Dal coprifuoco fino a nuove riaperture e matrimoni. Cosa può cambiare a fine maggio

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha chiesto ancora un po’ di pazienza confermando che il governo non prenderà decisioni affrettate. Quasi certo lo slittamento dell’orario di rientro ma nessuna conferma sul quando questo avverrà. In attesa anche commercianti e gli sposi che dovranno celebrare a breve le nozze. Si attendono novità dal decreto che potrebbe entrare in vigore il prossimo 24 maggio

Dunque nessuna decisione affrettata ma resta fissata per lunedì 17 maggio, intanto, la cabina di regia del governo, che avrà come tema centrale il coprifuoco ma punterà anche a fissare nuove date, come quelle per la ripresa del mondo del wedding

C’è dunque attesa per un nuovo decreto che potrebbe entrare già in vigore il prossimo 24 maggio e che determinerà lo slittamento del coprifuoco, ma anche indicazioni più precise su turismo, matrimoni e riaperture

Coprifuoco – Tra i temi principali della cabina di regia c’è il coprifuoco. Il presidente del Consiglio ha già fatto capire che non c’è alcuna intenzione di cancellarlo, come già avvenuto in alcuni Paesi europei, ma uno slittamento dalle 22 alle 23 appare al momento l’ipotesi più percorribile

L’Italia dunque dovrebbe seguire la linea di Germania e Francia che manterranno l’obbligo di rientro verso le proprie abitazioni: “Se riapriamo troppo presto il rischio è che il virus torni a diffondersi” ha detto a Berlino il presidente del Robert Koch Institut, Lothar Wieler, durante una conferenza stampa con il ministro alla Sanità tedesco Jens Spahn

Tuttavia, lo slittamento di 60 minuti rispetto all’attuale orario del coprifuoco appare quasi certo. Non è escluso che il ministro Roberto Speranza possa proporre cambi “graduali e in più date”, perché – ha avvertito – “non siamo al liberi tutti”. Per cui, il nuovo orario verrà formalizzato nel Consiglio dei ministri che potrebbe tenersi il 18 o il 19 maggio

Matrimoni – Altro tema al centro delle discussioni politiche è quello dei matrimoni. Anche in questo caso non sono previste accelerate su nuove concessioni. La linea appare quella di voler evitare feste e assembramenti in un momento cruciale dell’abbassamento dei contagi

Per questa ragione, visto che quelle delle nozze “sono una occasione di socialità che può favorire i contagi”, Draghi ha fatto sapere che “è fondamentale avere pazienza per evitare che una occasione di gioia e spensieratezza si trasformi in un potenziale rischio per i partecipanti”

Pur comprendendo dunque la volontà da parte dei futuri sposi di avere certezze su cosa si potrà o non si potrà fare durante i matrimoni, non sembrano in previsione particolari concessioni, quantomeno non a brevissimo termine. Il governo ha comunque stanziato al settore del wedding 200 milioni per l’anno in corso e altri indennizzi arriveranno nel nuovo decreto sostegni

Turismo – Con l’avvicinarsi dell’estate è il turismo il settore che chiede più garanzie: “Il nostro obiettivo è riaprire al più presto l’Italia al turismo”, conferma Draghi che poi annuncia che sarà ampliata “la sperimentazione dei voli Covid-tested, che includa più linee, più rotte e più aeroporti”

Per aiutare il settore, i 9 miliardi destinati al turismo nel Pnrr serviranno anche a sostenere la competitività delle imprese, ad aprire cento nuovi siti culturali e a “costituire un digital hub del turismo”

Riaperture – Da stabilire inoltre date e modalità di altre riaperture: bisognerà decidere quando far tornare le persone nelle piscine coperte e nei ristoranti al chiuso

Al momento, tra le certezze ci sono le riaperture dei centri commerciali nel weekend a partire dalla fine del mese di maggio e quello del settore del wedding non prima della seconda metà di giugno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.