Rapinato e picchiato in Toscana il salernitano Massimo Castella

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
11
Stampa
Massimo Castella, salernitano originario di Sanza, è stato rapinato e picchiato a sangue mentre lavorava in una ferramenta a Barberino del Mugello, in provincia di Firenze.

Il tutto è successo in piazza Cavour e il fatto è accaduto lunedì 13 maggio. Castella vive da anni in Toscana per motivi di lavoro.

Tre uomini dall’accento straniero, sono entrati ne negozio dove lavora a volto scoperto e disarmati, poi hanno cercato di portare l’uomo nel retro dell’attività commerciale ma è scoppiata una violenta colluttazione. La vittima è stata immobilizzata e picchiata a sangue, poi i malviventi hanno rubato soldi e forse anche altro.

In seguito al violento pestaggio, Castella ha riportato lesioni profonde ed è ricoverato all’ospedale di Borgo San Lorenzo. Non è in pericolo di vita ma il suo viso ha riportato diversi danni. Indagini in corso per risalire all’identità dei malviventi.

Fonte Radio Alfa

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

11 COMMENTI

  1. chiaramente boldrini globalisti democratici e radicali non hanno nulla da dire, fanno finta di non sentire, si girano dall’altra parte e alla fine è colpa di salvini e dei fascisti inesistenti, giusto? ovviamente i tanti commentatori proclandestini e prodelinquenti (solo se stranieri) non si fanno sentire in questi articoli, si svegliano solo se leggono la parola salvini (e prima era berlusconi). Grazie anche a voi, cari ipocriti struzzi buonisti democratici col sedere degli altri. Intanto eccolo lo scienziato democratico, su un fatto del genere con un uomo ridotto in quel modo, il suo più grande preoccupazione è dire che non sta con salvini. che gente… che pena che fai. A te non interessa nulla di un uomo (e dei tantissimi) ridotti in quel modo da delinquenti italiani e importati, a te interessa solo dire no-salvini, e così pensi di aver risolto il problema. Il giorno in cui sarete voi buonisti ad essere oggetto di attenzione da parte di questi soggetti e ad essere ridotti in quel modo, allora forse capirete ……… forse, ma dubito

  2. Quanti commenti ai limiti dell’idiozia :parecchi cittadini dell’est, sono comunitari come i francesi, i tedeschi e gli spagnoli. Cosa andate invocando Salvini, Boldrini &co. ?

  3. 19:51, commento molto intelligente! …. uno che poteva stare zitto lasciando credere di essere una nullità ma invece ha preferito cmmentare togliendo ogni dubbio!

  4. sta ceppa, eh bravo, lo segue a ruota 20:57 e un po distaccato 00:21! due nullità e mezzo che scrivono il nulla in tre parole e chiedono a uno che ha scritto tanto, argomentando, di argomentare! che nullità che siete!
    00:21, appunto, che c’azzecca il comunitario o meno? lo scrivi solo tu. Salvini chiede legalità e controllo alle frontiere, boldrin(a) chiede apertura indiscriminata a tutti, e tu dici che non c’entrano ??

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.