Canoro (GD): «Dichiarazioni di Bussetti imbarazzanti e indegne»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
16
Stampa
Le parole del sedicente Ministro dell’Istruzione Bussetti sulle scuole del Sud sono imbarazzanti e indegne.

La professionalità, l’impegno e l’abnegazione del personale docente e non docente dei nostri istituti è innegabile e su grandi sacrifici degli insegnanti meridionali si fonda anche la qualità di tante scuole del resto d’Italia.

Il Sud, come qualsiasi altro territorio del nostro Paese, ha bisogno di massicci investimenti per edilizia scolastica, implemento alla didattica e progetti anti dispersione.

L’Italia è infatti tra gli ultimi paesi europei per spesa in istruzione e le parole del ministro sono di una aggressività, di una ignoranza e di una irresponsabilità spaventose. E nel contesto della discussione sull’autonomia differenziata delle regioni del Nord, suonano ancora più agghiaccianti.

Dovrebbe dimettersi. D’altra parte da un leghista incallito non ci si poteva aspettare altro. Spiace per i tanti meridionali che cedono alle lusinghe semplicistiche di Salvini e dei suoi, ma di questo passo non sarà lontano il giorno in cui ci sarà una nuova presa di coscienza collettiva.

E i grillini? Non si vergognano di governare con elementi simili e di tradire quotidianamente la fiducia dei milioni di elettori meridionali? Nella loro incompetenza assoluta e opportunistica probabilmente non se ne accorgono nemmeno.

La Ciarambino che si dice indignata si preoccupasse concretamente di ottenere dai suoi compagni di partito a Roma lo stanziamento di fondi per le scuole meridionali. E magari potrebbe anche accorgersi che la Regione Campania guidata da Vincenzo De Luca, che lei avversa ciecamente, garantisce il trasporto gratuito a 110.000 studenti; contrasta la dispersione scolastica con Scuola Viva; stanzia quasi 200 milioni per l’edilizia scolastica; approva la legge sul bullismo e misure per innovazione scolastica, apprendimento delle lingue e collegamento col mondo del lavoro. Contano i fatti, non i proclami sguaiati.

Pierluigi Canoro responsabile Cultura e Scuola della segreteria provinciale GD Salerno

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

16 COMMENTI

  1. E che ha detto di tanto eclatante per meritarsi questo “bravo”?
    Porti qualche argomento, per favore.

  2. HANNO COME DENOMINATORE COMUNE QUELLO DI TROVARE NEMICI OGNI GIORNO, INCOLPARNE UNO NUOVO OGNI GIORNO, LITIGARE COL MONDO INTERO OGNI GIORNO, PUR DI NASCONDERE E MISTIFICARE I PROPRI IMBROGLI, LE PROPRIE INCAPACITA’, LE LORO INETTITUDINI MONDIALI.A NOI ITALIANI GIA’ CI SCHIFAVANO PRIMA; … DETERMINATI LUOGHI COMUNI CON QUESTA IMBECILLITA’ AL GOVERNO POSSONO SOLO PEGGIORARE. A QUESTO PUNTO DEVO SPERARE NELL’ONNIPOTENTE … !! SPERIAMO PRESTO …!!

  3. Spero che questi razzisti,ignoranti e convinti antimerionalisti se ne vadano a casa al più presto!Con il regionalismo spinto che spingono ad attuare prossimamente,impoveriranno ancor di più le regioni meridionali con l appoggio complice del movimento 5s.. ma cosa hanno da obiettare i consiglieri regionali cinque stelle se stanno appoggiando la politica spudorata di questi signori!

  4. E noi dovremmo votare questi sfascisti con l’appogg di quegli ipocriti dei 5 stelle?..oggi sentivo le dichiarazioni della ministro della salute di Grillo…ma li sentite?…Sono veramente pericolosi!

  5. Non è solo dall’avvento dei leghisti che si assiste ad atteggiamenti, politiche e scelte programmatiche tutte rivolte contro la Società meridionale nelle sue varie sfaccettature. Si risale addirittura agli albori dell’unità d’Italia (seconda metà dell’800) allorchè si cominciò a preferire le regioni del Nord nell’opera di ammodernamento e potenziamento infrastrutturale del paese. Si fecero valutazioni basate su costi/benefici polarizzati sulle contingenze del momento, trascurando (volutamente??) di tenere in considerazione anche i benefici di lungo termine derivanti dalla estensione anche al Sud di investimenti produttivi e quant’altro. Così si dette avvio al gap che ora pretendono di rinfacciarci.

  6. Anonimo 1, Bossetti e’ una chiavica e lei che lo elogia e’ monnezza. Chiavica ca si insieme a sto governo di terroristi

  7. Vorrei proprio conoscere il pensiero di Salvini al riguardo! Con una uscita bestiale del genere, la Lega dal 35% di indice di gradimento tonfa al 15%. Era troppo bello pensare che la Lega o i leghisti più sfegatati si fossero redenti. Purtroppo il loro male è venuto fuori grazie ad una cellula impazzita che non sono riusciti a tenere nei ranghi. Peggio per loro. Per questo gravissimo ne gioverà la Meloni. Ne sono più che certo!

  8. marcus 2, lei non ha capito proprio nulla delle mie parole. Se le rilegga con più attenzione, si sprema le meningi e forse il suo cervelletto riuscirà ad afferrarne il senso. Non farebbe male neanche un ripasso della storia. Così potrà rendersi conto di qual è il concetto che ho del ministroe e delle sue avventate considerazioni.

  9. Noi impiegati statali del sud con il posto fisso in eterno dovremmo fare molto auto-critica.Il ministro Bussetti ha detto cose giuste e vere che tutti noi del sud conosciamo,smettiamola di piangere sempre e cerchiamo di essere più positivi e propositivi se vogliamo cambiare questo sud dobbiamo evitare che sprofondi sempre più a sud

  10. X marcos 2

    La smetta di fare il comunista del sud-America,alzi le chiappe e faccia una rivoluzione in quel sud-Italia devastato e saccheggiato proprio da qiella èlites di tromboni e sapienti meridionali

  11. Alla faccia degli Insegnanti che da sempre lavorano, (degli alunni che studiano), di coloro che resistono in scuole e quartieri difficili, che insegnano con il proprio esempio di vita impegno, responsabilità, civiltà. Gli stessi che emigrano al Nord e lavorano mandando avanti le scuole italiane per le quali I ministri non spendono e non investono…a noi è richiesto ancora più impegno, bella coerenza!!! E complimenti per l’ impegno a chi manifesta ignoranza e preconcetto, dalla Fedeli a Bussetti, … al peggio ci sarà fine?

  12. E il caso di smetterla di fare le vittime del sud che lavorano cosi tanto come noi insegnanti che siamo cosi stanchi dalla mattina alla sera.Gentile collega vada a vedere gli operai nelle fabbriche che lavorano con turni massacranti,oppure meridionali sfruttati e trattati come schiavi bianchi dalle èlitè del sud.
    Questo è un momento di riflessione anche per noi sfigati docenti di scuola con il compito di preparare i giovani a un futuro Meritocratico

  13. Le diverse posizioni assunte dagli insegnanti rispetto alla dichiarazione del ministro – comunque gravissima data la sua responsabilità e il dovere di azioni concrete, invece di esprimere critiche inutili – stanno a dimostrare che solo impegno e iserietà nell’educare contribuiranno a sfatare certi pregiudizi. Non è vero che certe disfunzioni nella pubblica amministrazione non si registrano al Nord e se c’è un divario nella frequenza e nella loro diffusione, la ragione è sempre la stessa. Non è questione di indolenza o di menefreghismo. È il risultato di scelte sbilanciate, risalenti a secoli fa, per l’ammodernamento socio-economico-infrastrutturale del paese, in seguito alle quali cominciò a concretizzarsi un lento e progressivo arretramento di una parte del paese rispetto all’altra. Situazione questa che con tutti gli sforzi di tante persone di buona volontà, di entrambe le parti in causa, non si riesce a scalfire e che diventa più drammatica quando il livello economico generale langue.

  14. Mi sa che tu professore meridionale non lo sei per niente e i tuoi ideologismi politici convincono solo chi è imbevuto della propaganda leghista…cosi come la scuola tutta ha votato contro Renzi così fará cadere wuesto governo!

  15. gli investimenti nelle scuole del Nord, i rimproveri per quelle del Sud. E’ questo il senso delle dichiarazioni del leghista Bussetti

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.