Campania, agricoltura di precisione: istituito l’Osservatorio Regionale

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
La Regione Campania ha istituito, con delibera di Giunta, l’Osservatorio Regionale dell’Agricoltura di Precisione così come previsto dalla legge regionale n. 15/2018 “Disposizioni per la promozione, diffusione e ricerche di tecniche per l’agricoltura di precisione ed uso sostenibile delle risorse in agricoltura”.

“L’Osservatorio – dichiara Franco Alfieri, capo della segreteria del Presidente De Luca – è uno strumento operativo con cui diamo attuazione alla normativa regionale in materia di agricoltura di precisione. Il nostro obiettivo è favorire e promuovere modelli di agricoltura virtuosi per la protezione della funzionalità dei suoli, per l’innovazione e la sostenibilità, per un uso efficiente delle risorse naturali, per la tutela delle risorse idriche e la riduzione dell’impatto ambientale delle produzioni”.

L’Osservatorio avrà sede presso l’Assessorato all’Agricoltura e, come specifica Alfieri “sarà la struttura di riferimento a livello regionale cui competerà l’individuazione delle tecnologie disponibili e del loro migliore utilizzo in base alle colture prevalenti, oltre a fungere da centro di raccolta dati sulla superficie agricola regionale utilizzata al fine di indicare gli strumenti regionali per il finanziamento delle pratiche più innovative e sostenibili”.

Con decreto del Presidente sarà definita la composizione e del funzionamento dell’Osservatorio previo parere della Commissione consiliare competente. A tal fine, la Direzione Generale delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali ha condotto una manifestazione di interesse sul territorio regionale per individuare gli enti e le organizzazioni con specifiche competenze in materia di agricoltura di precisione che intendono far parte del nuovo organismo.

Hanno manifestato interesse ad entrare nell’Osservatorio l’Università di Napoli “Federico II” – Dipartimento di Agraria, l’Università di Salerno, l’Università del Sannio, l’Università della Campania “Luigi Vanvitelli” – Dipartimento di Scienze e Tecnologie Ambientali Biologiche e Farmaceutiche, l’Università di Napoli “Parthenope” – Dipartimento di Scienze e Tecnologie, il Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto per i Sistemi Agricoli e Forestali del Mediterraneo (CNR ISAFOM), il Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’analisi dell’Economia Agraria – Orticoltura, Frutticoltura Agrumicoltura (CREA OFA), l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, il Centro per la Ricerca Applicata in Agricoltura (CRAA), l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale Campania (ARPAC) e le organizzazioni  agricole Coldiretti, Confagricoltura, CIA e Copagri.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.