Sotto effetto di alcol e droga travolge 2 bimbi: uno muore, l’altro ha perso le gambe

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
È stato arrestato dalla polizia di Stato con l’accusa di omicidio stradale aggravato l’uomo che nella serata di giovedì, alla guida di una Jeep Renegade scura, ha travolto a tutta velocità due cuginetti di undici e dodici anni nel centro storico di Vittoria, nella provincia siciliana di Ragusa. Uno dei due bambini, l’undicenne Alessio D’Antonio, è morto sul colpo mentre l’altro è stato portato in ospedale in gravissime condizioni ed è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico nella notte.

Drammatica la scena che si è presentata ai soccorritori  giunti in Via IV Aprile: a terra vi erano i due bimbi privi di sensi in una pozza di sangue e le gambe tranciate. Dopo l’impatto, l’uomo al volante del Suv non si è fermato a prestare soccorso. Successivamente arrestato – alla guida del Suv c’era un trentaquattrenne, R. G. – è risultato positivo all’assunzione di droga e alcol.

A quanto si apprende, gli esami hanno accertato la presenza di un tasso alcolemico quattro volte superiore ai limiti di legge. La Squadra mobile gli contesta anche la detenzione di oggetti atti a offendere: nella Jeep che ha travolto i due cuginetti sono stati trovati uno sfollagente telescopico e una mazza da baseball.

Nel Suv col conducente altre due persone: “Siamo scappati per paura di essere aggrediti” – Il trentaquattrenne non era solo in auto quando ha investito i due bambini che si trovavano sul marciapiedi davanti casa nel centro storico di Vittoria: con lui c’erano altre due persone che, come il conducente, sono scappate a piedi dopo lo schianto.

Poco dopo i passeggeri si sono presentati volontariamente in Questura spiegando di essere scappati per paura di essere aggrediti. Entrambi sono stati denunciati per omissione di soccorso. Gli agenti della polizia di Stato sono andati quindi a prelevare il conducente nella sua abitazione e lo hanno fermato.

Il bambino ferito operato nella notte: ha perso le gambe

Il bambino rimasto gravemente ferito è stato operato nella notte ma purtroppo i medici non hanno potuto salvargli le gambe “che sono state tranciate durante l’incidente”. “Le sue condizioni sono stabili ma gravi, è ancora in pericolo di vita”, ha detto la direttrice dell’unità operativa di terapia intensiva neonatale del Policlinico di Messina Eloisa Gitto. Il piccolo, dopo un delicato intervento nell’ospedale di Vittoria, era stato trasferito in elisoccorso a Messina.

FONTE FANPAGE.IT

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Droga e alcol,mix micidiale.Che fine stiamo facendo,e tanti camminano così.Poveri bambini,se fossi il padre di uno di loro gli farei fare una brutta fine a questa merda.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.