L’ospedale Fucito come clinica privata: nei guai il prof Salzano e la caposala

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
Avevano trasformato il reparto dell’ospedale pubblico “Fucito” di Mercato San Severino in una sorta di clinica privata. Peraltro, con tanto di liste d’attesa e prenotazioni al Cup bypassate, privilegiando appunto pazienti privati a scapito di altri. E i compensi delle visite in regime di intramoenia  – come scrive il quotidiano “Il Mattino” – non venivano versate all’Azienda ospedaliera “Ruggi” di Salerno. Emergono altri elementi dall’indagine, coordinata dal sostituto procuratore a Nocera Inferiore, Anna Chiara Fasano, con il lavoro sul campo condotto dai Nas di Salerno, che ha portato all’arresto e alla successiva detenzione ai domiciliari Francesco Antonio Salzano, professore ordinario di Otorinolaringoiatria presso la «Scuola medica Salernitana» residente a Napoli e direttore della II clinica dell’ospedale Fucito di Mercato San Severino. Con lui, finisce in custodia cautelare anche Francesca D’Angelo, infermiera coordinatrice presso l’ospedale dell’Irno, originaria di Castel San Giorgio. Contestate le accuse di peculato, abuso d’ufficio e falso ideologico commesso da pubblico ufficiale.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Sembrerebbe siano serviti i riflettori di una pandemia mondiale per portare alla luce una lunga serie di illeciti e truffe sanitarie ai danni dello stato in Campania….
    Situazioni ovviamente note alla comunità e da anni sotto gli occhi di dirigenti distratti e dunque collusi…
    Malefatte causa di disagi di ogni tipo per gli utenti… E le persone davvero bisognose di cure queste storie le conoscono bene…
    Chissà dove era stato riposto il lanciafiamme finora…
    O forse in proporzione il vecchietto che sconfina nella sua passeggiatina quotidiana rappresenta un pericolo più serio!! Poveri noi!!

  2. ….ma l’Asl ha preso provvedimenti almeno di sospensione dal lavoro e dallo stipendio o finisce sempre a tarallucci e vino?

  3. Malcostume (o meglio criminali in camice) diffuso in molti ospedali regionali.
    Tecnica: visita privata dal primario (250) con preavviso che il “prof” accetta solo contanti e senza fattura, prospettazione di una lunga lista d’attesa per l’intervento, soluzione: pagare 2-3 mila euro sottobanco e in 15 giorni tutto si risolve.
    Naturalmente le visite private continuano poi nel post intervento poiché in ospedale diventano impossibili.
    Questo è il segreto di Pulcinella, tutti sanno che funziona così!
    Fuggite al nord, dove lavorano i migliori medici del sud scappati da questo schifo!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.