L’Arpac: acqua rossa a S. Teresa per colpa dei troppi materiali ferrosi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa

Contengono la presenza di materiali ferrosi, probabilmente derivanti dallo sversamento non autorizzato, le acque rossastre che, di tanto in tanto, fanno capolino sulla spiaggia di Santa Teresa. E’ questo il risultato, ancora parziale – come scrive il quotidiano “Il Mattino” delle analisi del campione prelevato dall’Arpac. Analisi, comunque, che sono conformi ai valori di legge e non tali da indurre particolari preoccupazioni per eventuali contaminazioni o pericoli per la pubblica incolumità – nel rapporto si definisce il campione prelevato conforme ai limiti imposti dalla legge – ma comunque nella stessa misura del limite massimo di emissione riportato nelle tabelle allegate al rapporto. L’Arpac ha fatto pervenire al settore ambiente del Comune di Salerno in esito al prelievo delle acque richiesto dalla polizia municipale, su impulso del gruppo di cittadinanza attiva “Figli delle Chiancarelle”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. MA A NOI, LA SPIAGGIA DI COPACABANA….CI FA UN BAFFO….!!! SIAMO IL NO PLUS ULTRA DEL MONDO….LA MONTECARLO DEL SUD, LA PARIGI DEL SUD, LA BARCELLONA DEL SUD…..SALERNO, MI FAI SCHIFOOOOOOO !

  2. Se il Salernitano verace e i Figli delle Chiancarelle appoggiassero una mia richiesta, che vado facendo da tempo, forse una parte dello schifo che viene denunciato in quell’area verrebbe ridotto.
    Mi riferisco al fatto che quel rivolo di acque rossastre scorre a cielo aperto, protetto, si fa per dire, da una doppia staccionata, ma ben visibile a chi si affaccia verso il mare, con un effetto estetico di pessimo gusto. Assodato che l’ARPAC ho certificato con le sue analisi che si è nei limiti di legge, allora quello scarico può e deve essere prolungato verso il largo, in mare aperto, e opportunamente intubato anche nel tratto a terra, al limite realizzando un tombino per eventuali ispezioni.

  3. Cog..ne quello è lo sbocco del fiume fusandola (ormai ex fiume da tempo) ed è stato tombato nel corso del tempo per cementificare meglio…

  4. Ti restituisco l’epiteto.
    Guarda la foto in testa all’articolo. Riesci a vedere la doppia staccionata che delimita lo scarico incriminato, nel tratto scoperto che si prolunga fino alla battigia? E’ quello che io chiedo di “tombare”
    e intubare fino al largo, onde dare un minimo di decenza anche alla adiacente spiaggia di Santa Teresa.
    La foce del Fusandola si trova più a destra e so benissimo che è già stata “tombata”, anche se poteva ulteriormente essere estesa verso mare.
    Se tutto questo non ti è chiaro, recati sul posto e ti accorgerai quanto azzardati siano i tuoi commenti … per non dire altro e totalmente fuori luogo.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.