La Salernitana alza bandiera bianca a Lecce: 2-0 salentino e 2° posto lontano

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
19
Stampa

Era una tappa importante ma non decisiva quella di Lecce. Ma i granata forse al Via De Mare lasciano non solo i tre punti ai salentini ma forse anche il lasciapassare ai pugliesi per la serie A diretta dietro la lepre Empoli. Brutto primo tempo dei campani in balia dei padroni di casa che concludono 8 volte in porta contro le zero granata. Nel finale di tempo Pettinari trova il jolly del vantaggio.

Nella ripresa i ragazzi di Castori entrano con il piglio giusto e creano almeno due palle gol, clamorosa quella con Tutino. Sembra che il pari sia in area pugliese ma un contropiede di Coda viene fermato da Bogdan ultimo uomo, rosso diretto e Salernitana in dieci. Entrano Anderson e Kupisz ma il neo entrato Rodriguez confeziona l’assist raddoppio per il sempre verde Maggio. Gara in ghiacciaia e girandola di cambi che non cambiano la dinamica del match.

Lecce e Salernitana pronte dunque alla vigilia per lo scontro ad alta quota che doveva fornire risposte concrete sulle reali potenzialità delle due squadre di giocarsi le loro chance per la promozione diretta. Chi avrebbe vinto compieva uno scatto verso la Serie A. Un pareggio poteva lasciare la situazione immutata oppure, a sette giornate dal termine della regular season, provocare la nascita di nuovi equilibri in classifica, con Monza e Venezia spettatori particolarmente interessati. Insomma, 90 minuti estremamente intensi.

La Salernitana si presenta al Via del Mare senza Aya, Durmisi, Gondo, Guerrieri, Lombardi e Dziczek e prudenzialmente, dopo i casi di positività emersi nella delegazione italiana reduce dalla vittoria in Lituania, anche Adamonis. Il dodicesimo è Micai. Castori schiera i suoi col 3-5-2. Davanti a Belec ecco Bogdan, Gyomber e Mantovani. Sulle corsie esterne toccherà ancora a Casasola e Jaroszynski. In mezzo al campo ci saranno Coulibaly, Di Tacchio e Capezzi. In avanti Tutino e Djuric.

Il Lecce risponde col 4-3-1-2. Anche Corini deve fare a meno degli infortunati Adjapong, Mancosu, Listkowski e Felici ed ha alcuni elementi in non perfette condizioni fisiche, come Pisacane, Hjulmand e Nikolov. I salentini si schierano con Gabriel tra i pali; Maggio, Lucioni, Meccariello e Gallo in difesa; Majer, Tachtsidis e Björkengren in mediana; Henderson alle spalle delle punte Pettinari e Coda.

Dirige l’incontro l’esperto Chiffi di Padova.

LA PARTITA

Serata primaverile a Lecce. Padroni di casa in tenuta rossa modello nazionale spagnola. Ospiti in completino da trasferta bianco. Gara equilibrata i primi minuti con i campani che al 5’ reclamano per un contatto in area su Di Tacchio. Al 10’ Mantovani rischia l’autogol, Belec devia in corner. Dalla bandierina cross per la testa di Lucioni, miracolo di Belec. Ancora il centrale ex Benevento di sinistro impegna il portierone granata.

Al 23’ prima Björkengren e poi Coda hanno la palla del vantaggio che non sfruttano. Sotto la mezz’ora bella azione salentina, Henderson di sinistro, Belec di piede si oppone. Al 31’ occasione per Coda che con una carambola manda la sfera sulla traversa, Di Tacchio poi libera di testa sulla linea. Al 43’ palla buona per Pettinari che la lavora di sinistro e la calcia di destro. Pugliesi avanti meritatamente il primo tempo.

SECONDO TEMPO

Squadre in campo con gli stessi schieramenti del primo tempo. I granata partono più intraprendenti cercando di chiudere il Lecce nella propria area. Al 51’ Tutino ha la palla del pari, Maggio devia miracolosamente. Jaroszynski effettua un bel cross, Lucioni di testa salva la porta in corner. Di Tacchio ci prova dalla distanza, palla alta. Due minuti dopo destro di Pettinari, sfera che sfiora il palo. Esce Tachtsidis entra Hjulmand, Al 63 Coda salta Bogdan che lo stende, ultimo uomo e rosso per il centrale. Granata in dieci.

Castori inserisce Anderson per Capezzi mentre Kupisz rileva Djuric. Corini inserisce Rodriguez per Pettinari. Proprio Rodriguez  dopo una bella triangolazione confeziona l’assist per Maggio che colpisce per il due a zero. Nei campani entra Kristoffersen per Tutino e Schiavone per Coulibaly. Corini si gioca la tripla sostituzione Dermaku-Meccariello, Yalçin-Coda, Paganini-Bjorkengren. Castori inserisce Cicerelli per Jaroszzynski. Ci prova Anderson nel finale ma senza fortuna mentre il Lecce nasconde la palla sino al 93’ portando a casa una vittoria preziosissima.

TABELLINO

LECCE (4-3-1-2): Gabriel; Maggio, Lucioni, Meccariello (37′ st Yalçin), Gallo; Majer, Tachtsidis (14′ st Hjulmand), Bjorkengren (37′ st Paganini); Henderson; Pettinari (26′ st Rodriguez), Coda (37′ Yalçin). In panchina: Bleve, Vigorito, Pisacane, Stepinski, Nikolov, Dermaku, Zuta, Calderoni. Allenatore: Corini.

SALERNITANA (3-5-2): Belec; Bogdan, Gyomber, Mantovani; Casasola, Coulibaly (30′ st Kristoffersen), Di Tacchio, Capezzi (22′ st Kupisz), Jaroszynski (42′ st Cicerelli); Djuric (22′ st Anderson), Tutino (30′ st Schiavone). In panchina: Micai, Veseli, Sy, Boultam, Kiyine. Allenatore: Castori.

ARBITRO: Chiffi di Padova – assistenti: Longo e Prenna – IV uomo: Illuzzi

RETI: 44′ pt Pettinari (L), 27′ st Maggio (L)

NOTE. Espulso al 19′ st Bogdan (S). Angoli: 7-4. Recupero: 0′ pt, 3’st

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

19 COMMENTI

  1. Chi sta al secondo posto gioca a calcio nn a difendersi . La partita stasera nn L ha persa la squadra ma L allenatore perché sarebbe stato più bello giocarcela invece difenderci come sempre . Nn giochi con una squadretta fai un gol a caso e finisce così . Ignorante

  2. Presidente la ringrazio x aver preso a gennaio Sy, Durmisi, Kristoffersen tutti elementi che a breve dovranno trovarsi un lavoro x vivere perché loro con il calcio non c’entrano niente.
    RESTEREMO IN B ANCHE QUEST’ANNO

  3. A Gennaio Pettinari e altri giocatori che seguivamo sono andati a Lecce!
    Peccato in questo campionato di serie B, bastava prendere 2/3 elementi di qualità a Gennaio e lottavi per il secondo posto.

  4. Purtroppo la differenza la fa l’organico in primis ed poi la mentalità del nostro mister che pensa solo a non prendere gol. Se avessimo giocato invece di difenderci forse il risultato sarebbe stato diverso.

  5. Quante ne abbiamo dovute sentire solo per aver osato fare critiche tecniche (più che fondate per altro). Spero che stasera tutti abbiano compreso che l’anticalcio non paga:abbiamo perso senza nemmeno giocare. Speriamo che lunedì cambi qualcosa, almeno il pressing alto visto che modulo e giocatori non cambieranno. A proposito, chi mi sa spiegare perché Cicerelli non può giocare più di 4 minuti a partita?

  6. Ma parli proprio a spiovere?? Pettinari era già del Lecce anche a gennaio!!e il Lecce non l ha voluto cedere!!! Quali sarebbero gli altri calciatori seguiti e poi andati a Lecce???poi quando si perde perche’ non gioca quello… o questo…!??? Il secondo tempo si stava giocando…. il Lecce lo stavamo mettendo sotto peccato per l espulsione…. comunque una sconfutta a Lecce ci può anche stare!!!! nulla è compromesso per il secondo posto c’è la giocheremo fino alla fine!!!

  7. Siamo la squadra con il peggior gioco di tutta la serie B e con un allenatore preistorico, eppure siamo in alto in classifica. Da tifoso son contento ma proprio non ce la faccio a guardarla in TV.. E come se, ancor prima che la partita inizi, hai già la sensazione di averla vista. La squadra avversaria che attacca e tu che ti difendi. Ridatemi la gioia di vedere la mia Bersagliera.

  8. Dopo il 5 minuto scatta l aumento dell ingaggio. Fortuna che è un ragazzo educato e perbene e un ottimo professionista altrimenti lo avrebbe mandato chissà quanto tempo fa a quel.paese. Non sarà un fenomeno del calcio italiano ma credo sia un eresia farlo giocare dall 84esimo in poi ogni volta. Più rispettoso tenerlo in panchina. Se poi farlo giocare significa squilibrare una squadra a tal punto da privarsi dell unico elemento che salta l uomo… vabbè mi inchino alla ragion divina. Una domanda da ignorante: se sai che farai una partita al limite della.tua area di rigore che senso ha far giocare durjc e tutino al.solo scopo di pressare lucioni e meccariello per 45 minuti? Non era meglio il duo anderson tutino per sfruttare qualche azione in contropiede? Scusate l ignoranza calcistica

  9. Però io non capisco i commenti troppo negativi e soprattutto che spalmano sempre il presente su passato e futuro. Penso a Franco Esposito. Prima della partita “partita da tripla”, “gli altri devono avere paura della Salernitana”. Poi va male e ecco “il Lecce è più forte” e “chiediamo a Castori se può ancora giocarsela”. Ma certo che può giocarsela. Non eravamo fenomeni dopo il Brescia, non siamo inferiori adesso. Rigiocando potrebbe andare diversamente (da tripla, appunto).
    Ora dobbiamo migliorare in fase di costruzione. Forza contro il Frosinone. Dai !
    In ogni caso c’è anche una terza promozione da assegnare e chi arriva terzo o quarto ha grande vantaggio. Forza Ragazzi !

  10. Peto:
    Francavilla 1 cavese 0
    Sempre più vicina la tua fine!!! DDDDDDDiretta!!!
    PETO È UN CAVAIUOLO SGAMATO!!!

  11. Pettinari era del Lecce, però lo hai trattato, quindi giustamente dovendo prendere un attaccante sei andato nella Serie B Koreana a prendere l’unico elemento di qualità possibile 😂👍🏻👍🏻
    Vari a fare una zuppa di latte.

  12. Il Cosenza che si doveva salvare a Gennaio ha preso Tremolada e Trotta
    Il Brescia Pajac e Ninckovic ….paparuolo vuoi che continuo?

  13. Scenzia’ Pettinari è stato trattato perché era fuori squadra a Lecce…ma l ultima parola spettava sempre al Lecce!! Alla fine Il Lecce non l ha dato …perché avrebbe rinforzato una diretta concorrente!!!ma andate a gufare da un altra parte!!!Trotta : 1 goal a Cosenza( spesso in panchina a Cosenza) ed era fermo da un anno… Ninkovic non è andato più al Brescia ( ma era fermo da quasi 2 anni)!!! Ma scrivet sul strunzat!!!! Aggiornatevi che facit i figur è merd!!!!p.s siamo sempre terzi ricordatelo sempre,…se il bruciore persiste sempre malox pluss!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.