“Viste le nuove considerazioni del Cts, subito un Dpcm per le riaperture serali”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
Dopo l’incontro dello scorso 18 gennaio con il Ministro Stefano Patuanelli e la Sottosegretaria Alessia Morani, si era aperto un articolato e serrato confronto tra le principali sigle sindacali del mondo della ristorazione, quali Fipe Confcommercio, il Ministero dello Sviluppo economico e i vertici del Comitato Tecnico Scientifico per vagliare la possibile riapertura dei pubblici esercizi, entro l’orario consentito.

Ieri, questo dialogo porta i primi risultati concreti, una svolta per il settore: il CTS ha infatti condiviso di valutare in modo differente i diversi profili di rischio all’interno del variegato settore della ristorazione, privilegiando chi ha a disposizione spazi e sedute per la consumazione di cibi e bevande.

Tale possibilità – ha nondimeno sottolineato il CTS – dovrà essere accompagnata dal massimo rigore sull’applicazione delle misure di sicurezza sanitaria: distanziamento di un metro non solo tra i tavoli, ma anche nelle aree di passaggio, l’utilizzo sistematico dei dispositivi di protezione individuale per gli addetti al servizio, l’esposizione di una chiara informa ti va all’esterno dei locali con l’indicazione della capienza massima.

Sara,̀ dunque, un banco di prova importante per dimostrare da parte del settore maturità e rispetto delle regole, avvalendosi della collaborazione da parte delle forze dell’ordine e alle amministrazioni comunali di darci per i controlli in questa direzione.

Dal distretto provinciale di Fipe Confcommercio Salerno, arrivano le considerazioni del Presidente Giuseppe Gagliano: “È noto che gran parte del fatturato dei pubblici esercizi venga realizzato nelle ore serali. Le imprese sono in piena emergenza economica e hanno bisogno di riprendere a lavorare.

Ma per evitare che l’apertura fino a sera per quei locali che possono garantire la sicurezza ai clienti, privilegiando il distanziamento e le sedute ai tavoli, sia solo un passo avanti temporaneo, va assicurato il massimo rigore nel rispetto delle misure. Questa è la posizione che abbiamo sempre rappresentato alle Istituzioni, con cui non è mai venuto meno il confronto. Sempre fermo, propositivo e rispettoso dei ruoli, di certo, mai urlato”.

Lo scrive Le Cronache in edicola on line

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. l’imbecillità di un decretino che fa stare a ristorante fino alle 18 o al bar, e dopo esce il virus. e i covidioti ci credono alla grande!

  2. È una cavolaia perché vogliono riaprire ma poi non rispettano nulla di tutto questo ed in più non ci sono controlli. È un film già visto

  3. riusciranno, prima di autorizzare le giuste ed opportune riaperture dei ristoranti la sera ,a predisporre un sistema di controllo e supervisione continua e costante dei locali?
    O sarà un altro apri e chiudi come le scuole?
    Sarà maturata l’idea di considerare una certa ” programmazione” di fronte ad un fenomeno, sempre uguale da un anno?

  4. Uscite coglioni, che vanno trovando l’immunità di gregge. Poveri ignoranti, uscite. Più gente muore meglio è

  5. Anna, se tu conoscessi il minimo di biologia sapresti che un vaccino è (in larga parte e in origine) esattamente il virus che circola, ma attenuato. Quindi uscire e prendersi “un poco” di virus è ESATTAMENTE come farsi il vaccino! e infatti il genere umano è proprio in questo modo che è sopravvissuto a MILIONI di anni. Capito? ora torna a belare sul divano e a farti prendere in giro come da un anno! “solo due settimane”.. 13 mesi fa… capito, tu e quell’altro scienziato di paolo?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.