Vaccino: dosi vendute in darkweb, sequestro siti e canali social

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Proponevano illegalmente  dosi di vaccino AstraZeneca, Pfizer e Moderna attraverso il dark web a prezzi esorbitanti.

Lo hanno scoperto gli investigatori della guardia di finanza coordinati dai pm di Milano, Bianca Maria Eugenia Baj Macario, Maura Ripamonti e dall’Aggiunto Eugenio Fusco.

Per questo due canali Telegram utilizzati per la vendita illegale di vaccini anti-Covid online sono stati sequestrati e oscurati dal Nucleo Speciale Tutela Privacy e Frodi Tecnologiche della gdf.

Il provvedimento è scattato nell’ambito di un’inchiesta della procura di Milano che ha fatto emergere un business redditizio, capace di attirare migliaia di persone: circa 4 mila gli iscritti a due canali di messaggistica istantanea sequestrati. Chi si iscriveva era pronto ad immunizzarsi dal virus senza attendere i tempi della campagna vaccinale.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.