Riconversione Ati Alfani: la soddisfazione di sindaco di Pontecagnano

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
“Finalmente dopo anni restituiamo una parte della città al territorio, un vuoto urbanistico che apre ad una nuova visione di sviluppo della città. Bonifica dell’amianto, un’area a verde di circa 20.000,00 mq che diventerà parte integrante di un parco urbano che si collegherà al Museo, una nuova viabilità integrata che avrà come specificità quella di collegare in una visione più ampia l’intero territorio comunale, una nuova scuola che sostituirà quella di Via Lucania che nell’intenzione dell’amministrazione sarà un punto di riferimento per un quartiere così importante come Campo Sportivo. Un grazie doveroso all’ufficio Urbanistica e SUE per aver svolto in questi anni un importante lavoro di progettazione”, ha dichiarato entusiasta l’Assessore all’Urbanistica Carmine Spina.

Positivo anche il commento del Sindaco Giuseppe Lanzara: “Premiato il lavoro della politica e dei tecnici. Dopo mesi e mesi di studi e prospettive, siamo riusciti nell’intento di incassare un risultato storico e di perfetta sinergia fra pubblico e privato. Un risultato che è precisa combinazione di sviluppo, tutela dell’ambiente, valorizzazione della cultura e del territorio. Nulla è stato lasciato al caso. Procedendo in questa direzione, continueremo a sottoscrivere grandi opere per Pontecagnano Faiano, che si vedrà finalmente risarcita di anni di immobilismo e di mancanza di opportunità”.

Nuova vita all’ex tabacchificio Ati Alfani di Corso Italia

Raggiungendo un risultato storico, la Giunta Comunale ha approvato, lo scorso 21 gennaio, il Piano Urbanistico alternativo per il complesso produttivo dismesso da anni.

Come da proposta progettuale, più del 50% dell’area, che si estende su una superficie di oltre 35.000,00 mq, sarà concessa gratuitamente all’Amministrazione Comunale dalla Budda srl.

Ben 20.000,00 mq saranno occupati da un’area verde, collegata a due luoghi simbolo di Pontecagnano Faiano: il Museo Archeologico Nazionale ed il Parco Eco-Archeologico. Previsto, inoltre, un nuovo edificio scolastico, in sostituzione di quello attualmente ubicato in Via Lucania, decisamente all’avanguardia. Il plesso, infatti, sarà sicuro, privo di barriere architettoniche e vanterà spazi personalizzati ed attrezzati per le diverse discipline.

Una struttura poliedrica, in prossimità della quale la società privata si impegnerà a costruire anche un teatro, attualmente inesistente sul territorio. Saranno, inoltre, rimossi dalla zona tutti i manufatti in amianto, implementato l’uso razionale delle risorse idriche e costruiti parcheggi.

Di fondamentale importanza la realizzazione di una viabilità interna in accordo con quella pubblica esistente e finalizzata a favorire la mobilità lenta. Tre i fabbricati ad uso residenziale previsti, di cui due con negozi al piano terra. Un’area polifunzionale, insomma, che riconsegnerà il vecchio splendore ad un punto nodale della città.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.