Imprese balneari campane pronte a riaprire, l’ottimismo della FIBA

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Fanno ben sperare le ultime decisioni governative in tema di ripartenza. Fine Aprile o al massimo metà. Maggio potrebbero essere date determinanti per il settore, quello turistico balneare, che lo scorso anno per primo ha “affrontato”; la stagione turistica. Non bisogna dimenticare l’aspetto sociale dopo il primo lockdown, milioni di famiglie aspettavano il
momento giusto per poter ritornare all’aria aperta e le imprese balneari non hanno esitato, nel rispetto dei protocolli, ad accoglierle.

Oggi a distanza di 14 mesi, dichiara il presidente regionale della FIBA Confesercenti Campania, Raffaele Esposito, vi è ancora più consapevolezza della drammaticità della emergenza sanitaria, siamo certi che i nostri imprenditori, che non vogliono sfidare il virus ma soltanto tornare a fare il loro onesto lavoro, adotteranno tutte le misure necessarie nel rispetto dei protocolli e  delle indicazioni sanitarie in maniera precisa e puntuale e con ancora maggiori attenzioni.

Vi è la necessità di ripartire – prosegue il Presidente Esposito – perché abbiamo visto che i sostegni non bastano e nessuno vuole “vivere” di assistenzialismo,  perché c’è da difendere il proprio lavoro e la rete dei collaboratori stagionali e perché il turismo rappresenta una risorsa che deve essere tutelata e promossa anche nei periodi di difficoltà come questi.

Dobbiamo proseguire nel segno della continuità così come bene è stato fatto lo scorso  anno per il versante protocolli, sarebbe inutile e soprattutto dannoso rivederli adesso perché di certo pregiudicherebbero, in un mondo regolato troppo dagli eccessi di burocrazia, le ipotesi temporali di aperture avanzate fino ad oggi.

Grazie ad una azione congiunta sindacale in ambito regionale siamo riusciti a far adottare dal settore turismo, ringraziamo per questo il Prof. Casucci Assessore al Turismo della regione Campania, una delibera la n.637 per tutelare le attuali imprese in ordine alla situazione pandemia e per le ben note vicende amministrative.

Un altro passo importante sarà quello di garantire il lavoro delle imprese e solo successivamente richiedere, così come indica una legge dello stato, i tributi dovuti è necessario dare fiducia anche sotto questo profilo visto che imprese famiglie sono
allo stremo.

Oggi – conclude il presidente Esposito – così come un anno fa è il momento  della vicinanza e del sostegno al settore balneare di riferimento attraverso il rafforzamento della l.145 nei vari iter attivati dagli enti locali per garantire futuro, certezza lavorativa e dignità al comparto balneare.

Ci auguriamo che nel momento in cui ci dovesse essere, speriamo il prima possibile, lo “start” sanitario le istituzioni di ogni ordine e grado siano già nelle possibilità concrete di soddisfare le richieste del settore in maniera veloce rapida, senza necessariamente richiamare l’alibi sempre attuale, della burocrazia che non deve esistere se vogliamo lavorare tutti e per davvero ad una vera ripartenza socio economica.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Certo “presidente” avete quasi raddoppiato i prezzi e parlate di aiuti, fosse per me tutti vuoti rimarrebbero i vostri ombrelloni, fatto un giro ieri si va dai 1300 euro a famiglia in zona torrione, ad un irrispettoso euro 650 per un ombrellone e due sdraio in zona pastena(irrispettoso verso l’utenza perché stiamo parlando di una catapecchia), per la redazione fatelo un bel servizio sui prezzi che stanno girando giusto per informazione visto che questi pseudo imprenditori chiedono pure gli aiuti di cosa non si capisce bene, visto che non sono mai stati chiusi, parlassero con ristoranti, bar, discoteche, palestre piscine, alberghi e tutto il comparto turistico dove veramente ci sarebbe bisogno di aiuti, poi ovviamente ognuno è libero di spendere i suoi soldi come crede, la mia era una risposta al “presidente” che chiedeva aiuti alla categoria, per qualche Leoncino da tastiera non appartengo a nessuna delle categorie sopracitate (lavoro felicemente al porto con il mio modesto stipendiuccio)

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.