Anniversario assassino Antonio Esposito Ferraioli, Paganu ricorda il 27enne

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Si terrà a Pagani a partire dalle ore 20:00 del 30 agosto 2020 presso la Chiesetta di Montevergine in via Sant’Erasmo una serata dedicata alla memoria viva di Antonio Esposito Ferraioli, ventisettenne cuoco, scout e sindacalista di Pagani assassinato dalla camorra nel 1978. L’iniziativa, promossa dal locale Presidio di Libera e dalla comunità parrocchiale di San Sisto II, avrà luogo nel giorno del quarantaduesimo anniversario della morte del giovane paganese.

Alle ore 20:00, sarà celebrata da don Giuseppe Pironti, parroco della Parrocchia di San Sisto II, una Santa Messa in memoria della vittima, al termine della quale si procederà all’inaugurazione del Centro d’ascolto “Tonino Esposito Ferraioli”, promosso dalla comunità parrocchiale, luogo nel quale “Tonino” ha vissuto gli anni della sua formazione e del suo impegno nello scoutismo.

A seguire, inoltre, si terrà la proiezione pubblica del cortometraggio “Tonino”, film realizzato in memoria della vittima da una serie di realtà associative e sindacali attive nel contrasto sociale alle mafie.

  • L’iniziativa si terrà nel pieno rispetto delle disposizioni in materia di prevenzione sanitaria. Ricordiamo che è obbligatorio l’utilizzo delle mascherine.

Antonio Esposito Ferraioli

La sera del 30 agosto del 1978 la violenza camorrista uccise il ventisettenne Antonio Esposito Ferraioli, cuoco, scout e sindacalista di Pagani che si batteva per la difesa dei diritti dei lavoratori e delle lavoratrici in qualità di delegato CGIL presso lo stabilimento locale della Fatme. La sua unica colpa fu quella di essersi opposto agli interessi dei clan nella gestione degli appalti della mensa aziendale, che Antonio dirigeva in qualità di capo
cuoco.

Alcuni sicari lo attesero di notte sotto casa della sua fidanzata in via Zito, cuore del popoloso rione delle Palazzine di Pagani. Tonino fu raggiunto da un colpo di lupara alla schiena che ne causò, pochi minuti dopo in ospedale, la morte. A distanza di quarantadue anni da quella notte la giustizia non è ancora riuscita a dare un nome ai mandanti e agli esecutori di quel barbaro omicidio.

Tuttavia, ad Antonio Esposito Ferraioli è stato comunque riconosciuto lo status di vittima innocente della criminalità organizzata dopo una lunga e difficile battaglia legale intrapresa dai familiari. Nel corso di questi decenni la memoria di Antonio Esposito Ferraioli è stata però tenuta viva da quanti non hanno smesso di chiedere verità e giustizia.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.