Scuola di comunità, ad Eboli presentato un nuovo programma di inclusione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Un ampio progetto che punta all’inclusione, intervenendo sulle situazioni di disagio, e che accende l’attenzione non solo sui ragazzi, ma anche sulle famiglie, coinvolgendo tutti nel percorso virtuoso. Presentato questa mattina il progetto “Scuola di comunità”, ribattezzato anche “Scuola di famiglia”, un programma con l’associazione Anche Noi nel ruolo di capofila.

Coinvolte quattro scuole: Giacinto Romano e Matteo Ripa di Eboli, Istituto Piranesi di Capaccio e la scuola paritaria Leopardi di Battipaglia. Oltre alla cooperativa Anche Noi, sono partner del progetto l’ente Europe Life e l’associazione “Amici del Mare”. «Un programma di inclusione – ha detto il sindaco, Massimo Cariello – che assume maggiore importanza per la presenza della presidente di Anche Noi, Elena Ricciardi, storico riferimento nelle politiche di contrasto al disagio.

E’ importante anche l’attenzione che il programma riserva alle famiglie, da parte mia sottolineo la necessità di affrontare il disagio con crescente attenzione, guardando anche a quelle fragilità che non si vedono, ma che ci sono». Il progetto è stato introdotto dalla presidente Elena Ricciardi: «Lo scopo è affiancare le famiglie che non hanno risposte in termini scolastici e sociali, coinvolgendo tutti negli interventi da realizzare».

Il programma si sviluppa attraverso tre azioni. «Una sezione degli interventi – ha spiegato Antonio Di Cosmo di Europe Life – riguarda l’educazione alla legalità. La seconda sezione il supporto alla genitorialità, la terza l’animazione territoriale. Abbiamo predisposto momenti laboratoriali, con esperti al fianco dei docenti».

Nello specifico degli interventi è entrata la coordinatrice del programma, Rosanna Vignola: «Il progetto prende in carico 40 ragazzi, con un supporto alle famiglie, perché segue i ragazzi in ogni contesto, anche in famiglia». Un particolare esperimento sarà quello curato dall’associazione Amici del mare, illustrato dal presidente, Daniele Sgroia: «Proponiamo il progetto “Il mare arriva in aula”, seguito da quattro specialisti, con uscite extrascolastiche collegate con le attività marine».

Alla presentazione hanno partecipato l’istituto comprensivo Giacinto Romano rappresentato dalla dirigente, Elisa Scattaretico; l’istituto Piranesi con la dirigente Loredana Nicoletti; la scuola Matteo Ripa con la docente Maria Grazia Ardia e l’istituto Leopardi di Battipaglia con la vicepreside ed il docente Nicola Rosamilia.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Il Sindaco di Eboli … uguale a Pulcinella.. servo dei due padroni … prima Rifondazione Comunista …poi Centro -Destra e poi???

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.