Serie B, Palermo a rischio: “Paghi i debiti o è fuori”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Un fulmine a ciel sereno. Quando tutto sembrava volgere al meglio, con la documentazione già pronta per essere inviata alla Lega, nella giornata di domani (termine ultimo per le iscrizioni ai campionati professionistici), è arrivata la mazzata che nessuno si aspettava.

La Lega B ha notificato al Palermo calcio un ulteriore debito di 1,99 milioni di euro da saldare entro il termine ultimo per la presentazione della documentazione necessaria ai fini dell’iscrizione al prossimo campionato di Serie B, ovvero domani. Una pec inviata di sabato alle ore 18 contesta al Palermo un debito da pagare entro 48 ore. Il club rosanero non ci sta sia per la modalità, sia perché la richiesta si scontra con le norme federali.

I legali della società, guidati dall’avvocato Francesco Di Ciommo, sono già al lavoro per tutelare l’immagine del Palermo calcio. In realtà il club avrebbe nei confronti della Lega B un debito di appena 328 mila euro, mentre la restante parte del debito (circa 1 milione e 600mila euro) sarebbe in carico a soggetti terzi. Che significa? Che si è messo sullo stesso piano i debiti sportivi e i debiti verso terzi, la cui estinzione non è necessaria per ottenere l’iscrizione al campionato.

Salvatore Tuttolomondo, direttore finanziario di Arkus Network, la società che ha acquistato il club tramite la controllata Sporting Network entra a gamba tesa. “Ci contestano un debito da saldare entro domani con una richiesta del tutto arbitraria e per la quale renderemo direttamente responsabile il presidente Balata – dice Tuttolomondo -. Ci tuteleremo con un esposto alla Procura della Repubblica per meglio valutare profili penalmente rilevanti derivanti dal contenuto della richiesta e dalle modalità con cui ci è giunto questo avviso”.

Adesso Palermo vive un’altra giornata di febbrile attesa. Il tempo stringe perché le scadenze vanno rispettate in maniera perentoria. Entro la mezzanotte di domani è fissato il termine ultimo per presentare per via telematica le domande di iscrizione. Chi non ha presentato la domanda entro questo termine è fuori.

Il 4 luglio la Covisoc si riunisce per analizzare le domande presentate e per fare le eventuali contestazioni ai club oggetto di verifica. Entro l’11 luglio le commissioni daranno i pareri sugli eventuali ricorsi. A partire dal 12 luglio al via gli eventuali ripescaggi. “Difenderò il Palermo in tutte le sedi”, conclude Tuttolomondo pronto a dare battaglia ancora una volta.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Mi dispiace x i tifosi del Palermo ma
    la Salernitana per molto meno è andata in serie D…figli e figliastri???
    Nel caso che il Palermo non venga iscritto cosa succede?
    E’ colpa di Lotito?
    W i granata sempre e ovunque.

  2. Questa gestione della serie B da parte sia della Lega sia della Federazione
    ha delle modalità vicine al camorristico. Imprevedibile e arrogante.
    Non c’è da dire altro.
    Solidarietà al Palermo e al Venezia.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.