Buste paga: in arrivo sgravi fiscali per i redditi fino ai 36mila euro

Stampa
Nella nuova misura del Conte Bis, difatti, alla voce “riduzione del cuneo fiscale“, tra gli sgravi fiscali da utilizzare e potenziare, riecco il bonus dell’ex segretario del Pd che permetterebbe, ai redditi fino ai 36mila euro di avere, ogni mese, più soldi in busta paga.

Sino a qualche mese fa, l’esecutivo Lega-M5S voleva assorbire gli 80 euro nella Flat Tax, la grande riforma della Lega di Matteo Salvini, con l’assenso dei pentastellati che da sempre avevano visto nel bonus del governo Renzi più una misura elettorale che un strumento di rilancio dei consumi. Ma ora, lo strumento tanto vituperato ritorna utile e potrebbe essere trasformato, o addirittura potenziato, per alleggerire il fisco in favore della fascia di lavoratori dai redditi medi e bassi.

Tra le ipotesi al vaglio del Mef ci sarebbe l’estensione del bonus (a cui attualmente possono accedere i redditi tra 8 mila e 26 mila euro) a chi si trova sotto la soglia della no tax area e per le fascia medie che potrebbe arrivare fino ai 28 mila euro, o superare addirittura il secondo scaglione Irpef arrivando ai redditi fino ai 36 mila (ma sotto forma però di detrazione).

Complessivamente il beneficio netto in busta paga sarebbe di circa 1.500 euro all’anno per i redditi più bassi, e i vantaggi progressivi sarebbero evidenti sino ai 30 mila euro lordi all’anno. Un bell’aiuto per il portafoglio degli italiani, nel rispetto di quanto previsto nei punti del Conte Bis, rilanciato dallo stesso premier qualche giorno fa che ha dichiarato la priorità di “attuare un sostanzioso taglio delle tasse da accompagnare con una seria lotta all’evasione”.

Resta il nodo delle risorse economiche a copertura della misura, considerando che per ogni punto di cuneo fiscale tagliato il costo per le casse dello Stato è di circa 2,5 miliardi di euro ma l’esigenza di una riforma su questo tema pare evidente: secondo l’Ocse nel 2018 la busta paga di un lavoratore italiano medio con reddito di circa 30 mila euro lordi, il livello di tassazione raggiunge il 47,9%.

Commenta

Clicca qui per commentare

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.