Parchi e lungomare chiusi, stop ai mercati: lockdown di De Luca fino a Pasqua

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
20
Stampa
La Campania rimane in zona rossa, e il governatore De Luca continua con la linea del pugno duro. È stata pubblicata l’Ordinanza n°10 del 21 marzo 2021, firmata dal Presidente Vincenzo De Luca, che dispone la proroga delle misure adottate nelle precedenti ordinanze 7,8 e 9 del 2021.

La Regione Campania comunica quindi che, con decorrenza dal 22 marzo 2021 e fino al 5 aprile 2021, sono ulteriormente confermate le disposizioni delle Ordinanze n°7 del 10 marzo 2021, n°8 dell’11 marzo 2021 e n°9 del 15 marzo 2021.

Tra le misure confermate con la proroga dell’ordinanza di De Luca vi sono le seguenti disposizioni:

– il divieto di svolgimento di fiere e mercati per la vendita al dettaglio – ivi compresi quelli rionali e settimanali – disposto dall’art.45 del DPCM 2 marzo 2021. Sul territorio regionale le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici in prossimità o all’interno di aree mercatali sono consentite esclusivamente ove svolte in negozi/box purché sussista la possibilità di contingentare gli accessi e limitatamente ai singoli negozi/box provvisti di allaccio diretto alla rete idrica;

la chiusura al pubblico – salvo che nella fascia oraria 7,30/8,30 – dei parchi urbani, ville comunali, giardini pubblici, lungomari e piazze, con la precisazione che sono consentiti esclusivamente l’accesso e il transito motivati da comprovate esigenze di lavoro o di necessità, ivi comprese quelle collegate all’accesso agli esercizi commerciali aperti e alle abitazioni private, nonché al relativo deflusso.​

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

20 COMMENTI

  1. così parlò chi continua a dire che bisogna evitare assembramenti ed invece continuano i bivacchi davanti ai bar, e così difficile rispettare poche regole e consentire che calino i contagi e si possa tornare almeno in zona arancione? continuando ad ignorare il problema corriamo il rischio di passare l’estate chiusi in casa, altro che caviale champagne

  2. Ma i cluster negli uffici pubblici del agro… Erano tutti al parco comunale?
    Forse iniziare a concentrarsi sui luoghi di reale pericolo contagio? Addirittura pubblici?

  3. Il problema è di chi lo ascolta! Che faccia ognuno ciò che vuole senza pensare a multe e tutto il resto che ormai si sa che sono incostituzionali e verranno tutte tolte. Quindi x chi vuole riappropriarsi della propria vita e del proprio lavoro lo può fare tranquillamente. È arrivato il monemto giusto! Poi chi vuole capire capisce…..chi vuole fare il servo allora che si sottometta ancora ai comandi che impongono lui e quelli come lui! E buona domenica a tutti, schiavi e non……

  4. Arriverà il giorno in cui, quando De Luca con la sua megalomania ci dirà che sarà vietato lanciarsi nel vuoto da un’altezza di più di 20 metri, voi salirete a causa della vostra follia sul terrazzo per buttatevi di sotto, facendovi filmare per postare il video sui social.

  5. Tra non molto chiuderanno pure i supermercati allora vi faremo tante risate e con le farmacie scoppierei dal ridere

  6. MA DOVE SONO LE FORZE DELL’ORDINE (POLIZIA LOCALE,
    POLIZA DI STATO, CARABINIERI, POLIZIA PROVINCIALE, GUARDIA DI FINANZA)? Evvidentemente non c’è la volontà istituzionale a voler risolvere la questione:Gli Italiani hanno tendenzialmente il sangue anarchico, refrattario al rispetto delle regole (non solo governative ma anche quelle del buon senso). Solo con l’ascesa purtroppo del “dittatore” di turno con leggi drastiche forse rispettiamo le regole. Conclusione: Io speriamo che me la cavi!

  7. I controlli nn ci sono perché solo un idiota prenderebbe una multa per quanto escamotage esistono . Se poi le forze dell ordine devono farsi prendere in giro

  8. Continua la stupidità di questo pseudo governatore!! Se ti incontro per strada ti riempio di parolacce!! Solo questo ti meriti!! Ma chi ti credi di essere? Stalin? Non siamo in dittatura!! E pensare che ci sta gente che ti sta pure a sentire e ti da’ragione!!
    Sono babbeoti, museruolati con guanti e paravento, lobotomizzati!!

  9. La cosa più semplice da fare per un dittatorello di provincia con poche idee è quella di chiudere tutto.

  10. Pretendete i ristori dalla Regione anche x le chiusure precedenti.Comunque la Campania è quella che ha avuto più restrizioni e però tra le regioni messe peggio. Ricordatelo quando andate a votare altro che chiacchere e lanciafiamme per non dimenticare i miracoli

  11. 450 euro di multa perché ero senza mascherina, bastardi, meno male che ho papà che paga per me, bastardi

  12. Tutto anticostituzionale. Uscite e andate a lungomare. In caso di multa ricorso vinto al 100 per cento.

  13. Chiedete i contributi alla regione anche per le chiusure fatte nei mesi scorsi. La Campania è la regione con più restrizioni e però tra quelle messe peggio quindi altre che chiacchere e lanciafiamme e per non dimenticare dei miracoli Ricordiamoci quando andiamo a votare . Non censurare grazie.

  14. Il protettore degli appestati e dei babbeoti museruolati sottomessi e lobotomizzati ha parlato, amen!
    Adesso andate e richiudetevi in casa, mettete la tripla museruola, il paravento, cacciate via tutti i familiari, applaudite fuori dal balcone ed accendete un cero al san protettore.

  15. fermano persone sole in macchina e davanti ai bar stazionano sempre più persone che anche se vengono multate se ne fregano tanti non pagano, meglio mettere le ganasce fisiche ai veicoli di questi imbecilli e vediamo che succede

  16. De Luca sta rieducando e ristrutturando tutta quella massa di mandrie meridionali abituati a sopravivere senza rispettare le regole.Bravo De Luca,la Campania che vuole competere e vincere sta con De Luca

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.