Cig Covid, pagamenti più veloci e semplificazione nella gestione delle domande

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
L’Inps sta lavorando a un processo di semplificazione per ridurre i tempi dei pagamenti diretti delle mensilità di cassa integrazione. È quanto emerge da una nota sul monitoraggio della cassa Covid secondo il quale il nuovo sistema parte già ad aprile. I tempi di erogazione di cassa nelle situazioni regolari potrebbero essere di 40 giorni. Sarà inoltre attivata una live chat per i lavoratori che vogliano porre quesiti sulla propria domanda di cassa

Con un comunicato del 1° aprile sul sito dell’Inps, è stato confermato l’andamento accelerato delle autorizzazioni e dei pagamenti aggiornati al 31 marzo 2021 ed è stato annunciato l’avvio di nuovi servizi Cig per migliorare ulteriormente tutto il processo

L’obiettivo è di perfezionare le prestazioni, ridurre le fasi dell’esame per l’autorizzazione delle richieste e abolire il modello SR41

Le novità sono state previste per migliorare i servizi all’utenzala trasparenza e l’efficienza dei controlli a fronte di decine di milioni di istanze pervenute negli ultimi tempi

Da aprile, l’Inps ha annunciato il via libera all’automazione e la riduzione delle fasi del procedimento per l’esame delle autorizzazioni da parte degli uffici dell’Istituto

Ma anche il rafforzamento del supporto informativo agli intermediari e ai lavoratori sull’opzione di anticipo del 40% che l’Inps può pagare direttamente al lavoratore

E l’attivazione di una chat per i lavoratori che hanno dubbi e vogliono porre dei quesiti sulla propria domanda di Cig

Il rilascio dell’applicativo Cip (Consultazione Info Previdenziali) disponibile sul portale dell’Inps, poi, offre la possibilità al lavoratore di consultare lo stato, passo dopo passo, della domanda di Cig Covid presentata dal datore di lavoro

C’è anche la sostituzione del modello SR41 con una diretta integrazione dei dati per la Cig nel flusso Uniemens che permetterà una rapida lavorazione dei dati per i pagamenti

L’Inps informa che l’attivazione da aprile della nuova modalità significa che i dati potranno essere inseriti dalle aziende autorizzate nel flusso a partire dai primi giorni del mese successivo a quello in cui il lavoratore risulta essere stato in Cig

In sostanza nei primi giorni di maggio potranno avvenire i primi inserimenti riferiti ai dati di aprile e così via. Una volta che il sistema sarà andato a regime l’esecuzione dei processi della Cig diventerà più celere fino a un massimo di 40 giorni complessivi per le situazioni regolari

dati del monitoraggio della gestione Covid aggiornati al 31 marzo, infine, confermano il trend positivo di avanzamento delle autorizzazioni e dei pagamenti

Sono infatti state autorizzate il 98,2% del totale delle domande, mentre i pagamenti diretti hanno oltrepassato il 99,4%

A fronte di una mole complessiva di 4.264.828 domande di autorizzazione di Cig da parte delle aziende, l’Inps ne ha autorizzate, al 1° aprile, 3.853.698 e rigettate 342.433

Per quanto riguarda i pagamenti diretti ai lavoratori, si registrano 19.870.501 richieste a fronte di 19.755.850 pagamenti diretti eseguiti, oltre il 99,4% del totale

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.