Perchè Roma è così lontana da Salerno?

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
12
Stampa
Nel giorno in cui la Salernitana incassava la quinta sconfitta esterna consecutiva a Cittadella contro una squadra costruita da anni con pochi spiccioli e da anni ai vertici del campionato di Serie B la Lazio vinceva meritatamente contro la Juventus dei mega investimenti consolidando la terza posizione in classifica e piazzandosi a soli tre punti di ritardo dalla corazzata di Sarri.

La vittoria di ieri contro la Juve è la vittoria di un modello, il modello Lotito, che fa calcio da anni ad altissimi livelli a Roma spendendo il giusto e guadagnando tanto con investimenti indovinati e programmazione a cinque stelle sia per la prima squadra che per il settore giovanile.

La stessa proprietà, seppur condivisa con Marco Mezzaroma, a Salerno non attecchisce. In 5 anni di B tante delusioni e poche le gioie eppure gli investimenti non mancano. Ma perchè a Salerno la macchina perfetta di Claudio Lotito che a Roma fa meraviglie a Salerno non funziona?

Quali sono i fattori che portano a questa condizione deficitaria ogni anno a ridosso del Natale per poi dare vita al ribaltone tecnico e ad altri innesti nel mercato di riparazione di gennaio?

Lotito che potrà avere pregi e difetti ha una dote: sa fare calcio e lo sa fare anche ad alti livelli. Lo dicono i numeri ed i risultati. Lo dicono la lungimiranza le scelte e le ambizioni di un club che ha puntato forte su Simone Inzaghi destinato a Salerno per poi essere dirottato sulla panchina biancoceleste dopo il forfait di Bielsa.

Inzaghi ha saputo amalgamare una grande Lazio pur perdendo per strada pezzi importanti ma trovandone di nuovi in corso d’opera. A Salerno cambiati numerosi allenatori in 5 anni da Torrente a Sannino, da Bollini a Colantuono senza dimenticare Menichini ed ora Ventura. Un valzer infinito che certifica una distanza oggi siderale tra Roma e Salerno senza che nessuno riesca a comprenderne le ragioni.

Nota a margine il modello Lotito a Salerno ha funzionato fino alle porte della B: dalla D ai cadetti in pochi anni il calcio Salernitano è passato dalla polvere alle stelle ma da cinque anni a questa parte del modello Lotito, a Salerno, c’è solo la brutta copia

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

12 COMMENTI

  1. La Salernitana deve semplicemente partecipare al campionato di B. Guardiamo gli investimenti :
    MAISTRO _LAZIO
    JAROSINSKI-LAZIO
    KIJNE-LAZIO
    KARO – LAZIO
    LOMBARDI-LAXIO
    Forse dimentico qualcuno… Gli investimenti sono della Lazio. L equivoco è questo… Noi siamo .. Una primavera2….e basta.

  2. Un articolo basato sul nulla. Grande calcio, programmazione, risultati? Ma quali? La Lazio nell’era Lotito non ha vinto niente o quasi (la coppa italia non conta niente), nello stesso arco di tempo altre squadre mezze fallite si sono ricostruite (vedi Inter) ed altre si sono affermate provenendo addirittura dalla C (vedi Napoli). Non basta mica un decente inizio di campionato per cancellare il ricordo che l’anno scorso la Lazio non si era nemmeno qualificata per l’UEFA e che per tenere in campionato è già fuori dall’Europa League. Programmazione? Se Bielsa non fiutava la sola Lotito, Inzaghi sarebbe venuto a Salerno a fare la fine di Bollini. Questo per non ricordare che Lotito ha messo su l’era Tavecchio-Ventura, quella che ci ha fatto vedere i mondiali sul divano. Perché a Salerno non arrivano risultati? Perché non è previsto, la Salernitana è la Lazio B e serve per fare fare esperienza ad alcuni elementi (non facendoli sovraesporre, come successe con Luiz Filipe che fu fatto giocare pochissimo nonostante si vedesse che era un buon giocatore) e per fare magheggi contabili con le plusvalenze false (in un giro di società consorelle che andrebbe verificato dagli organi competenti). Il metodo Lotito è quello che è successo a Piacenza e a Rieti, sono i Fabiani e i Tavecchio. Salerno ha solo una salvezza togliersi da questo giro sporco in cui è stata infilata.

  3. Per l’articolista: Innanzitutto dico che nell’era lotito, che dura da 20 anni, non mi sembra che questa laxio abbia vinto tutte queste coppe e scudetti. Se vogliamo poi parlare dell’attuale campionato loro non giocano con 10 giocatori in prestito, non hanno in rosa ultratrentenni oramai ex calciatori, hanno il costante appoggio e presenza della società. Ci sarebbero altri motivi ma soggiungo solo che, secondo il mio parere, il modello applicato a Salerno da lotito funziona perfettamente secondo quanto è nelle sue intenzioni. Se questo va bene a voi giornalisti che vi fate queste domande perché non riuscite a capire nonché a tifosi come nei commenti precedenti, invece non sta bene alla stragrande maggioranza della tifoseria che ha da tempo capito in quale sporco gioco è caduta la nostra amata Salernitana.

  4. Se continuate ad andare allo stadio questo sporco gioco lo avrete a vita.La societa’ se ne sbatte delle vostre urla al campo..tanto fara’ sempre i suoi interessi che avete appena citato.Per liberare la nostra amata Salernitana o per far cambiare rotta alla societa’ bisogna disertare..e’ l’ unica arma che abbiamo

  5. In questa pagina ho letto il miglior ragionamento degli ultimi 20 anni (anonimo delle 22:40) e il peggiore degli ultimi 40 anni (tale Emiliano Quaranta, appunto).

  6. INDIFFERENZA – INDIFFERENZA- INDIFFERENZA
    Lasciamo sola a se stessa questa società che non ha alcun rispetto per una città, un popolo di tifosi e unz Amministrazione Comunale… ( a proposito: ora dove sono i politici locali???? Che fine hanno fatto????)…
    I tifosi lasciano nella solitudine completa la squadra (così non avranno alibi sulle presupposti “pressioni ambientali’).
    Domenica sera, all’Arechi, con il CROTONE ci andassero i 2500 abbonati e i familiari dei calciatori. Però a patto che anche i 2500 abbonati stiano in silenzio per tutti i 90 minuti.
    Oppure bisogna iniziare a contestare seriamente la proprietà (LOTITO) obbligandolo a prendere giocatori di categoria superiore, come ha fatto il BENEVENTO…
    Altrimenti, con questo “presepe” (visto che siamo in pieno clima Natalizio), l’epilogo è uno solo, e,cioè, la Lega Pro il prossimo anno…

  7. D’accordo con i commenti precedenti,senza voler offendere la categoria dei giornalisti mi sembra chiara ed evidente la volontà di questa società di tenerci a debita distanza dalle posizioni di classifica che contano,per me questo non è più calcio,scoperchiate e denunciate tutti i baba’ della triade lotito fabiani mezzaroma.LIBERATE LA NOSTRA SALERNITANA

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.