Salerno: muore in classe a 16 anni, sconvolto il corpo docenti

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
Sono stati momenti tragici quelli vissuti nella classe del “Genovesi-Da Vinci” di Salerno in cui la 16enne Melissa è morta dopo aver accusato un malore. Il racconto di quegli attimi nelle parole di chi in quegli istanti era presente in aula ovvero della professoressa di Matematica Teresa Marino intervistata da IlMattino: «All’improvviso ho visto che si girava. Ha toccato la cattedra. Mi sono accorta che si stava sentendo male. E’ caduta a terra, ho capito che era svenuta e ho detto ai ragazzi di chiamare subito il 118»

Tentativi di strapparla alla morte effettuati anche dai sanitari del 118 che, però, si sono rivelati inutili. «Ora sarà tutto più difficile. Io sono sconvolta e anche i ragazzi», ha detto la docente, visibilmente provata. La ragazza era originaria di San Mango Piemonte, comune alle porte del capoluogo di provincia. «Era una bella ragazza, studiosa, molto brava in matematica, molto amata dai compagni», il ricordo dell’insegnante.

«Una tragedia, la scuola campana è sconvolta». A dirlo Luisa Franzese direttrice Ufficio scolastico regionale che ha telefonato il preside Nicola Annunziata del Liceo Da Vinci dove stamane una studentessa è morta in classe davanti ai suoi compagni. «La classe era stata gia provata dalla morte di un alunno in un incidente stradale», dichiara il preside Annunziata.
Fonte articolo: IlMattino.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Che tristezza! Che ingiustizia!
    Due sono le ipotesi, considerata la perdita dei sensi: una emorragia cerebrale causata da un possibile aneurisma; un’aritmia fulminante causata da una cardiomiopatia congenita. La prima ipotesi sembrerebbe la più probabile. Non lo sapremo mai. Un ultimo saluto con i versi di Alda Merini: Ti sia finalmente lieve la terra. Condoglianze vivissime.

  2. Sconvolge il fatto che l insegnante dopo il malore le abbia tenuto su le gambe (parole sue) per più di 15 minuti e nessuno abbia pensato di iniziare una RCP o collegato un defibrillatore automatico…possibile che in una scuola mia figlia muoia senza che nessuno faccia nulla??allucinante..capisco l agitazione, l ansia ..ma per legge un DAE deve esserci a scuola e soprattutto le insegnanti almeno devono saperlo usare !!

  3. Carlotta: non cominciamo a dare colpe a chi non ne ha … ammesso che ci sia, chi può dire se sia il caso di usare un defibrillatore o meno? come fai a dare colpe o dire che serviva questa o quella cosa se non sai neppure per cosa è morta???
    purtroppo ci sono malattie fulminanti che non lasciano il tempo a niente e nessuno, vista la gravità e la velocità probabilmente si sarebbe salvata solo se fosse già stata in un reparto di terapia intensiva… ma per una persona tanto giovane e in apparente buona salute (nessuna patologia nota) è normale non pensare a fatti del genere. Un medico in ogni scuola? che dire? possibile, ma in questo caso l’ambulanza era a pochi metri

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.