Guerriglia Napoli, scooter per ostacolare forze dell’ordine

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
12
Stampa
Durante le fasi degli scontri di ieri sera a Napoli decine di scooter sono stati usati dai manifestanti per ostacolare e ritardare l’intervento delle forze dell’ordine. E’ uno degli elementi che emergono dalle indagini della Digos, e che delineano il carattere di una “azione preordinata”, come affermato poco fa dal viceministro all’Interno Matteo Mauri.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

12 COMMENTI

  1. Mi chiedo…ma questa gente ha letto l’articolo/appello dei 100 scienziati a fare presto nel chiudere tutto perchè si conteranno centinaia di morti al giorno?! Domanda: se i contagi aumentano in maniera esponenziale e siamo costretti tutti ai ricoveri, alla rianimazione, all’essere intubati per sopravvivere a cosa serviranno i negozi aperti, i bar, la movida?! Credo che nessuno possa più vendere niente perchè non ci sarebbero compratori e quindi guadagni. Con una chiusura di 20 giorni si darebbe il tempo alle terapie intensive, alle rianimazioni, alle degenze di liberare i posti per altre migliaia di ricoveri. è TANTO DIFFICILE CAPIRE QUESTO?!.
    è chiaro che quello che è successo a Napoli e frutto di un incitamento politico, inutile nasconderselo… in piazza c’era solo la movida, “sfrattata” dal centro storico, fomentata dai malavitosi e pure dagli stupidi che con la chiusura dei baretti non possono più guadagnare con spaccio e delinquenze varie.
    Inutile…ma ci teniamo alla vita, o no?!

  2. Il sindaco di Napoli invece di comprendere la decisione a mio parere giustissima di De Luca corre in direzione opposta e parla di scontro sociale………ma la salute prima di tutto e poi si contesta in un altro modo non è certo da paese CIVILE assaltare le auto della Polizia e manifestare con inaudita violenza……grande GOVERNATORE CONTINUA A FRENARE LA PANDEMIA.

  3. Beh, lasciate i Napoletani liberi di razzolare a piacimento senza restrizioni, ovviamente niente gite fuori città.

  4. PER SALERNITANO NON DOC
    Mi dissocio dalle violenze di ieri sera, in modo assoluto, ma mi chiedo: il governatore De Luca vedeva cosa succedeva in Campania nei mesi da maggio al 21 settembre oppure era tutto concentrato alla sua rielezione? In Campania la non osservanza, delle regole anti covid, era la “REGOLA” e lui faceva finta di non vedere. Ora con nessuna organizzazione seria, a livello sanitario, corriamo verso una tragedia!

  5. Se continuiamo con le chiusure indiscriminate, questa protesta sembrerà un passeggiata pacifica. Purtroppo mi aspetto disordini estremi: è facile fare il lockdown quando lo stipendio arriva sicuro a fine mese, più difficile quando bisogna guadagnarselo giorno per giorno…

  6. E quell emerito sindaco de magistris che ad ogni occasione fomenta e fa il capopolo ? Ne vogliamo parlare?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.