Battipaglia, screening cuore: “Su 100 bimbi, 2 casi sospetti di sindrome Brugada”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Sicuramente dopo il caso del calciatore della Fiorentina Davide Astori morto improvvisamente in albergo qualche anno fa e con l’ultimo caso a Salerno della morte della studentessa Melissa La Rocca morta mentre era alla lavagna in classe la sindrome di Brugada è uno dei spauracchi degli ultimi tempi. Si definisce sindrome di Brugada o morte improvvisa: ed emerge una percentuale allarmante al termine della giornata di screening e prevenzione gratuita meritoriamente organizzata dalla Fondazione Emanuele Scifo – presso la propria sede del centro direzionale di Battipaglia – in collaborazione con le Università Isfoa e Popolare Universo Humanitas e l’associazione Internazionale Onlus ‘E ti porto in Africa’ il cui presidente, il cardiologo Vincenzo Mallamaci autore delle visite, dichiara: “Abbiamo praticato elettrocardiogramma e visita cardiologica gratuita a circa cento bambini. In due casi abbiamo rilevato sintomi che riportano, in modo sospetto, alla sindrome di Brugada. Questi bambini dovranno essere sottoposti ad ulteriori indagini. Due su cento è un percentuale davvero alta”. Nelle stesse ore in cui al liceo Da Vinci-Genovesi di Salerno veniva scoperta una targa in onore e ricordo degli alunni Vittorio Senatore e Melissa La Rocca, proprio quest’ultima uccisa in classe proprio da questo inesorabile killer subdolo e silenzioso, a Battipaglia quattro genitori hanno appreso di dovranno agire in fretta per evitare rischi ai propri figli.  La sindrome di Brugada, o anche sindrome della morte improvvisa notturna di causa sconosciuta (o ‘Sunds’, dall’inglese Sudden Unexplained Nocturnal Death Syndrome), è una patologia genetica cardiaca con disturbi dell’attività elettrica del cuore in assenza di difetti evidenti del miocardio con caratteristici reperti elettrocardiografici. È un’alterazione congenita dei canali ionici, trasmessa da genitore a figlio, che si associa a fibrillazione ventricolare e morte cardiaca improvvisa. Il più tipico elettrocardiografico è il cosiddetto segno di Nava.

Fonte Anteprima24.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.