Coronavirus, Governatore De Luca: “Le scuole riaprono”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
17
Stampa
Ogni cittadino ha una grande responsabilità personale, senza problema resta difficilmente governabile. In Campania non sempre abbiamo riscontrato responsabilità. Ognuno è responsabile per sé e per la comunità. Denunceremo chi non rispetta obblighi. Chi dovesse avere problemi, rimanga a casa e contatti in primo luogo il medico di famiglia che deciderà se avviare la procedura”.

Alle 23 di ieri erano 11 i casi positivi, attualmente abbiamo 13 casi conclamati, non tutti certificati dall’Istituto di Sanità, ma sono risultati positivi al Cotugno. Nove a Napoli, due a Caserta e Mondragone e uno a Vallo della Lucania. La priorità adesso è contenere il contagio. Evitare la diffusione del contagio in maniera incontrollata. A Napoli abbiamo avuto una vicenda che ha riguardato un professionista.

La persona è stata in movimento una settimana e ha svolto attività nel suo studio per altri quattro giorni. Il 26 si è recato al Cotugno e gli è stato fatto un tampone i cui risultati gli sono stati comunicati a casa. Da questo paziente derivano tra i sei e gli otto contagi. Tutti i colleghi di studio. Alcuni hanno partecipato a udienze in tribunale. Ha coinvolto lui stesso altri 11 avvocati suoi colleghi.

E’ la dimostrazione di come si diffonde il contagio quando non c’è senso di responsabilità. Per quanto riguarda il caso nel Cilento. La tecnica di laboratorio impiegata in ospedale a Cremona dove ci sono almeno 80 casi. Un tecnico di laboratorio deve avere consapevolezza piena e deve mettere in campo comportamenti di responsabilità nei confronti della propria comunità. Noi abbiamo dovuto ricostruire tutto il sistema di contatti avuti da questo soggetto. Complessivamente stiamo presentando un’immagine di efficienza come sanità campana. Grazie ai medici del Cotugno.

De Luca ha ribadito che la chiusura è corretta nelle zone a rischio, ma non in Campania dove non c’è una situazione di emergenza occorre valutare i problemi sulla perdita dell’anno scolastico. Da lunedì tutte le scuole e tutte le attività pubbliche torneranno alla normalità, fermo restando le condizioni attuali, alla luce anche di un incontro in programma con il Ministero.

“La vita va avanti, la Campania non si ferma perché non ci sono condizioni scientifiche che lo rendano necessario”- ha detto De Luca che ha annunciato un incontro per lunedì con le categorie economiche. Infine, una considerazione politica: De Luca ha ricordato la sua battaglia contro la possibile rottura dell’unità nazionale sulla gestione di sanità e scuola. Quanto accaduto in queste ore ha fatto emergere con franchezza assoluta la necessità di una funzione regionale della Sanità, senza la quale l’emergenza sarebbe stata ingovernabile.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

17 COMMENTI

  1. Che decisione del * e senza senso che possono farci male molto male!
    Aumentano il nr dei contagiati vanno chiuse scuole università e luoghi pubblici dove c’è una certa affluenza!
    Presidente non scherzi col fuoco 🔥 che ci scotteremo e pure tanto!

  2. Spera solo che non si verifichino casi in ambito scolastico.Altrimenti manco piu’ amministratore di condominio…

  3. Mi sembra davvero assurdo accanirsi contro l’avvocato napoletano ed esporlo al pubblico ludibrio come un “untore”. Ricordiamo che l’avvocato era senza sintomi tanto che il Cotugno non voleva nemmeno effettuargli il tampone in quanto non rientrava nei casi previsti dal protocollo: il tampone gli è stato effettuato soltanto dietro minaccia di chiamare i Carabinieri effettuata dal professionista. Ma di che parliamo?
    Dagli all’untore!!! Che squallore…

  4. Parliamo di senso di responsabilità quando si stanno effettuando concorsi e concorsoni della Regione Campania stipando migliaia di candidati un un’unica sala mettendoli uno accanto all’altro sia durante le prove che durante le fasi di riconoscimento? Mah!!

  5. Una domanda. Perché scuole chiuse quando non c’ erano conteggiati in Campania, ed ora che il virus e’ tra noi si riaprono ?
    O sbagliata decisione di prima o quello di adesso.

  6. perchè non rinviate il concorso per i centri per l’impego ad aprile? il governo non ha deciso di sospenderli?

  7. Vergognati.
    Predica in un modo e razzola nel modo opposto.
    Incoerenza in persona
    Basta con favoritismi a figli ed appartenenti alla casta

  8. Mi sa che la claque è rimasta sguarnita: sento soltanto slogan ebeti da rarissimi esponenti del popolino ignorante (Anna da Pastena e La Caverna [nel cervello]) quello che in una società democratica sì ma equa avrebbe diritto ad un voto pesato o forse nemmeno a quello. Con gente così ignorante e succube non può essere sempre valido che “uno vale uno” alle elezioni. Un professionista o un imprenditore che hanno cultura, si informano e si confrontano non possono valere al voto quanto gente ignorante abbruttita e plagiata da televisione e clientelismo. Scusate ma la penso così.

  9. ScelTanto demenziale. E’ evigente che il signor. De Luca non ha nipoti che vanno a scuola e quindi se ne forte. .vergogna!!

  10. caronte e compagnia, finitela con questa psicosi, non c’è nessuna emergenza, ci sta un’infinitesima parte di contagi e morti rispetto alla NORMALE polmonite. 11000 casi all’anno, 31 morti al giorno, questa è la media NORMALE per la sola polmonite.
    Curatevi, ma il cervello. Bene fa De Luca a non chiudere le scuole, anche perchè i ragazzi stanno comunque gironzolando per strada, centri commerciali, etc…

    18:03, evidentemente tu sei uno di quelli che funziona con la claque, che sia pro o contro non importa, sei un tifoso con scarse vedute e scarso spirito critico, senza carattere, hai bisogno di stare con uno o contro uno.. Se hai un’opinione DILLA, senza mettere inmezzo ogni volta deluca o salvini o chi per essi… che tristezza

  11. Grande De Luca …. scuole aperte ….scuole chiuse ….. non sai neanche tu come gestire questa emergenza ….. davvero complimenti ….

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.