Coronavirus: da Napoli una speranza, funziona il farmaco anti-artrite

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
I primi risultati che ci arrivano dalla collaborazione tra l’Istituto Nazionale Tumori IRCCS “Fondazione G. Pascale” e l’Ospedale dei Colli direttamente con la Cina sull’impiego di #tocilizumab, farmaco anti-artrite, nei pazienti contagiati da #coronavirus e in condizioni critiche, sono sempre più incoraggianti.

Il farmaco, già in commercio contro l’artrite reumatoide, arriva Whuan a Napoli per curare la polmonite da Coronavirus è stato sperimentato da un team di esperti dei due nosocomi partenopei in collaborazione con alcuni medici della città cinese.

Il farmaco migliorando gli aspetti respiratori migliora la sintomatologia e la polmonite riducendo l’accesso di pazienti in rianimazione. I tempi di reazione sono brevi, dalle 24 alle 48 ore ma i primi risultati si vedono fin da subito la somministrazione.

Grazie a questo farmaco riusciremo a contenere il numero di pazienti ricoverati dando spazio ai casi più gravi. Una battaglia vinta ma non è l’unica per superare la guerra contro il Coronavirus.

«È una speranza che arriva da Napoli e dalla Campania in questo momento difficile per l’Italia e per tanti altri Paesi del mondo – afferma il Governatore della Regione sul suo profilo Facebook -. Grazie a tutta la nostra sanità, a chi è impegnato per la ricerca delle terapie e a chi è in prima linea quotidianamente negli ospedali e nelle strutture di coordinamento insieme a tutti gli altri uffici per fermare i contagi e per curare le persone. Massimo impegno e massima responsabilità da parte di tutti per uscire dal tunnel». Conclude De Luca.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. mi chiedo perchè invece di utilizzare il vantaggio temporale rispetto al nord ed attrezzarsi per aprire ospedali da campo, riattivare ospedali tagliati e chiusi, reclutare medici e farmaci, i governatori del sud sono quotidianamente sui social a far prediche , pippe e lamentele varie. la cina dovrebbe aver insegnato una cosa, testa bassa, silenzio e lavorare.
    ma la cina è cosi’ lontana da noi.
    ps il farmaco era già in sperimentazione da due mesi, a napoli sono solo rientrati nella sperimentazione., tutto qui. Attenti i medici a chiedere l’ingresso in sperimentazione.
    testa bassa, silenzio e pensare a dare cose concrete

  2. Napoli città di grande cultura e idee altro che Salerno stragiornalai venduti di De Luca.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.