Salerno: riapriamo ville, parchi e giardini. Comitato ‘bambini all’aperto’ protesta

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
17
Stampa
Hanno manifestato davanti al Parco del Mercatello per chiedere di riaprire i parchi, le villette, i giardini e i luoghi all’aperto indispensabili per garantire i servizi minimi ai nostri bambini chiusi con l’Ordinanza della Regione Campania n.7 del 10 marzo 2021.

Per il Comitato Bambini all’Aperto è necessario assicurare luoghi e attività alternative a quelle al chiuso che consentano a bambini e ragazzi di continuare a crescere e a socializzare nel pieno dei loro diritti e le aree verdi come parchi, ville e giardini sono i luoghi in cui si possono assicurare tali diritti rispettando le giuste norme di sicurezza.

È necessario chiarire che la vita e l’attività all’aria aperta rendono meno vulnerabili, più forti e più sereni e abbiamo bisogno di potenziare questi luoghi e offrirli alla popolazione come ambienti di cura, di prevenzione e di rieducazione oltre che di svago e di apprendimento. Abbiamo bisogno di natura per combattere le ingiustizie così come il virus, ne abbiamo bisogno per tutelare la salute dei nostri bambini e la nostra, ne abbiamo bisogno per rasserenarci e rinforzarci, ne abbiamo bisogno per imparare a vivere le nostre vite in maniera più sana e ne abbiamo bisogno per restituire all’infanzia la bellezza del mondo.

Per tutti questi motivi chiediamo con forza: la riapertura immediata di parchi, giardini e lungomari; l’apertura dei cortili delle scuole come luoghi per la didattica all’aperto in orario scolastico e come luoghi di svago per la cittadinanza in orario non scolastico; la possibilità per tutti i professionisti, le associazioni e le realtà del settore di continuare a svolgere attività per bambini e ragazzi all’aperto; la possibilità di uscire dal proprio comune laddove esso non garantisce ai minori i servizi minimi di attività e svago all’aperto e per raggiungere luoghi naturali di qualità; l’impegno da parte di tutte le amministrazioni locali a rinverdire le città, a renderle più adatte all’infanzia e mantenere aperti a prescindere da tutto i luoghi, le attività e i servizi necessari ai bambini per condurre una vita di qualità.

foto Mimmo Florio pagina facebook ‘Figli delle Chiancarelle’

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

17 COMMENTI

  1. Dal comitato NO vax al comitato no Dad,ora si è trasformato nel comitato NO Chius rint a casa😀

  2. O nUUoooo! Adesso dopo questo aZZembramento mUoriranno tutti!
    Io comunque mi oppongo, essendo un babbeota museruolato sottomesso e lobotomizzato che gira in tripla mascherina e PARAVENTO non posso permettere una simile follia!

  3. Finché queste persone, che non vogliono i figli dentro casa durante una pandemia, faranno queste macchiette, ci meritiamo la zona rossa a vita.

  4. Waaaaaaa c’hat ACCIS! Pensate al parco ad uscire, e ci sono imprenditori che non lavorano da un anno, imprese sull’Andrea o e il governo che fa aumenta il reddito di cittadinanza, così andate al parco e al mare, ma se non vi brucia la fronte, vedete di pensare alle cose serie, un governo di pagliacci, e altrettanto il 50% della popolo, ma smettiamola siete la rovina del’ITALIA MA A QUESTO PUNTO È
    VIVA IL RE EVVIVA IL DUCE !

  5. ma la gente non ha un cavolo da fare e si mette a creare comitati per ogni cosa? beat a voi, che capa fresca.

  6. Per spritz: sei un demente!! Pure gli ignoranti sanno che stare all’aria aperta fa solo bene alla salute fisica e mentale!! Più stai chiuso in casa, e più si abbassano le difese immunitarie!!

  7. Facciamo una cosa semplice…noi usciamo e viviamo la vita e la finiamo col sopravvivere come i topi nelle fogne. Voi state a casa ed aspettate…se saremo tutti morti avevate ragione voi ed aspettate ancora…altrimenti uscite!

  8. 450 euro di multa perché ero senza mascherina. Bastardi. Meno male che c’è papà, bastardi

  9. Nessuno, ripeto nessuno, attua queste misure in Europa. Follie di personaggi che dopo un anno ancora non hanno capito nulla della pandemia. La stessa Francia, che sta messa molto peggio di noi, non ha chiuso le scuole

  10. Ma le forze dell’ordine dove erano? È possibile fare queste manifestazioni?
    Comunque a queste persone gli farei passare 24 ore in reparto ad assistere i malati covid in terapia intensiva.

  11. 19:35 – Io ti leverei lo stipendio che prendi ogni mese grazie a qualche raccomandazione

  12. Il virus se non lo porti a casa non ti viene a trovare….all’aperto se passa un corridore testicolino asinotomatico e starnutisce, essendo un non museruola dipendente runnerizzato può trasmetterti il Vairus.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.