Fallimenti: a Salerno nel 2020 ha chiuso i battenti un’azienda ogni 3 giorni

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
Fallimenti “congelati”: 250 imprese – come titola il quotidiano “Il Mattino” – sono a rischio. Nel 2020 le procedure hanno riguardato aziende un po’ di tutti i settori. Nei dodici mesi dell’anno appena terminato, ogni tre giorni a Salerno è fallita un’impresa. Un risultato sul quale hanno inciso i lockdown a singhiozzo che, soprattutto in determinati comparti, si sono tradotti in prolungati periodi di chiusura.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. 1. difficoltà economiche dovute alla crisi iniziata nel 2008 e mai terminata. 2. esplosione delle vendite online 3. scoppio della pandemia. Per le piccole aziende è quasi impossibile andare avanti. Dispiace vedere in difficoltà tante persone oneste.

  2. ma qudi quale im prese parlate??? di bar, baretti, negozietti fini solo a se stessi e non all’economia di una comunità? evasori totali fiscali?quanti posti di lavoro hanno creato nel tempo queste “imprese”?…ma finitela, gli imprenditori veri non falliscono e fanno il bene della società assumendo e pagando le tasse…gli pseudo imprenditori e’ opportuno che adesso vadano a fare i corrierei a 1300 euro al mese.

  3. Anonimo delle 8.21, mi fai schifo, tu sicuramente avrai lo stipendio assicurato ogni mese, senza fare niente, epoi ti permetti di parlare di evasione e assunzioni?

  4. Ma come?
    Nella Montecarlo del sud(monte Topo)?
    Nella città che è allo stesso livello di Valencia e Barcellona?
    A delucalandia dove basta leggere il commento di ore 8.21 per capire che razza di gente c’è e che cultura è presente, è mai possibile una cosa del genere?
    Vado a fare il Waccino, elisir della vita eterna, che è meglio!

  5. il commento dell’anonimo ore 8.21 è nauseante il classico tipo io percepisco il reddito di cittadinanza chi se ne frega della difficoltà di tanti commercianti che hanno dovuto chiudere

  6. Il primo commento inquadra perfettamente il problema. I successivi 4 sono un condensato di superficialità, luoghi comuni e ideologismo sterile, ognuno a suo modo.

  7. Quindi il senso del tuo messaggio quale sarebbe? Si deve accettare di poter morire, finire in ospedale o ammazzare qualcuno perché è la vita, ma non di dover chiudere i battenti e trovarsi un altro lavoro perché le condizioni non ti permettono più di vivere, più o meno decentemente, a dispetto delle tasse e delle leggi di mercato come si fa al sud da secoli De Luca o non De Luca? Oltre che per gli sprechi e le malversazioni, non ci sono denari per sostenere chi non sta lavorando, anche perché il tessuto economico di questo paese è composto al 90% di piccole e piccolissime imprese quasi del tutto improduttive incapaci di stare sul mercato se non grazie all’evasione di sussistenza che tutte praticano soprattutto nelle nostre realtà. Stiamo finanziando la cassa integrazione e i ristori (poco o tanto che sia) a suon di debiti che graveranno sulle spalle dei nostri figli e stiamo facendo 2500 morti a settimana perché non possiamo permetterci di chiudere tutto come avremmo dovuto fare da mesi. Ovvio che qualcuno preferisca fingere che il virus sia una finzione o un intoppo inevitabile della vita. Ma meglio una brutta verità che una bella bugia.

  8. Un paese si può definire civile, democratico ed emancipato solo se è capace di esprimere solidarietà a 360 gradi a prescindere dalle attività esercitate dal colore della pelle e dal credo religioso cui appartiene. È sterile, gretta e meschina la polemica sull’evasione, serve solo a nascondere i propri egoismi e le proprie avidità… i ristori vanno elargiti per tutto il tempo necessario a sostenere chiunque si trovi in difficoltà. E, se in Italia vi è grande evasione è solo per incapacità della politica per la grande collusione con i poteri forti e varie lobby. Parola di pensionato…

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.