Retrocesso Palermo, M5S: “Danno a tifosi, pronta class-action”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
13
Stampa
Ancora carte, contro carte bollate e ricorsi. Non c’è pace nella serie cadetta. Dopo l’interrogazione parlamentare di ieri depositata alla Camera sul caso Palermo Calcio, il Movimento 5 Stelle ha presentato una nuova interrogazione a risposta orale con carattere d’urgenza al Senato, prima firma il senatore Steni Di Piazza. Ai dieci parlamentari della Camera, dunque, si aggiungono altri undici senatori del MoVimento 5 Stelle (oltre a Steni Di Piazza figurano Cinzia Leone, Antonella Camagna, Simona Nocerino, Francesco Mollame, Fabrizio Trentacoste, Loredana Russo, Elio Lannutti, Mario Turco, Pietro Lorefice, Mario Giarrusso) nel tentativo di bloccare il campionato di Serie B in attesa di chiarire la vicenda che oggi vede penalizzati su tutti il Palermo Calcio e il Foggia.

Il M5S chiede di attivare tutte le interlocuzioni del caso con il Coni e le sue Federazioni al fine di valutare “se possa configurarsi un conflitto d’interesse per alcuni componenti del Consiglio Direttivo della Lega Nazionale di Serie B relativamente ad alcune decisioni prese; se vi siano state discriminazioni rispetto al trattamento riservato ad altre squadre coinvolte in episodi simili; se siano state commesse irregolarità che abbiano minato il regolare svolgimento del campionato; se la tempistica e le modalità di adozione delle decisioni della Lega risulti congrua anche alla luce dei noti presunti illeciti imputati all’ex presidente del Palermo Zamparini; se sia conforme alla normativa vigente la responsabilità della società per un illecito imputabile unicamente a un proprio dirigente; se ritenga opportuno assumere iniziative per quanto di propria competenza al fine di salvaguardare l’indotto economico, la dignità della città e dei suoi tifosi, i valori dello sport e il regolare svolgimento del campionato in corso; se non si reputa necessario intraprendere iniziative legislative volte a garantire la massima trasparenza nelle decisioni che vengono adottate dai Consigli di Lega, con il contributo di parti coinvolte direttamente o indirettamente”.

“Il calcio va riformato affinché episodi del genere non si ripetano più – afferma il senatore del MoVimento 5 Stelle, Steni Di Piazza – I massimi rappresentanti degli organismi che lo governano hanno il dovere di tutelare società e tifosi senza compromettere il comparto economico che nel nostro Paese crea migliaia di posti di lavoro ed è seguito da milioni di italiani. Ricordiamo che i tifosi possono essere considerati dei veri e propri consumatori, pertanto  stiamo valutando di dare assistenza legale con una class action a tutti quei tifosi che oggi si sentono parte lesa, danneggiati da decisioni che potrebbero rivelarsi sbagliate e affrettate, per richiedere un risarcimento milionario”.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

13 COMMENTI

  1. Siete ridicoli..la Salernitana accettò il suo destino nonostante tutto …qui si parla di gravi illeciti e volete essere anche premiati sia nell’uno che nell’altr caso?

  2. Premetto che sono A-politico, sono di sicuro tifoso della Salernitana, ma pur di racimolare voti e consensi questi porci politici proprio non si pongono limiti. ……..
    Una Class action addirittura? E per cosa?
    Giustificare un comportamento disonesto e sleale di chi ha barato alla faccia di chi ha cercato di stare in regola?
    E quale sarà il messaggio che passa? Fate che volete, tanto in questo paese di mer.. viene abbonato e condonato tutto, in barba alle leggi ed alle persone oneste.
    Che schifo

  3. se la politica e i politicanti finiscono di entrare nel calcio e’ la fine come in tutte le situazioni dove la politica ha fatto solo danni.

  4. il verdetto del campo e’ stato SALERNITANA ai play out,adesso si vogliono cambiare i regolamenti illegalmente annullando i paly out e’ evidente che tutto cio’ e’ stato fatto per favorire la salernitana di lotito e mezzaroma e sfavorire il FOGGIA che non solo ha pagato gia’ con 8 punti di penalizzazione senza la penalizzazione la Salernitana sarebbe stata addirittura RETROCESSA in LEGA PRO…… questo portera’ sicuramente dei provvedimenti.

  5. I moralisti del cavolo degli amici 5s…praticamente si da il via libera all’imbroglio,tanto noi siamo più furbi degli altri…ma jatvenn!!

  6. Al Foggia hanno decurtato ,assurdamente,9 dei 15 punti,se poi non ė stato capace di recuperare i 6 rimasti all’atto pratico ė retrocessione,quindi non dire strunzate..leggi la sentenza prima di parlare,che poi la Salernitana ha fatto un campionato di schifo,é un altro discorso

  7. Opinionista ti ricordo che se il Foggia ha avuto la penalizzazione, poi anche più che dimezzata, forse perché ha commesso degli illeciti o no? Informatevi prima di parlare a vuoto

  8. La Salernitana non si è certo coperta di onore e avrebbe meritato di retrocedere, ma il Foggia non fa i play out perché era già tra le tre retrocesse sul campo alle quali si è aggiunto il Palermo retrocesso d’ufficio. Non c’è nessun articolo delle Noif che impone di fare i play out quando ci sono già 4 squadre retrocesse, il resto sono chiacchiere. Il Palermo falsificando i bilanci si è potuto permettere uno squadrone con un monte ingaggi di 14 milioni a fronte di 48 milioni di debiti, falsando così il campionato. Il resto sono chiacchiere, fuffa e inutile populismo in cui sguazzano gli incapaci a 5 stelle.

  9. La Class Action la dovrebbero fare i tifosi delle altre squadre danneggiate dal comportamento illecito del Palermo!

  10. in alcuni casi è più importante il calcio che tutte le problematiche che abbiamo nel nostro paese.. per favore politici di destra, sinistra, centro…. pensate alle cose serie e non copritevi di ridicolo….

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.