Covid: i Comuni del Vallo di Diano non sono più considerati “zona rossa”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
La zona rossa in provincia di Salerno non c’è più. Atena Lucana, Auletta, Caggiano, Polla e Sala Consilina dopo 29 giorni non sono più blindate. Resta, invece, il divieto di ingresso ed uscita da Ariano Irpino. È questa, fino al 20 aprile, l’unica zona rossa in Campania, come stabilito dall’ultima ordinanza regionale.

I contagi da coronavirus crescenti in maniera esponenziale avevano spinto il presidente Vincenzo De Luca a chiudere i cinque comuni del Vallo di Diano per evitare il rischio di focolai. Il 15 marzo furono blindati i comuni di Atena Lucana, Caggiano, Polla e Sala Consilina. Qualche giorno dopo toccò anche ad Auletta.

Con un numero ancora elevato di contagiati e purtroppo anche di deceduti, e con il coinvolgimento di una casa di riposo, a fine marzo la Regione Campania prorogò la zona rossa di altre due settimane. Ora che i dati sono rientrati nell’andamento normale, questa area della provincia sud di Salerno non è più interdetta. Com’è ovvio, restano da rispettare le misure restrittive in vigore fino al 3 maggio su tutto il territorio.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Caggiano come codogno
    Auletta come lodi
    Colpirne cento per educarne cento ed intanto a Napoli, Pozzuoli e Torre del greco centinaia di persone in strada in barba ai divieti ridicolizzavano il governatore il quale chissà perché era rimasto sprovvisto del mitico lanciafiamme.
    Intanto nel dimenticato Vallo di diano la popolazione con gioia si autotassava per acquistare barelle
    e donava saturimetri usati all’ospedale di polla. Ma al glorioso condottiero importava solo poter dire di avere anche lui le zone rosse, di poter mettere anche lui le bandierine sulla cartina.
    Ed il bello è che mentre io mi accingevo ogni giorno a fare mio malgrado l’eroe, questo solo perché
    costretto a lavorare in assenza di dpi nonostante i decreti, dovevo sorbirmi la predica dei suoi seguaci
    mai domi, oserei dire determinati fino alla morte pur di difendere l’indifendibile.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.