‘A mare senza plastica’: alunni Scuola del Mediterraneo ripuliscono spiaggia

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Gli alunni della Scuola del Mediterraneo, accompagnati dai docenti e dai volontari dell’associazione Marevivo, hanno partecipato al primo appuntamento educativo-formativo nell’ambito del progetto “A-MARE senza plastica” presentato lo scorso 19 ottobre dalla Scuola del Mediterraneo in collaborazione con Marevivo e Legambiente e patrocinato dalla Regione Campania, dal Comune di Salerno e dall’Arcidiocesi di Salerno Campagna Acerno. Da diversi giorni avevano seguito  le notizie  dei media locali  riguardanti l’enorme quantità di rifiuti che le recenti mareggiate hanno riversato sulle coste salernitane.

I ragazzi, che già da tempo hanno “abbandonato” la plastica nella loro scuola, sono stati in spiaggia e hanno toccato con mano gli effetti dell’abuso nel consumo di plastica. Hanno raccolto i rifiuti, imparando a riconoscerli e distinguerli tra loro, iniziando un percorso che li porterà ad acquisire una maggiore consapevolezza del problema e dei risvolti positivi che si avrebbero,  adottando comportamenti virtuosi.

Questo investimento nelle nuove  generazioni sia educativo  che formativo è un piccolo segnale di speranza per una cittadinanza  consapevole e partecipata, attiva,  ma soprattutto  rispettosa del territorio , della risorsa “mare” della quale abbiamo necessario bisogno.

I bambini e i ragazzi della “Scuola del Mediterraneo”  saranno coinvolti in altre iniziative con l’Associazione Marevivo e con Legambiente , finalizzate al rispetto e alla salvaguardia del territorio.

Una  scuola sul mare non poteva  restare indifferente al contesto ambientale , all’emergenza e al bisogno di tutela  che il mare  grida sulle nostre  coste.

La lezione di oggi è stata sicuramente molto istruttiva fuori aula, come spesso avviene in una  scuola,  dove l’attivismo pedagogico è una realtà e non solo una teoria .

La  “Scuola del Mediterraneo”  sta  attuando  una sperimentazione  che  coniughi pratica didattica e processi  formativi in un dialogo  continuo, rispettoso dei tempi di ogni bambino e dei suoi bisogni, nella  condivisione di scelte etiche  nel rapporto con la natura e con l’ambiente circostante.

I veri protagonisti sono proprio i bambini e le loro famiglie, spesso coinvolte  nelle  attività programmate con i docenti. Una scuola molto attiva che ha scelto di realizzare  anche un orto e un giardino per le  attività didattiche  e recuperare un rapporto con la natura , spesso dimenticato.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.