una stella che brilla a livello internazionale, un po’ come fu il Napoli di Maradona, perché riesce a giocare anche con i grandi del mondo”.

Con queste parole il direttore del Tg2 Rai, Gennaro Sangiuliano, ha aperto la quindicesima edizione per UnisaOrienta, la manifestazione annuale che l’Università degli Studi di Salerno dedica all’orientamento in ingresso e all’accoglienza delle future matricole, curato dal Centro di Ateneo per l’Orientamento e il Tutorato in collaborazione con i 17 Dipartimenti promotori degli 80 corsi di studio dell’Università degli Studi Salerno.

“Leggete, studiate e non trascurate mai la vostra curiosità – ha detto agli studenti il direttore Sangiuliano, che dirige anche la Scuola di Giornalismo dell’Università degli Studi di Salerno – Mi autodefinisco uno studente permanente, perché la necessità d’affrontare con serietà e rigore il mio lavoro mi porta sempre ad approfondire gli argomenti che affronto.

La più grande ricchezza che possiamo avere non è un bene materiale, è la conoscenza. Il mondo oggi può essere valutato in base alla conoscenza, qualcosa che nessuno potrà mai togliervi né rubarvi. Lasciatevi guidare dalle vostre idee, dalle vostre passioni e dalle vostre convinzioni. Ascoltate tutti ma alla fine decidete in assoluta autonomia e indipendenza”.

“Fate presto, ragazzi. Dopo l’esame di maturità, non vi distraete. Il tempo è un fattore decisivo”, l’appello agli studenti delle scuole superiori rivolto dal rettore dell’Università degli Studi di Salerno, Aurelio Tommasetti. “Siamo l’ateneo che ha puntato sulla qualità della ricerca, entrando nella top 400 mondiale, conquistando il 15esimo posto in Italia e il primo nel Centro-Sud.

La bandiera che sventola alta, idealmente, nella nostra Università, è quella del merito. Perché siamo convinti che bisogna sostenere gli ultimi ma anche premiare i primi. Per il terzo anno rimborsiamo le tasse a chi è in regola con gli esami”.

“Ospitiamo circa 15mila studenti e 800 docenti in rappresentanza di 110 scuole provenienti dalle province di Napoli, Salerno, Avellino, Benevento, Caserta e Potenza. Voi, ragazzi, vivete questa esperienza con passione, per capire cosa vi piace fare”, ha detto la professoressa Rosalba Normando, responsabile del Caot, nell’accogliere gli studenti.

Il professor Virgilio D’Antonio, direttore del Dipartimento di scienze politiche e della comunicazione ha cominciato con un excursus storico: “Il corso di laurea in Scienze della comunicazione a Salerno è stato il primo in Italia. Oggi ha una forte anima internazionale.

Vi apprestate a fare una delle scelte più difficili nella vita di una persona e noi proveremo ad accompagnarvi al meglio. Il nostro campus è una comunità di studenti e docenti. Non perdete l’opportunità di viverlo”.

Il professor Roberto Pantani, direttore del Dipartimento di ingegneria industriale, ha presentato “i quattro corsi di studi che mirano a formare altrettanti figure professionali, distinte ma collegate fra loro: l’ingegnere chimico, meccanico, elettronico e gestionale”. Poi l’invito ai ragazzi: “I nostri studenti sono in classe da inizio settembre, dunque il test va fatto ad agosto, un momento importante e utile soprattutto per voi. Fate domande, siate incisivi, educati ma determinati. Con la preparazione che vi dà l’Università di Salerno avrete gli strumenti per competere con studenti provenienti da ogni parte del mondo, entrando nel mondo del lavoro dalla porta principale”.

Alla prima sessione plenaria di UnisaOrienta 2019 hanno preso parte gli studenti di 13 scuole superiori della Campania: Virgilio Marone di Mercato San Severino, Iiss Marini Gioia di Amalfi, liceo statale Francesco De Sanctis di Salerno, liceo scientifico Gallotta di Eboli, Istituto Cicerone di Sala Consilina, Istituto Amabile di Avellino, liceo Marone di Meta, Istituto Grottaminarda di Frigento (Avellino), istituto Agostino Nifo di Sessa Aurunca (Caserta), istituto Galizia di Nocera Inferiore, istituto Enrico Fermi di Sarno, istituto Parmenide di Roccadaspide, liceo artistico Giorgio De Chirico di Torre Annunziata (Napoli).

UnisaOrienta, con l’obiettivo di avvicinare gli studenti alla realtà universitaria ed offrire loro utili strumenti per una scelta consapevole del futuro percorso di studio, continua domani – martedì 5 febbraio – con testimonial Gianfranco Paglia, medaglia d’oro al valor militare, consigliere del Ministro della Difesa e capitano del Gruppo sportivo paralimpico Difesa che incontrerà i ragazzi in un faccia a faccia moderato dal giornalista Gianfranco Coppola; mercoledì 6 febbraio si parlerà di arte e non solo con Gabriel Zuchtriegel, direttore del Parco Archeologico di Paestum; giovedì 7 febbraio in Aula Magna ci sarà la testimonianza di Giovanni Canzio, primo presidente emerito della Cassazione; venerdì 8 febbraio focus sul mondo della scuola con Luisa Franzese, direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale. Dopo la pausa per il week end, lunedì 11 febbraio UnisaOrienta riprenderà il viaggio tra i racconti di vita dei suoi ospiti illustri con Maurizio Marinella della Maison E. Marinella e cavaliere dell’Ordine al Merito del Lavoro; martedì 12 febbraio giornata tra sport e studi forensi con Paolo Trapanese, olimpionico di pallanuoto ed avvocato civilista; mercoledì 13 febbraio saranno due le voci che si alterneranno in Aula Magna, quella di Paola Catapano, CERN Communications, e Giuseppe Bungaro, lo studente tra le cento eccellenze italiane vincitore del Contest for youngscientists dell’Unione Europea; giovedì 14 febbraio ci sarà l’attore Filippo Nigro, uno dei volti più amati dai telespettatori per la serie tv “I Medici – Lorenzo il Magnifico” (2018); venerdì 15 febbraio gran finale con “UnisaOrienta in concerto” e la partecipazione straordinaria del cantautore Niccolò Agliardi.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. Solo due scudetti vinti, uno venduto, altri buttati via per problemi (diciamo così) personali. E poi una coppa UEFA e tanti rimpianti per un periodo che doveva essere molto più prolifico. Insomma, un esempio che si può citare al bar ma non in una occasione ufficiale, parlando da rettore di una università. Niente di grave, per carità, ma una caduta di stile. Troppo calcio nelle teste delle persone.

  2. Che figuraccia! Tra l’altro parlando a ragazzi che manco erano nati allora.
    Non pensare al calcio, studia!

  3. Il solito cretino del nord invitato “a sparlare” che non sa che Salerno non è Napoli e sopratutto non tifa Napoli (ad eccezione di 4 gatti). Tra Salerno è Napoli ci distanziano solo 60 km, ma come mentalità è come se fossero 600! Spiegatelo a sto signorotto che l’università, come Castellabate, la Costiera Amalfitana, Paestum, sono Provincia di Salerno. (basta studiare un po’ di geografia)

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.