Coronavirus, Fase 2: ecco chi riapre il 4 maggio

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Coronavirus: ripresa attività lavorative FASE 2 DPCM 26 aprile 2020 – Ecco chi riaprirà dal 4 maggio 2020 –

Di seguito alcune risposte pubblicate sul sito ufficiale del Governo italiano – Fonte governo.it

Con il dpcm 26 aprile 2020 quali attività produttive possono riprendere? Dal 4 maggio 2020 riprendono diverse attività produttive industriali con la ripartenza del settore manifatturiero e delle costruzioni, insieme al commercio all’ingrosso delle relative filiere.

Nel dettaglio risultano pertanto consentite tutte le attività indicate nell’allegato 3 del dpcm 26 aprile 2020, tra le quali, rispetto al dpcm del 10 aprile 2020, risultano ora ricomprese anche quelle relative al settore del tessile, della moda, dell’auto, dell’industria estrattiva, della fabbricazione di mobili.

L’elenco del dCPm deve considerarsi esaustiva, nel senso che non è più prevista la comunicazione al prefetto per proseguire le attività degli impianti a ciclo produttivo continuo, le attività dell’industria dell’aerospazio e della difesa, incluse le lavorazioni, gli impianti, i materiali, i servizi e le infrastrutture essenziali per la sicurezza nazionale e il soccorso pubblico, nonché le attività funzionali ad assicurare la continuità delle filiere produttive.

Le imprese le cui attività non sono sospese dovranno comunque rispettare i contenuti dei protocolli di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus covid-19 negli ambienti di lavoro (Allegato 6), nei cantieri (Allegato 7), nel settore del trasporto e della logistica (Allegato 8), espressamente indicati all’articolo 2, comma 6, del dpcm 26 aprile 2020 e a quest’ultimo allegati.

La mancata attuazione dei protocolli che non assicuri adeguati livelli di protezione determina la sospensione dell’attività fino al ripristino delle condizioni di sicurezza.
Alle imprese, che riprendono la loro attività a partire dal 4 maggio 2020, viene inoltre consentito di svolgere tutte le attività propedeutiche alla riapertura a partire dalla data del 27 aprile 2020.

È consentita la prosecuzione delle attività di conservazione e restauro di opere d’arte? Sì, sono consentite le attività di restauro, finalizzate alla conservazione di opere d’arte quali quadri, affreschi, sculture, mosaici, arazzi, beni archeologici.

Tali attività non sono infatti sostanzialmente riducibili a profili ricreativi o artistici di cui al codice Ateco 90.0, essendo invece riconducibili alle attività assentite nell’allegato 3 del d.P.C.M. 26 aprile 2020 del restauro di edifici storici e monumentali (41.20), dell’industria del legno (16), di architettura, ingegneria, collaudo e analisi tecniche (71) e alle altre attività professionali, scientifiche e tecniche (74) nonché alle riparazioni di beni mobili (95).

I soggetti che svolgono attività di riparazione e manutenzione di materiale rotabile ferroviario, tranviario, filoviario e per metropolitane, possono continuare la propria attività? Sì. L’attività può continuare ad essere espletata in quanto espressamente autorizzata dall’allegato 3 del Dpcm 26 aprile 2020, codice Ateco 33.

Le attività professionali, come per esempio quella di amministratore di condominio, devono essere sospese se svolte nella forma di impresa? Tutte le attività professionali, a prescindere dalla forma con cui vengono svolte, sono espressamente consentite in quanto prevale la natura dell’attività non la forma con cui la stessa si esercita.

L’articolo 2, comma 2, del Dpcm 26 aprile 2020 prevede che qualsiasi attività, anche se sospesa, può continuare ad essere esercitata se organizzata in modalità a distanza o lavoro agile (circostanza applicabile anche alle amministrazioni condominiali).
Colf, badanti e babysitter possono continuare a prestare servizio solo se conviventi?

Possono continuare a prestare servizio, a prescindere dalla convivenza. Tale attività è infatti ricompresa nell’allegato 3 del Dpcm 26 aprile 2020, codice Ateco 97 (Attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro per personale domestico).
Non sono iscritto al registro delle imprese. Posso continuare a svolgere la mia attività produttiva? Dipende dal codice Ateco di appartenenza dell’attività effettivamente svolta. Infatti, occorre sempre fare riferimento ai codici Ateco espressamente autorizzati dall’allegato 3 del Dpcm 26 aprile 2020 e dalle eventuali successive modifiche apportate con decreto ministeriale.

Al tale fine, si può fare riferimento ai codici Ateco risultanti dall’anagrafe tributaria dell’Agenzia delle entrate, indicati come attività primaria o prevalente o secondaria.
Consigliamo sempre di controllare le ordinanze della Regione Campania che possono essere più restrittive di quelle emesse dal Governo italiano.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Se i commercianti ristoratori baristi pasticceri salernitani e campani avessero un minimo di organizzazione fegato e coraggio lascerebbero tutto chiuso anche a maggio …. Perché questi divieti sono scandalosi …. stanno continuando a mascherare i numeri in centro sud Italia si viaggia con la media di meno di 100 contagiati al giorno il virus levato qualche piccolo focolaio dovuto ai provenienti dal nord di fatto….NON C È MAI STATO! SOLO IDIOZIE SI SENTONO GIORNO PER GIORNO E LA GENTE È IMPAURITA SPOSTANO CONTINUAMENTE L ATTENZIONE SUL VIRUS MA DI FATTO STANNO AZZERANDO L’ECONOMIA ITALIANA…. NESSUNO NE PARLA DEGLI ACCORDI TRA CONTE E BILL GATES NESSUNO PARLA DEL BUSINESS DEI VACCINI TRA POCO VEDRETE… SI PARLA SOLO DI NUMERI NUMERI E NUMERI SOLENNEMENTE GIOSTRATI E GONFIATI DA SETTIMANE CON GLI ASINTOMATICI… alla fine SONO MENO DI 18 MILA GLI AMMALATI IN TUTTA ITALIA DI CUI OLTRE IL 75 % NELL’E 4 REGIONI DEL NORD! AVETE STUFATO BASTA INCUDERE TIMORE NELLA POPOLAZIONE FATE DELLE LEGGI SERIE TUTELATE GLI ANZIANI ED APRITE LE ATTIVITÀ SERIAMENTE QUESTE PAGLIACCIATE ON LINE CREANO SOLO DISAGI E NON DANNO ALCUNA POSSIBILITÀ DI SVILUPPO… L’ UNICO MODO PER FAR SVEGLIARE STO GOVERNO È LASCIARE TUTTO CHIUSO! MA NESSUNO HA LE PALLE … PER QUESTO SIAMO ITALIANI UN POPOLO DI PECORONI CHE SI CHIUDE IN CASA GRIDA E BALLA PER I BALCONI MA NON SI SVEGLIA DA STO SONNO E NON SI ACCORGE DI COME CI TENGONO BUONI A CASA MENTRE L ITALIA VA A PEZZI! Pensateci!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.