Ritorno a scuola il 25/11: molti sindaci del salernitano hanno già prorogato apertura

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Da mercoledì, dal 25 novembre, alunni in classe all’asilo nido, alle materne e in prima elementare. L’Unità di crisi della Regione, al termine di una lunga riunione – informa Anci Campania, l’associazione dei Comuni che siede al tavolo scuola a Palazzo Santa Lucia – ha dato il via al ritorno alle lezioni in aula, quindi in presenza.

Questo in quanto i dati dello screening, avviato giorni fa su personale docente e non docente, alunni e familiari conviventi, insieme al migliorato contesto epidemiologico, hanno convinto gli esperti per un ritorno alle attività didattiche in presenza. Il provvedimento riguarda quindi i più piccoli e di quelli delle classi 0-6 di età.

Alle ore 16 di oggi sono stati effettuati 10.590 test antigenici nell’ambito dello screening volontario. I test risultati positivi e per i quali viene effettuato l’esame del tampone molecolare, sono 35 (per una percentuale dello 0,33%).

È però data facoltà ai dirigenti scolastici – lo comunica sempre Anci – «qualora lo riterranno opportuno, potranno scegliere di mantenere la modalità a distanza». Lo stesso vale per i sindaci che «a seguito della valutazione del contesto epidemiologico locale (e quindi del numero di casi positivi nel loro territorio), potranno adottare misure più restrittive e valutare un prolungamento della chiusura». Infatti diversi sindaci del Cilento e del Vallo di Diano hanno già firmato un’ordinanza che proroga la chiusura delle scuole. E’ il caso di Vallo della Lucania, Caselle in Pittari Buonabitacolo, Castelnuovo Cilento, Sala Consilina e Ogliastro Cilento.

Le attività di screening perseguiranno nei prossimi giorni per consentire il ritorno in presenza delle classi fino alla prima media (previste per il 30 novembre).
Restanoattualmente a distanzale lezioni per le scuole superiori di primo e secondo grado e per le altre classe elementari

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. La vergogna continua. Finiti i sindaci inizieranno i presidi poi gli insegnanti poi i bidelli. Che vergogna

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.