Allarme virus cinese in Campania, al Cotugno due stanze di isolamento

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa

La Campania si è attrezzata per monitorare l’epidemia influenzale e il cosiddetto virus coinese. Al Cotugno presidio monospecialistico,per le malattie infettive, con i rispettivi super laboratori attrezzati per la tipizzazione dei microrganismi, sono state attrezzate due stanze ad alto isolamento. «Entro pochi giorni – ha dichiarato al quotidiano “il Mattino” Luigi Atripaldi, dirigente responsabile del laboratorio del Monaldi – dal ministero della Salute arriveranno i kit per la diagnosi precoce del microrganismo su base molecolare. In ogni caso sospetto bisognerà cercare il virus e nel caso di riscontro positivo mettere in atto specifici percorsi per il ricovero in isolamento. Al Cotugno abbiamo due camere a pressione negativa realizzate nel 2003 durante l’allarme per la Sars e poi negli anni adeguate e funzionali anche ad eventuali casi di ebola».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. ma scusate, si parla di OTTO casi in CINA e uno in USA, nove in tutto nel mondo di otto miliardi di gente, sarebbe un’emergenza mondiale??? immagino che i morti caduti autonomamente per le scale nel mondo siano stati molti ma molti di più e non mi pare che sia un’emergenza scale

  2. pino hai fatto un paragone assurdo, forse hai dimenticato o non sei al corrente delle epidemie riscontrate negli ultimi 150 anni; i morti sono stati migliaia e i contagiati milioni; le scale fanno parte degli incidenti domestici, le epidemie sono qualcosa di più complesso e se non debellate in tempo potranno annientare milioni di persone.

  3. caro Pino, la tua riflessione è valevole fino ad un certo punto. Concordo con cittadino che sicuramente sarà uomo di cultura, in quanto al tempo che fu pandemie come la peste oppure la tubercolosi hanno fatto milioni di vittime.
    Qui si parla di una nuova malattia paragonabile a quelle dell’epoca, che potrebbe decimare milioni di persone se non presa in tempo e mentre si trovi il cosiddetto vaccino mieteranno vittime a volontà.

  4. Pino, le epidemie partono sempre in sordina. Se non ci si attrezza per tempo, si fatica poi a contenerle.

    Prevenire è meglio che curare.

    Le basi, porca miseria…

  5. In certi casi è meglio tacere e sembrare stupidi che aprire bocca e togliere ogni dubbio.

    I contagiati sono già migliaia, sono quelli che vanno isolati e gestiti.

  6. quanti fessi presuntuosi che si credono colti, basta dire loro una cosa subito se la ammoccano, come i 450 casi di morti di morbillo a londra che poi era uno solo, oppure le 40 milioni di dosi di vaccini antinfluenzali qui da noi qualche anno fa, che lo stato comprò per la “pericolosissima epidemia di influenza” e che poi sono andati buttati oppure … riutilizzati??? contenti voi

    trollolol, appunto, quanto hai ragione, rileggiti tu e altri!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.