Campania: la Regione stanzia altri 37 milioni di euro per le famiglie

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
La Regione Campania ha annunciato che verranno stanziati altri 37 milioni di euro per il bando “Con le famiglie”, un bonus fino a 500 euro, per l’acquisto di strumenti per la didattica a distanza per aiutare le famiglie accudimento dei figli al di sotto dei 15 anni durante il periodo della sospensione della scuola e dei servizi per l’infanzia. Lo scrive VocediNapoli.it

Per il bando che si è chiuso il 7 maggio erano stati inizialmente stanziati 14 milioni di euro, ma a fronte delle 250mila domande arrivate sulla piattaforma dedicata, si è deciso di implementare con nuovi fondi. La Regione punta così a garantire il contributo a 100mila famiglie.

Il bando  prevede contributi fino a 500 euro per i redditi Isee fino a 20mila euro, fino a 300 euro per i redditi Isee fino a 35mila euro, che possono essere utilizzati per l’acquisto di strumenti, tablet o computer, per la didattica a distanza. Si tratta di una misura che la Regione ha stabilito nell’ambito del Piano Sociale ed Economico per supportare le famiglie con redditi bassi

“L’Isee è l’unica variabile che abbiamo preso in considerazione per fare arrivare questi soldi velocemente alle persone più bisognose che sono state colpite dagli effetti economici dell’epidemia – dichiara Lucia Fortini, l’assessore regionale all’Istruzione, Politiche Sociali e Giovanili -.

Si stanno effettuando i controlli sulle prime 28mila domande in graduatoria che verranno già liquidate a partire dalla prossima settimana: i soldi potranno essere ritirati negli uffici postali. Garantiremo tutte le persone che hanno un reddito fino a 5mila euro. Si procede per stato di avanzamento e non escludiamo ulteriori finanziamenti. Il nostro obiettivo – conclude l’assessore – è sempre stato quello di stare vicino ai cittadini campani con misure concrete”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Ma perché solo a chi ha i figli con età inferiore ai 15 anni???
    I ragazzi dai 15 anni in poi non hanno gli stessi diritti allo studio e alla vita dignitosa.
    Non hanno bisogno loro di computer e altri beni per proseguire il percorso scolastico più idoneo????
    Ma chi caz…le pensa queste norme!!!! Chi partorisce simili stronz……
    VERGOGNATEVI!!!!!
    Presidente intervenga subito se ne è capace.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.