Coronavirus, oggi in Italia la maglia nera tocca proprio alla Campania

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
10
Stampa
Altri 9 pazienti affetti da coronavirus sono finiti in terapia intensiva nelle ultime 24 ore, portando il totale a 142. I ricoverati con sintomi sono 1.719 (+36), le persone in isolamento domiciliare 31.132 (+870). L’unica regione senza nuovi positivi è la Valle d’Aosta, come la provincia autonoma di Bolzano, mentre l’aumento maggiore di casi si registra in Campania con 218. Poi ci sono il Lazio con 159, l’Emilia-Romagna con 132 e la Lombardia con 109.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

10 COMMENTI

  1. Che devo dire? Se dico come sempre che non è nulla potenzio Vincenzo, se dico che egrave sconfesso me stesso. Non so che dire….

  2. Per la proprietà commutativa se i pochi contagi durante il lockdown (forse erano pochi i tamponi????) erano merito dello sceriffo , allora adesso dovrebbe essere colpa sua o sbaglio?

    Premetto che il mio pensiero è che è stato il lockdown nazionale e la posizione geografica a determinare un minor numero di casi rispetto al nord … Sicuramente non i video cabaret trash … Allo stesso modo non vedo responsabilità delle autorità pubbliche locali e regionali per i contesti post vacanze estive .

  3. Tutti i lunedì la stessa storia. Vengono diffusi i dati della domenica, e sono più bassi di quelli del venerdì, poi il giorno successivo sono di nuovo in aumento. I privati di domenica, e spesso di sabato, non lavorano, il pubblico viaggia a ritmo ridotto. E la Lombardia, con la sanità più privatizzata d’Italia, cessa di essere la regione con più casi! È fisiologico, ma per valutare è meglio tenere d’occhio i dati settimanali aggregati. ed allora è chiara la progressiva risalita.

  4. Non è che devi dire qualcosa per forza… tra le due alternative da te proposte…. Proporrei… Il silenzio.

  5. Allora ….durante il lockdown dicevi che il Covid-19 non esisteva ….piagnucolando che serviva a De Luca per essere rieletto….ora critichi il mancato utilizzo del lanciafiamme….dato che sei incoerente ti consiglio di spostarti sugli incendi boschivi degli ultimi giorni….anche su quel argomento puoi fare demagogia politica!
    Ma commentare in maniera strumentale e da peggior politico su 35.000 morti e da vigliacco/scavallo!

  6. X l’ebete parassita delle 07:39
    Ho citato il lanciafiamme, tanto amato dal tuo padrone, per far capire agli ebeti come te che le azioni messe in campo da Papino, sia durante il lockdown sia in questo periodo, sono state ininfluenti.
    Si è voluta dare l’impressione che Papino abbia salvato la Campania durante il lockdown ma questa è una fandonia elettorale.
    Lo dimostra il fatto che ora siamo pienissimi di positivi nonostante la presenza di Papino con i fumogeni accesi.
    Fai un piccolo sforzo, puoi capirlo anche tu attivando il tuo unico neurone assopito grazie ai continui lavaggi di cervello……

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.