Coronavirus, in Campania ristoranti e bar chiusi alle 23. L’ordinanza di De Luca

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
14
Stampa
Ristoranti e bar chiusi alle 23 in Campania, con una (lieve) deroga nel weekend. Il governatore Vincenzo De Luca ha appena emanato una nuova ordinanza per limitare il contagio da Covid 19 nella sua regione. Negli ultimi giorni la Campania è tra le aree più colpite dal virus. Con l’ordinanza, poi, è stato prorogato l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto.

Chiusura obbligatoria alle 23 non solo per bar, ma anche per gelaterie, pasticcerie ed attività commerciali simili dalla domenica al giovedì. Stop a mezzanotte il venerdì e il sabato. Per le attività di ristorazione, compresi pub e pizzerie, è consentito far accedere i clienti fino alle 23 per tutta la settimana compreso il weekend.

Ecco la parte ordinativa del testo:

Con decorrenza immediata e fino al 20 ottobre 2020, salva ogni ulteriore determinazione in conseguenza dei provvedimenti statali adottandi ai sensi dell’art. 2  del decreto-legge n.19 del 2020, convertito in legge n.35 del 2020, e  dell’andamento della situazione epidemiologica quotidianamente rilevata:

– È fatto obbligo ai bar, gelaterie, pasticcerie ed esercizi similari di chiusura dell’attività dalle ore 23,00 alle ore 06,00 del giorno successivo, nei giorni da domenica a giovedì; dalle ore 24,00 alle ore 6,00  del giorno successivo, nei giorni di venerdì e sabato. Fanno eccezione gli esercizi  presenti all’interno di strutture di vendita all’ingrosso che osservano orari notturni di esercizio.

– Ai ristoranti, pizzerie ed altri esercizi della ristorazione (pub, vinerie, kebab e similari), è fatto  obbligo di  prevedere l’ultimo ingresso dei clienti nonché  degli avventori per asporto alle ore 23,00, per l’intera settimana. Le consegne a domicilio sono consentite senza limiti di orario.

Restano confermate le disposizioni di cui all’Ordinanza n.75 del 29 settembre 2020, pubblicata sul BURC in pari data  e relativi Protocolli di settore allegati. Sono altresì confermate tutte le disposizioni di cui all’Ordinanza n.76 del 3 ottobre 2020, ivi compresa la proroga:

– dell’obbligo, su tutto il territorio regionale, di indossare la mascherina anche nei luoghi all’aperto, durante l’intero arco della giornata, a prescindere dalla distanza interpersonale, fatte salve le previsioni degli specifici protocolli di settore vigenti (ad esempio per le attività di ristorazione, bar, sport all’aperto),  approvati o prorogati con le ordinanze vigenti  o riportati in allegato al DPCM 7 settembre 2020;

–  di tutte le disposizioni relative alle misure di sicurezza obbligatorie prescritte  per i titolari e gli utenti di esercizi commerciali, culturali, ricreativi, o comunque aperti al pubblico, ivi compreso l’obbligo di porre a disposizione, all’ingresso e all’interno dei locali, soluzioni idroalcoliche igienizzanti e di subordinare l’ingresso da parte degli utenti alla avvenuta igienizzazione delle mani e alla protezione delle vie respiratorie attraverso l’uso della mascherina.

L’ORDINANZA N.77 DEL 5 OTTOBRE (CLICCA QUI)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

14 COMMENTI

  1. alle 18.00 li devi chiudere, cosi sti giovani movidianti di me… si stanno a casa e non rompono il c…

  2. Non esiste una sola ragione per una scelta del genere. Purtroppo l’italiano medio (e con lo stipendio garantito) non sa dire altro che è giusto chiudere, così potrà giustificare la sua totale mancanza di voglio di lavorare. Che senso ha chiudere prima? Facendo così la gente anticiperà l’uscita e sarà ancora peggio. Comunque questa, forse, è la volta buona che i commercianti si ribellino a scelte così scellerate. Saluto con un bacio i soliti sfigati che, non avendo argomenti, non possono fare altro che offendermi. Provo sincera pena poi voi.

  3. Per votarlo siamo una regione vecchia dentro e finirà tutto grazie alle sue magie da sceriffo

  4. ke cambia? non vedo una buona soluzione adesso vanno in pizzeria a bere e restano fino alle 1 di notte xché se si siedono alle 11 non escono prima dell una, oppure si accalcheranno senza potersi spalmare nel tempo di ore più lunghe e più tardi , non la vedo una soluzione perché anche chi viaggia sta affollato all 80%

  5. ke cambia? non vedo una buona soluzione adesso vanno in pizzeria a bere e restano fino alle 1 di notte xché se si siedono alle 11 non escono prima dell una, oppure si accalcheranno senza potersi spalmare nel tempo di ore più lunghe e più tardi , non la vedo una soluzione perché anche chi viaggia sta affollato all 80%

  6. Io mi chiedo leggendo commenti da giorni perché, se secondo lui siamo tutti imbecilli, Pino continua a scrivere qua sopra….sarà il capo?

  7. Papino il grande bluff fumo con la manovella fumo la pipa ecc…già scritto? Sorry, amnesie dell’età

  8. Runner il solito ignorantone.
    Fatto benissimo, lo rivoterei altre 100 volte come tutto il 70% dei campani.
    Volete il fascismo sulle tastiere e adesso certi metodi non vi vanno più bene?
    Avete pianto miseria per due mesi chiusi ma avete preso soldi e bonus su tutte le ruote he paragonati allevostre dichiarazione dei redditi sono un enormità. Avete fatto le vacanze e adesso ricominciate con le stronzate dello stipendio fisso? Almeno i dipendenti ed i pensionati sono gli unici a pagare sicuro le tasse. Runner tu echi la pensa come te malox e passa tutto.

  9. Sapessi com’è bello non fare nulla e prendere lo stipendio. Una vera goduria, speriamo che duri almeno altri 10 anni. Ciaone…..

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.