Governo Pd-M5S: reddito di cittadinanza sarà modificato

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
15
Stampa
Tutto da rimescolare. Come quando si gioca a briscola. Non solo quota 100. Il Partito democratico, in vista dell’accordo di governo con i pentastellati e della prossima legge di Bilancio, oltre a puntare a un depotenziamento della misura bandiera della Lega di Matteo Salvini, preme per modificare il reddito di cittadinanza. Ma in questo caso la strada si preannuncia in salita. Se da un lato i cinquestelle paiono disposti ad avallare una revisione del pacchetto con cui da quest’anno è possibile uscire in anticipo dal mondo del lavoro con 62 anni di età e 38 di contributi, dall’altro non hanno alcuna intenzione di rinunciare al loro cavallo di battaglia. Ne sono consapevoli i democratici, che si accontenterebbero in questa fase di raggiungere un accordo di massima per una riforma light del sussidio targato M5S.

l Partito democratico chiede innanzitutto d’implementare il meccanismo per l’inserimento nel mondo lavorativo degli aventi diritto al reddito di cittadinanza. Va ricordato infatti che da questo punto di vista il nuovo strumento non ha dato per ora risultati. I primi patti per il lavoro erano attesi per l’inizio di luglio: diversamente da quanto era stato previsto, i membri delle famiglie che risultano immediatamente attivabili li sigleranno a partire dall’inizio di settembre. In queste ore si ragiona quindi sulla possibilità di inasprire le sanzioni nei confronti di chi non si presenterà nei centri per l’impiego il giorno della convocazione e di chi, in seguito all’avvio del percorso di reinserimento occupazionale, non parteciperà alle iniziative di orientamento e ai progetti indicati dagli operatori. Il rischio che si verifichino defezioni è elevato, a causa dei bassi importi erogati su molte delle card in circolazione. Per chi ha ricevuto somme al di sotto dei 300 euro il gioco potrebbe non valere la candela. Al momento la legge prevede già sanzioni severe per le famiglie che hanno avuto accesso al sussidio nel caso in cui non si dovessero presentare nei centri per l’impiego quando convocate: a chi diserta il primo colloquio viene sospesa l’erogazione del bonus per un mese, una seconda assenza costa due mensilità del reddito di cittadinanza, mentre dopo tre appuntamenti mancati senza giustificato motivo il diritto al beneficio viene revocato

Fonte Il Messaggero

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

15 COMMENTI

  1. Caro Alessandro volevo ricordarti che sono esistite casse integrazioni trentennali che hanno sfamato i tuoi nonni e genitori,lamentarsi di un sussidio che ha scadenza e non è per tutti è ridicolo e discriminante,aggiungo che l’isee prima lo facevano cani e porci in primis certi settori borghesi e certi liberi professionisti che non dichiaravano un beato cazzo.I nullafacenti che tu sottolinei e che dici di pagare sono il frutto di politiche sbagliate di ex tesserati sinistroidi in combutta con mafiosi che hanno governato per oltre un ventennio l’Italia.
    Caro Alessandro beato te che hai un lavoro,tienitelo stretto stretto e paga le tasse,così io nullafacente posso ringraziarti e momentaneamente mangio qualcosa e campo.

  2. Alessandro… te piace a faticà è?!!! Ti hanno fatto bene il lavaggio del cervello che la vita è 10 ore di lavoro al giorno per far vedere la sera alla moglie che sei un lavoratore e buon padre di famiglia…. svegliati!!! Lavorare si ma lavorare meno come ormai succede in Germania, Spagna, Olanda, ecc dove stanno meno “esauriti” di noi italiani!!!

  3. Ci mancava di maio a regalare i nostri sacrifici a spacciatori e lavoratori in nero . Manco si vergognano

  4. Caro Matteo un lavoro e un reddito da esso derivante non si ottengono per colpo di fortuna o esclusivamente per raccomandazione clientelare, bensì per capacità, caparbietà, anni di studio, volontà, umiltà, continua formazione, spostamenti, sacrificio, vincita concorso (se vuoi il pubblico), capacità imprenditoriale e di investimento…A mio parere sono proprio le tasse sul lavoro che vanno drasticamente abbassate…altro che ‘sta cagata del reddito di cittadinanza!!! L’assistenzialismo crea danni alla struttura sociale e a chi lavora e paga le tasse!!!
    La tua osservazione è da persona frustrata e non sai di cosa stai parlando…cassa integrazione, evasione fiscale(?)
    Se avete mani e cervello funzionante DATEVI DA FARE!!! Forza e coraggio!!!

  5. SI NOTA CHE NON SIETE ABITUATI AL LAVORO EH?
    MATTEO PARLA DI CASSA INTEGRAZIONE SENZA CONOSCERE CONTRATTAZIONI COLLETTIVE ECC, PARLI DI EVASIONE…MA IL TUO CARO REDDITO DI CITTADINANZA QUANTO PARASSITISMO E LAVORO A NERO CREA A SPESE DEI CONTRIBUENTI CHE SI FANNO IL MAZZO ANCHE 10 ORE AL GIORNO?
    SIETE SENZA DIGNITA’!!! VERGOGNA!

  6. Concordo con Alessandro, e’ un disincentivo al lavoro ed un insulto a chi paga le tasse.

  7. Purtroppo dai commenti capusco che il senso non è stato recipito,il vero fallimento forse è proprio il non averlo spiegato col cucchiaino a tutti gli Italiani….trattasi di a.mortizzatore sociale temporaneo per permettere a chi perde il lavoro di averr il tempo di trovarne un altro senza morire di fame o suicidarsi come in Italia capitava di frequente negli ultimi anni. Se purtroppo gli Italiani pensano a come fottere il prossimo la colpa non è di chi cerca di rendere i problemi risolvibili

  8. Siamo la barzelletta d Europa, anzi del mondo;il voto del popolo non conta nulla;ci vogliono i gilett gialli anche in Italia;gli italiani sono assopiti, dormono, sono stupidi!
    Io voglio e pretendo di andare a votare di nuovo, perché questa prepotenza ed arroganza di “apparare” un nuovo governicchio proprio non mi va bene.
    Ma poi il Pd se non sbaglio è stato bocciato dal popolo, perché dovrebbe ritornare a governare il paese? Inoltre sarebbe composto da personaggi “molto benvoluti” dagli italiani : Del Rio che va sulle Ong fingendosi un samaritano(però per gli extracomunitari-business), Martina che è buono a fare da controfigura a Lerch della famiglia Addams, Franceschini e poi Renzi che diede la sua parola d’onore che se bocciato alle urne si sarebbe ritirato, e poi i vari Boschi, BoldrinA. …..
    Ripeto : se saranno eletti dal popolo va bene, ma è il momento di dire basta a questi giochetti.
    Italia e italiani svegliatevi vi prego

  9. Sorriso per chi ha risposto al mio commento, probabilmente ha la mangiatoia molto bassa.o sicuramente è uno statale, purtroppo ho lavorato duramente e se per ogni anno lavorato avessi avuto i contributi versati sarei in pensione,ma ahimè devi sempre accondiscendere quando hai figli e mutuo,chi invece ha lo stipendio fisso ha anche la bocca larga.😁vedo che non è stato compreso tuttora il reddito di cittadinanza.non è gratuito e non dura per sempre,i problemi a detta di molti che ha creato per gli sfruttatori stagionali….embe’nu pok e pazienz.Le tasse attualmente le pagano soltanto quelli che esistono,anzi resistono perché hanno avuto la fortuna di ereditare qualcosa o hanno avuto perseveranza.Il resto sfrutta le pensioni dei genitori ancora vivi,ultra settantenni,le risate ce le facciamo quando spariranno le classi dei nativi19 45/50.Mi dispiace leggere di frustrazione e altro,mi guardo intorno e vedo abbondare di vizi e sfizi e poca serietà.Ringrazio chi paga le tasse per me e i miei figli,mangio e pago le bollette in attesa di un lavoro dignitoso da me cercato affannosamente.

  10. x16:27

    O magari è anche qualcuno che lavora o si è creato un azienda sua con lavoro e sudore, sta tranquillo che quelli che valgono qualcosa lavorano e fanno soldi appena laureati. Ovviamente bisogna avere testa e palle per laurearsi in ingegneria con voti alti.

    Non ci sono solo figli di famiglia e statali, il paese, bene o male, va avanti perché c’è chi ancora produce e lavora, anche al sud. Ma tu continua pure ad illuderti, raccontati una bella storiella per giustificare i tuoi fallimenti, intanto incassa pure il reddito di nullafacenza cosi hai più tempo libero per postare cazzate sul web.

    Io intanto torno alla mia mangiatoia bassa, frutto del mio lavoro, così pago le tasse anche per te che sei in ovvie difficoltà mentre posti con un bel cellulare in mano.

  11. Grazie”uno che lavora”,nel frattempo attendo fiducioso chi ci governa,col cellulare in mano come fai tu.visto che la mangiatoia tua è per sempre,mi raccomando fai anche il 5xmille da buon cristiano.buon lavoro e beato te,i fallimenti purtroppo non sono i miei ma di chi mi ha assunto facendomi firmare buste paga da 1200 Euro e versandomi la metà.attendo fiducioso la giustizia.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.