Protesta sotto casa De Luca a Salerno, Sindaco condanna episodi di violenza

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
24
Stampa
Momenti di tensione la notte scorsa durante un corteo a Salerno quando una cinquantina dei manifestanti che avevano sfilato contro il Dpcm e l’ultimo provvedimento del governatore della Campania, Vincenzo De Luca, hanno iniziato a dirigersi nei pressi della casa di quest’ultimo esplodendo petardi e gettando alcuni cassonetti a terra. I manifestanti, però, di fronte alla barriera posta dalle forze dell’ordine presenti con agenti in assetto antisommossa e blindati, si sono dileguati. Precedentemente, alcune centinaia di persone si erano riversate in Piazza Amendola.

Sulla questione è intervenuto il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli che ha condannato gli episodi di violenza “Stiamo vivendo una fase molto delicata della nostra storia recente. L’Italia è tra i Paesi che ha meglio contenuto la pandemia e tale vorrebbe continuare a fare e ad essere. I provvedimenti assunti dal Governo sono indispensabili – stando al Cts – per evitare la progressiva invadenza di questa malattia

Il Governatore De Luca ha sostenuto l’esigenza e la necessità di correre in soccorso delle persone che vedono compromesse le loro attività e la loro vita – Lo ha fatto già nella prima ondata ed ha proposto al Governo una iniziativa analoga per fare in modo che nelle tasche dei cittadini arrivassero immediatamente delle somme di denaro per poter sopperire alle limitazioni

E’ comprensibile la disperazione di chi vede un futuro compromesso ma questo non autorizza a gesti scomposti e aggressivi che nulla hanno a che fare con la dignità delle persone che sono in una condizione disperata. Bisogna fare in modo che chi combatte per una richesta di dignità umana allontani i facinorasi e quelli che vogliono creare disordini all’insegna del tanto peggio tanto meglio”.

Foto l’Ora di Cronache

VIDEO FACEBOOK FIGLI DELLE CHIANCARELLE

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

24 COMMENTI

  1. Premesso che la violenza non è giustificabile in nessun caso, così come dare fuoco a cassonetti e quant’altro, siamo di fronte ad un presidente di regione che si sottrae al confronto con banali giornalisti e va a fare show in trasmissioni di intrattenimento, oltre ad avere una comunicazione non proprio esaltante durante le famose dirette fai-da-te. Capisco che non si possa cambiare un uomo di quella età: tuttavia questi, benché pessimi e deplorevoli, sono i risultati

  2. La questione è sempre la stessa : MANGIATOIA BASSA E MANGIATOIA ALTA. Chi parla col sedere in poltrona con soldi che gli cadono dal cielo e chi pioggia sole carestia deve vedere come portare avanti famiglia ed incombenza… Facciano silenzio i sindaci i politici i governatori, SONO GLI UNCI CHE DEVONO STARE ZITTI PERCHè BLATERANO SOLO QUISQUILIA !

  3. DE Luca se ha dignità si deve dimettere,faceva il gradasso,lui era stato bravo,poi dopo la rielezione grazie agli imbecilli cke l’hanno votato,ha cambiato musica.Tanto un futuro ce l’ha, come cabarettista.

  4. Signori, attualmente l’unica soluzione a tutto si chiamerebbe RESPONSABILITÀ. Con una popolazione RESPONSABILE si potrebbe evitare il lockdown e condurre una vita normale, gettando ai rovi il terrorismo mediatico a cui siamo sottoposti, quasi per necessità, vedendo “normali” morti, come ne vediamo da sempre, per quello che si chiama “ciclo della vita”. Il problema è che un atteggiamento RESPONSABILE è una chimera, in particolare dalle nostre parti, che siamo un popolo libero e creativo. Su nessuno striscione si legge, balordamente, PROVIAMO A RIAPRIRE E A CONTINUARE A LAVORARE: CE NE ASSUMIAMO LE RESPONSABILITÀ. In un paese libero come il nostro è davvero rischioso e, pertanto, oggi stiamo assaporando amaramente, e anche goffamente, un tentativo da parte di chi ci amministra di tutelare la Vita, osando anche emanare decreti che hanno il gusto inevitabile di brioches alla dittatura, con panna

  5. Ogni violenza va condannata , sempre, ma ora.dovete ascoltare la gente, altrimenti quello che succederà sarà colpa vostra

  6. Peccato non l’abbiano trovato (figuriamoci se si faceva trovare il codardo).
    Sarebbe stato proprio bello vedere la folla che se lo pigliava

  7. Era ora! Così’ si fa! Si nasconde da tutto giornalisti e popolo? E allora lo si va a prendere! Come si è sempre fatto in passato!

    Forza SALERNO! Acchiappiamolo!

  8. E’ più che normale dopo che questo pagliacco al governo della campania si nasconde da tutto e tutti e non rilascia commenti ai giornalisti e fa i sopralluoghi negli ospedali senza avvisare in modo che non gli vengano fatte scomode domande da eventuali giornalisti per l’appunto.

    Uno che fa così e si permette pure di parlare con toni dittatoriali al popolo, va preso di persona.

  9. La normale reazione a de luca che offende tutti e si nasconde poi da giornalisti e popolo dopo che sta uccidendo la gente.

  10. Prendeteli a lavorare nelle vostre municipalizzate! Sono un altro bel bagaglio di voti! ( Che poi… A lavorare… Parola grossa! )

  11. 20 persone, non ultras non confondiamo, fascistelli, scappati al primo accenno di movimento delle f.o. e da questo si capisce che erano fascistelli non ultras. Ma non è per giustificare i testicolini

  12. Papino il grande bluff fumo con la manovella fumo la pipa fumo..geno, fumo dei lacrimogeni…mi fuma la testa perché da mesi dico la stessa cosa e vengo preso in giro, in giro dopo le 23, multato, paga papà mio , Silvio

  13. Campania: dal 18 ottobre sospesi ricoveri e interventi “considerati non urgenti”, sospese prestazioni ambulatoriali Asl. Da oggi sospesi anche presso strutture private convenzionate. Ci sarebbe da protestare, altro che chiacchiere.

  14. Possiamo trovarci d’accordo nell’indicare almeno uno buono tra tutti i governatori che la Campania ha avuto fin’ora da quando è stata costituita? Non credo. E la stessa domanda, con relativa risposta negativa, possiamo estenderla a tutte le Regioni d’Italia? Credo di sì.
    È assurdo non discutere Coram Populo sul totale fallimento della Riforma del Titolo V, con la conseguente istituzione di quelle che sono un cancro della vita democratica italiana: Le Regioni.

  15. Le emergenze non si combattono con lo stay at home. Lo puoi fare per un certo periodo, solo e ripeto solo per organizzare il sistema sanitario. Poi riparti e fronteggi il problema. Se vuoi richiudere e’ per xhe’, a parte il cabaret, non c’e’ stata sostanza.

  16. Dopo sette mesi di chiacchiere e di nient’altro, si cerca di richiudere tutto! Queste proteste, e condanno la violenza, sono segnali forti. Coloro che sono alla guida del paese e della regione, poichè hanno dimostrato tutta la propria incapacità, farebbero meglio a passare la mano, e di corsa, invece di continuare a farfugliare chiacchiere incomprensibili che hanno solo il risultato di esasperare ulteriormente gli animi di quanti sono allo stremo. C’è chi sta aspettando la cassa integrazione da maggio! E’ normale questo? Il caro governatore chiede medici alla protezione civile: e lui che ha fatto? La sanità rientra nelle sue competenze? E allora? Ha montato baracconi negli ospedali! Ma sono vuoti, privi di apparecchiature e, ovviamente di medici e infermieri. Che aspetta a dimettersi? Abbiamo avuto l’opportunità di dimetterlo noi campani e non l’abbiamo fatto. Vuoi vedere che chi voleva andare sotto casa sua, il mese scorso lo ha votato? Non mi meraviglierei, perchè quello è il suo bacino elettorale!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.