Salerno: torna in centro l’incubo dei “venditori di calzini”

Stampa
E’ tornato prepotente in pieno centro il fenomeno dei venditori di calzini che alcuni giorni – ci viene segnalato – percorrono in lungo ed il largo Corso Vittorio Emanuele. Solito borsone a tracolla e solita sfacciataggine accoppiata all’insistenza nell’approccio con i passanti che li trasforma in incubo soprattutto delle donne di ogni età che si ritrovano ad inventarne una nuova ogni giorno per evitare di essere tormentate dagli sfrontati giovanotti.

Il diffuso malcontento però non è sufficiente a contrastare il fenomeno. I soggetti in questione, essendo fin troppo itineranti non si macchiano della colpa di occupazione abusiva del suolo pubblico. Velocemente ripongono la merce nel proprio borsone, quando è necessario, e si mimetizzano tra la folla. Chi sa fa finta di non sapere, senza eccezione per chi dovrebbe monitorare il territorio. E l’incubo continua con un biglietto da visita non certo edificante per una città punta sul turismo e sull’accoglienza.

15 Commenti

Clicca qui per commentare

  • Videosorveglianza, sono scostumati, dopo un primo no continuano e sbagliano anche a parlare, sono diventati più aggressivi.
    Non mi dite che devono campare pure loro, a questi livelli sono al pari dei parcheggiatori abusivi.
    Petulanti e irrispettosi.

  • Veramente non sono mai andati via.. Il problema non è, comunque, la provenienza. Il problema è che danno davvero fastidio. Basterebbero una macchina dei vigili urbani sul corso Vittorio Emanuele e una tra il Lungomare e i parcheggi di piazza Concordia.

  • Bello quando fermano le persone che devono lavorare e devono prendere un treno in stazione mentre attorno a voi ci sono borseggiatori e venditori di calzini
    L’importante è fermare l’italiano che non reagisce 🙂

  • a piazza portanova minacciano pure e danno del tu .vengono da napoli e nessuno interviene .

  • Una macchina dei vigili???🤣🤣🤣
    Ma se li vedo di ridere e scherzare insieme…..

  • Si vede che son finite le ruote da rubare a Napoli e si son spostati. Fuori la sfravecatura partenopea dalla nostra città!! Braccia rubate all’agricoltura

  • Ma per cortesia!!!!!…. ci sono orde di immigrati neri che vendono di tutto e di più H24 danneggiando i commercianti e dando fastidio a chiunque. Ma il problema, secondo l’articolo e chi l’ha commentato, sarebbero quei ragazzi col borsone…. a già, quelli vengono da Napoli!!! E poi parlano di razzismo!!!! Fatemi il piacere….

  • Per anonimo salernitano: il problema sono entrambi, noi paghiamo le tasse per essere in regola con la giustizia e queste persone invece oltre ad evadere sono arroganti e provocano danni ai commercianti. Quindi nn importa il colore della pelle o se sono di napoli o di milano, l’importante è che o si mettono in regola o si tolgono dalle palle!

  • I Salernitani vogliono fare tanto i tosti, ma sempre capa sotto. Io che non sono di Salerno ma ci lavoro ad uno di loro appena sbaglio a parlare gli diedi un paccarone in pieno volto. Tanto sono sempre lì, basta andare in 3 o 4 e prenderli a calci in culo, ogni giorno.
    Ma ripeto Salernitani palle mosce, bla blà tante chiacchiere ma non vi fate rispettare.
    Nocera rules

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.