Stampa
Rifiuti  pagati a peso d’oro per le strutture ricettive extralberghiere in Campania. L’Abbac chiede conto a molti Comuni che continuano ad applicare tariffe per alberghi senza ristorazione anche per i bed and breakfast e case vacanze, gestite in forma non imprenditoriale mentre non effettuano i dovuti ridimensionamenti rispetto agli affittacamere che per il limite di camere, massimo sei, non possono essere messe allo stesso livello di alberghi con centinaia di posti letto. E gli abusivi proliferano senza alcun controllo su adempimenti ed imposte.

“Assurdo che vi siano Comuni come Torre del Greco, area vesuviana e delle altre province, che obbligano ad esose tariffe per chi svolge attività integrativa del reddito (hanno obbligo di chiusura per almeno novanta giorni l’anno)  – dichiara il Presidente Abbac Agostino Ingenito – I nostri gestori non sono mucche da mungere ma è necessario accompagnare il fenomeno ricettivo extralberghiero con azioni che mirino al sostegno di questa formula ricettiva soprattutto per le aree interne e sguarnite di strutture alberghiere”.

L’Abbac riporta il caso del Comune di Napoli che a seguito di richieste e tavoli di confronto e tenendo conto delle linee guida suggerite dall’associazione agli organi competenti, ha equiparato le attività di bed and breakfast alla tariffa domestica, aumentando la quota variabile a sei componenti familiari.

“La misura è giusta, e da noi raggiunta con molto impegno associativo, tuttavia non tiene conto della riduzione che andrebbe fatta per i giorni di chiusura a cui sono tenute le strutture ricettive integrative del reddito – dichiara Ingenito – E’ inderogabile che però i consigli comunali tengano conto meglio di ciò che va tassato. Il turismo è una risorsa economica che sta aiutando molte famiglie a mantenersi a galla dopo anni di dura crisi economica.

Serve trovare un modello condiviso che tenendo conto delle esigenze di cassa dei Comuni preveda tariffe adeguate a montanti e calcoli adeguati. L’appello è alle associazione degli enti locali e alle stesse Amministrazioni comunali per individuare percorsi condivisi che non scoraggino gli operatori e garantendo servizi efficaci ed in linea con standards europei”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.