Samara, dilaga il fenomeno a Salerno: ora è tempo di intervenire

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
35
Stampa
Samara e il suo orribile abbigliamento, invade anche Salerno. Il fenomeno sta dilagando, anche in altri centri della Provincia vengono segnalati questi episodi. Ma il sabato sera a Salerno, come si evidenzia dalla foto, è stato movimentato. Lo scrive Le Cronache oggi in edicola

Soprattutto a Pastena, tra il rione Zevi e il parco del Mercatello, ha fatto capolino per incutere paura ai più giovani, questa figura che viene fuori da un film horror.

Diverse le segnalazioni alla nostra redazione e genitori preoccupati che hanno chiesto ai propri figli di ritirarsi a casa. In effetti, stando al racconto, sabato sera si sono viste due Samara, una con il coltello, l’altra senza.

Al di là del discutibile spirito di emulazione, sarebbe opportuno da parte delle forze dell’Ordine intervenire, invitando gli stessi genitori ad agevolarne il lavoro segnalando gli episodi. Come ha spiegato al nostro giornale Guido Milanese, ci troviamo davanti alla possibilità di una doppia reazione: di violenza, molto spesso non voluta, da parte di chi subisce questo scherzo, e una violenza di ritorno, come accaduto proprio con l’aggressione di questa ragazzina nel napoletano».

Milanese ha ricordato un episodio emblematico che può dare luce a questa fenomenologia: l’episodio di un grande calciatore, Re Cecconi, di serie A, promessa calcistica che decise di fare uno scherzo ad un amico, fingendo una rapina ad un amico gioielliere.

Il suo amico che non sapeva nulla dello scherzo, estrae la pistola e gli spara. Questo ragazzo muore per uno scherzo”. Ma non è finita qui: ieri sera un’altra Samanta, come i evince dalla foto in alto, è stata avvistata a Pontecagnano.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

35 COMMENTI

  1. se qualcuno alla guida di un veicolo la investe mentre lei con il viso rivolto verso il basso ed i capelli a coprirle la visuale invade di scatto la carreggiata che succer’?

  2. Sincermente temo più gli ubriaconi molesti che Samara.
    Ieri dopo le 21.30 tornando a casa per il sottopassaggio di via santi martiri mi sono trovato un uomo ed una donna verosimilmente dell’est che presi dalla sbornia avevano voglia di infastidire.
    Piu samare meno ubriaconi

  3. x curiosità:
    Succede che ti arrestano comunque ahaha! Ma poi più si da importanza a sti dementi che organizzano sta cosa e peggio è!

  4. Samare ed ubriaconi , uguale fastidio (a proposito l’altra sera me ne sono ritrovato uno sotto casa che barcollava ed insultava ed era, ahimè, “roba nostra”).

  5. mi volete far credere che i “genitori” sono preoccupate da ste scemenze? Una volta eravate una testata seria

  6. Ti scasso da farti male se mi compari davanti…..avvisata…….non me ne importa….ti scasso….poi si vede…..

  7. a me spaventa molto di più il consumo di droga tra i giovanissimi, vedere ragazzi che bevono alcol come se non ci fosse un domani, leggere quotidianamente di incidenti stradali mortali in cui sono coinvolti giovani. invece leggo che i genitori si preoccupano di Samara.
    ah scusate ma vengo da Marte, sul pianeta rosso siamo un pò strani…

  8. ma stiamo scherzando?
    ora non si può fare una scherzetto innocente che tutti picchiano, “scofonnano” distruggono RAGAZZINE TRAVESTITE COME UN FILM ORROR?
    ma che problemi avete al cervello?
    sono quelli che reagiscono così ad una stupidagine il problema, non le ragazzine che hanno trovato un modo divertente per passare il tempo.
    COSA C’E’ da avere paura in una ragazzina con un lenzuolo indosso.

  9. vedo un sacco di commenti dove si dichiara di voler picchiare le ragazzine che eventualemente saranno trovate intente a GIOCARE travestendosi da samara.
    io procederei con una segnalazione a chi di dovere, questi soggetti hanno problemi veramente gravi se non riescono a ridere di uno scherzo così.

  10. Uno si traveste da personaggio di un film (i film sono finzione) e la gente si spaventa o reagisce in modo violento? Il problema non é di chi fa lo scherzo ma di chi subendolo non riesce a distinguere tra realtà e fantasia. Io mi farei una risata se incontrassi una persona travestita dal petsonaggio di the ring o nightmare. Chi si spaventa per cose del genere o reagisce violentemente ha problemi mentali.

  11. Voi a Pontecagnano Vi divertite con Samara, noi a Faiano col Palio……. questa è la differenza!

  12. E a chi farebbe del male? Perché la si dovrebbe picchiare? Sono ben altri i molestatori in giro vd. ad esempio i tanti ubriaconi citati in qualche altro messaggio per non parlare dei tossici molesti. Coi tanti problemi che affliggono i ragazzi di oggi si pensa a questo fenomeno da cosplayer

  13. Immediate segnalazioni a procura della repubblica, carabinieri, polizia postale e questura per gli autori sei messaggi minacciosi. Lo farò personalmente

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.