I furbetti delle targhe estere nel mirino della GdF: blitz nel salernitano

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
La Guardia di Finanza di Salerno ha intensificato, nei giorni scorsi, i controlli nei confronti
degli automobilisti alla guida di vetture con targa estera.
Continuano a ripetersi, infatti, i casi di cittadini italiani o, comunque, soggetti residenti in
Italia che circolano con veicoli immatricolati oltrefrontiera, soprattutto nei Paesi dell’Est
Europa.

E’ una pratica diffusa che consente, il più delle volte, di abbattere i costi di bollo auto ed
assicurazione. Più difficile, inoltre, recapitare i verbali per le contravvenzioni al codice
della strada. Non mancano, infine, coloro che cercano, in questo modo, di nascondere al
Fisco la proprietà di auto di lusso che mal si concilia con i redditi dichiarati.

Per contrastare il fenomeno, già dal 2018 sono in vigore specifiche norme che vietano, a
quanti risiedono in Italia da più di 60 giorni, di circolare con autovetture che non siano
immatricolate nel Paese.

Nel caso di veicoli in leasing, locazione o comodato, in più, il conducente deve portare al
seguito la documentazione dalla quale risultano il titolo e la durata della disponibilità del
mezzo con targa estera.

Nello scorso fine settimana, così, le Fiamme Gialle di Salerno hanno proceduto al
sequestro di 8 autoveicoli, la maggior parte dei quali immatricolati in Bulgaria.
Oltre al fermo amministrativo dell’autovettura, a ciascun automobilista è stata contestata
la violazione al codice della strada, con una sanzione amministrativa che può arrivare
anche a 2.800 euro.

Nei confronti dei conducenti di una lussuosa Audi “A8” e di una fiammante Maserati
“Ghibli” dal valore di 70.000 euro, saranno invece avviati gli approfondimenti della
posizione fiscale, per verificare la congruità del reddito dichiarato rispetto ad una così
evidente manifestazione di ricchezza.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. Allora cara Guardia di Finanza venite sul Rione Carmine esattamente in Via S. Caterina Alessandrina, posta tra via Vernieri e Via Gaspare Mosca, lì da anni ci sono 4/5 auto con targhe bulgare, ripeto da anni, ovviamente posteggiate nelle strisce blu senza pagare nulla.
    Vediamo cosa sanno ottenere le Fiamme Gialle.

  2. Credo che oltre le autovetture sia il caso di controllare pure i motorini ed i furgoni, visto che ormai le targhe straniere che circolano sono molte.

  3. Sopratutto fate un bel controllo a a Pontecagnano e dintorni ne troverete tantissime.

  4. Fategli sputare fino all’ultimo centesimo.
    Se l’italia va a rotoli è anche colpa di questa gentaglia.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.