Salerno Pulita, Fiadel: «Aprire confronto su contratto e prospettive»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
10
Stampa
Contratto e futuro occupazionale dei lavoratori, la Fiadel chiede un incontro al Comune per discutere la situazione di Salerno Pulita.

Al centro della lettera, indirizzata a sindaco e assessore all’Ambiente, la necessità di confrontarsi su tre punti in particolare: rinnovo del contratto di committenza all’azienda, prospettive occupazionali e piano di utilizzo del personale. Il sindacato auspica quanto prima la convocazione di un tavolo con gli Rsu e i vertici dell’Ente comunale, nonché il coinvolgimento della Regione Campania.

«La sicurezza nei posti di lavoro è fondamentale – sottolinea il segretario Fiadel, Angelo Rispoli – Se esistono problemi, non vanno risolti con clamore mediatico e messaggi che preannunciano ritorsioni. Bisogna invece entrare nel merito, avere un confronto, e in questo la Regione Campania, sull’effetto della legge delega, deve essere sollecitata dal Comune di Salerno».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

10 COMMENTI

  1. … tutti a casa.
    Sabotaggi e ricatti, lasciateli a casa, restituzione stipendi e nuove assunzioni.
    Poi per i cafoni redidenti pignoramento redditi e se nullatenenti lavori forzati per cinque anni

  2. Z il aolito chiacchiericcio dei pappagalli che hanno sentito dire a papà che privatizzare è meglio e mo fanno la gara a chi lo ripete meglio. L’azienda è composta da deficenti al vertice e da un 20 % di imbecilli per le strade, se questi sono i problemi vanno risolti e non vanno distrutti tutti e tutto perché a qualcuno brucia il culo per non esserci riuscito ad entrare. Fateci stare cujeti “compreso i media che ogni giorno ci ripresenta la stessa minestra

  3. Quando hanno buttato m**** in faccia ai lavoratori non hanno detto una parola. Mo vogliono parlare con il sindaco…

  4. Ma ancora che tenete da parlare? Ma siete sempre gli stessi mi sa”,non ci potetr passare che non ci siete riuscoto ad entrate in azienda. Il problema di chi non ne ha voglia va risolto, ma non come pensate voi. Vanno puniti e riorganizzati tutti i settori. Se il 20% come dice il boss è sfaticato evidentemente chi dirige l’orchestra non si fa rispettare. Vanno puniti primi i capi che non sanno comandare, poi i fessi.

  5. … L’UNICA COSA BUONA CHE HA DETTO MR. EDISON È : PRIVATIZZARE. DOVRÀ VENIRE A COMANDARVI UN SIGNORE CON UN PELO SULLO STOMACO LUNGO UN KILOMETRO. COSÌ, SI VEDRÀ SE CI SARÀ ANCORA QUESTA CAMORRIA….
    AD OGNUNO IL SUO….
    PERÒ, CA RICORDATO CHE QUESTO STATO DI COSE È STATO VOLUTO ED HA FATTO COMODO PROPRIO A MR. EDISON.
    N O N C E N S U R A T E ! ! !

  6. Privatizzare!. Non sono uno degli stessi. Ho un buon lavoro e di certo non ci penso proprio ad ambire alla salerno pulita. Ho l’impressione che siete a carico del Comune e quindi dei cittadini. Solo il privato può imporre il rispetto all’interno dell’azienda a partire dai capi responsabili. In nome del profitto tutti saranno costretti a remare insieme per portare il pane a casa.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.