Salernitana, evitato in extremis il rischio esclusione: ma il futuro resta un’incognita

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
23
Stampa

 

Il futuro, ma anche l’immediato presente, resta un rebus: il trust, presentato in extremis dalla proprietà uscente, ha evitato – almeno dando per scontato il via libera da parte della Figc, che dovrà comunque esaminare attentamente l’incartamento ricevuto per pec al fine di valutarne il rispetto dei paletti imposti alla società granata – il rischio di esclusione della Salernitana dal prossimo campionato di serie A ma lascia aperti una serie di interrogativi sulla gestione ordinaria del club da parte del nuovo amministratore unico, il generale Ugo Marchetti. I tifosi, da un lato hanno tirato un sospiro di sollievo per il pericolo scampato, ma dall’altro restano ancora preoccupati per le incertezze legate, ad esempio, alle risorse che realmente potranno essere impegnate nella campagna di rafforzamento della squadra che si presenterà ai nastri di partenza del prossimo torneo di massima serie. Il trust, in altre parole, non ha completamento rasserenato l’ambiente.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

23 COMMENTI

  1. Con i soldi disponibili puoi gestire l’ordinario. Naturalmente facendo un mercato al ribasso.

  2. Sono stato in silenzio per un po’, godendo per la promozione, ma oggi scaduto il tempo dettato dalla FIGC e alla luce di un trust nebuloso sento il bisogno di scrivere qualcosa, io che sono stato tacciato di essere gufo, di non capirne nulla, che davo addosso alla proprieta’, ecc. ecc.. Tutto cio’ accaduto hanno confermato, inequivocabilmente, due cose sostanziali: 1) questa dirigenza ha dimostrato di essere totalmente spiazzata dalla promozione, quindi per deduzione non era preparata e ne tantomeno vogliosa di elevare in massima serie ed ai massimi livelli la salernitana, quindi il sospettato galleggiamento per avere una squadra satellite trova conferma in tutto quanto evidenziato nelle ultime ore; 2) che la promozione non era pianificata ma e’ stato frutto del caso (vedi suicidio di lecce e monza e fallimento tecnico di altre squadre) con una serie di eventi favorevoli e fortunosi. Ed il fatto che non era programmata la promozione avalla anche questo il galleggiamento programmato. E’ vero questa societa’, ci ha preso dai dilettanti e ci ha portato ai massimi livelli, ma corriamo ancora il rischio di perderli questi livelli, perche’ conveniva ai loro giochi e, ovviamente, non serviva un satellite nelle leghe inferiori, ma in B per ovvie ragioni, eppoi ricordiamo che la salernitana l’hanno presa a costo zero e cosa lasciano? Non c’e’ una squadra, ne un giocatore di valore, non c’e’ uno stadio di proprieta’, non c’e’ una sede, ci sono i simboli distintivi perche’ fu costretto a comprarli, ma soprattutto lascia una citta’ spaccata, divisa e disamorata, mortificata nel proprio orgoglio e lascia una squadra/citta’/tifoseria additata in tutta Italia e all’estero, di essere una squadra B di un essere che fa magheggi e va contro le regole e che sicuramente sara’ ancora una volta punita dal “palazzo” come fu con l’era Aliberti e probabile sicura candidata alla immediata retrocessione. Grazie Lotito e grazie Mezzaroma!

  3. Ma dov è la fila di acquirenti Australiani, sceicchi, americani, italiani!??? vediamo adesso chi si fa avanti… visto che adesso devono trattare con le banche( con soldi veri) e non più con lotito!!! lotito va solo ringraziato perché ci ha portato nel calcio che conta!!!

  4. Da più parti si legge (ovviamente non su informazione locale) che il trust presentato da lotito non rispetta i paletti imposti dalla figc, non persona giuridica ma suo caro amico(il generale) non c’è valutazione da parte di ente autonomo, io spero solo che ci iscrivano al campionato ma resto preoccupato fino alla ufficialità

  5. Voglio solo dire grazie a Lotito e Mezzaroma. 10 anni ricchi di successi come mai nella storia della Salernitana. E dico inoltre a chi ha scritto questo articolo che fare il giornalista è una cosa serie e pertanto bisogna studiare e tanto prima di farlo .

  6. Hanno messo un generale a capo del trust? Ma non doveva essere un soggetto giuridico? Mi sa tanto che questo trust è stato presentato in modo taroccato per non superare la covisoc ed avere ulteriore tempo per chiudere qualche trattativa in corso. I soliti puerili inganni e sotterfugi del duo romano, quindi secondo me la storia non finisce qui dopo i 45 giorni di ansia post promozione a cui vigliaccamente ci hanno sottoposti

  7. Caro Ermes, condivido in pieno ciò che hai scritto e il tuo stato d’animo. Prevedo, come credo abbia fatto anche tu, che verrai travolto dagli insulti di chi non vuole bene alla Salernitana. Non molleremo mai.

  8. Per tutti i professori e gli scettici che dicono non si può fare una squadra degna della serie A, prima di parlare andate a leggervi cos’è buon trust e il trustee e forse qualcosa vi sarà più chiaro. Chi gestisce il trust ossia il generale Marchetti, può gestire il patrimonio ad esso collegato e quindi prendere i fondi che poi sarebbero anche quelli della promozione e il ds può fare gli acquisti di calciatori. Il trust non è un pacchetto chiuso e basta, quindi a tutti i professori e vari…statevenn a cas e nun ammurbat cubi strunzat vost!

  9. Per tutti i professori e gli scettici che dicono non si può fare una squadra degna della serie A, prima di parlare andate a leggervi cos’è buon trust e il trustee e forse qualcosa vi sarà più chiaro. Chi gestisce il trust ossia il generale Marchetti, può gestire il patrimonio ad esso collegato e quindi prendere i fondi che poi sarebbero anche quelli della promozione e il ds può fare gli acquisti di calciatori. Il trust non è un pacchetto chiuso e basta, quindi a tutti i professori e vari…statevenn a cas e nun ammurbat cu sti strunzat vost!

  10. caro Antonio mi spiace per te ma tu il calcio devi vederlo solo sulle spiagge o nelle categorie inferiori, ma come puoi dire certe cose, ci vuole tanto a capire che in A ci siamo arrivati per caso non per frutto di una programmazione, noi dobbiamo solo ringraziare solo Castori e i calciatori che c l’hanno messa tutta, in quanto a ringraziare questi Signori che secondo te vanno osannati sentiamoci a dicembre quando saremo già retrocessi e vediamo se la pensi ancora così, e non dire che sono un gufo perché io seguo la Salernitana da 50 anni e da ragazzo/giovane andavo a vederla dentro e fuori, oggi non più perché queste persone che tu suggerisci di ringraziare mi hanno fatto perdere tutte quelle forti emozioni che provavo un tempo e stando a quelli che conosco non sono il solo.

  11. Antonio, ancora che dobbiamo ringraziare a Lotito?
    Dobbiamo ringraziare solo a Castori e ai giocatori che ci hanno creduto fino alla fine.
    Castori a nguaiat a Lotito cu sta promozione!
    Se l’allenatore sta ancora là è perchè ha la clausola sul contratto in caso di promozione e perchè Lotito ten ati casatiell a pensà, se no a mo ca aveva mannat a Castori!

  12. visto che ci tieni tanto al presidente tuo, piglia baracca e burattini e vattene a villa S. Sebastiano e vai a fare il servo leccacxxo del tuo Claudiuccio, colluso di mxxxxa!!!

  13. Ti ha fatto solo sentire l’odore del calcio che conta, raggiunto per pura casualità, adesso speriamo solo che Raddrizzani sia ancora interessato e al più presto rilevi il tutto, perché con il parco giocatori attuale non abbiamo alcuna speranza di restare o quantomeno lottare per la salvezza. Grazie Lotito e Mezzaroma!

  14. Abbiamo solo una possibilità di lottare per salvarci: una vendita lampo in una settimana. Altrimenti si farà un mercato ridicolo e si allestira’ una squadra più scarsa di quella dell`anno scorso con tutte le ovvie conseguenze. Comunque anche perdendo la categoria se saremo liberati festeggero’ lo stesso…..

  15. Caro esperto di calcio io il calcio lo posso vedere pure sulla spiaggia ma tu sei zero per quanto riguarda l onestà intellettuale…i fatti dicono che i romani ci hanno preso dall’ eccellenza e portato in serie A….sto vedendo tutti gli imprenditori salernitani interessati i quali non c’erano nemmeno 11 fa.quando era gratis…..sara’ culo che siamo andati in serie A?? ma ci siamo andati….castori( che voi criticavate) i vari Casasola, Gjomberg, tutino, belec..chi li ha portati a Salerno? Chi gli ha fatto i contratti? Chi li paga? Chi ha messo il premio promozione? Coulibaly, jarosisky, Kijne chi li ha portati a gennaio a Salerno??? quell illuso delle 12.46 che fa il Leone da tastiera offendendo lo può fare solo da dietro uno smartphone/ PC perché non ha le pa…e.. !! purtroppo sti scappati di casa senza un Euro in tasca se non la pensi i come loro sanno solo offendere da dietro una tastiera!!!

  16. Mo sti pseudotifosi sono diventati pure esperti di trust!??? Ad inizio campionato ci hanno abbuffato la vuallera parlando di tattica.. calciatori…bel gioco..e che non saremmo mai saliti in sera A!! adesso disquisiscono sul trust …tutti esperti docenti di diritto amministrativo!!! Ma perché nun vi iat a fa nu bagn arind l IRNO????

  17. Ma questi so tifosi o commentatori di fake news sui social??I Gufi rimangono Gufi perché non cacciano manc un € per andare allo stadio,lo riconoscono pure loro!Per cui dopo che Lotito li ha portati in A sti soggetti non solo non dovrebbero più venire allo stadio ma neanche commentare

  18. Ermes, condivido al 100% la tua analisi….e aggiungo che a nulla serve spiegare accuratamente, come hai fatto tu, a gente che è innamorata al masochismo bello e buono. Al momento provo solo vergogna di essere un tifoso della Salernitana….e siamo solo all’inizio dello SCHIFO!

  19. Qualcuno dica che è meglio che Castori resti e che non cambi il modulo di gioco. Perchè? Almeno sul piano statistico questo si evince dalla disamina degli ultimi 10 anni.
    Va rilevato che: negli ultimi 5 anni, 3 delle seconde neopromosse sono retrocesse l’anno successivo, ovvero il Verona nel 16/17 che si classificò secondo con 74 punti e retrocesso il 17/18 con 25 punti, poi il Lecce promosso il 18/19 con 66 punti e retrocesso l’anno successivo con 35 punti e, il Crotone promosso il 19/20 retrocesso poi il 20/21 con 18 punti.
    Se guardiamo agli ultimi 10 anni sono 4 le squadre seconde neopromosse che sono retrocesse l’anno successivo. Infatti al Verona, Crotone, Lecce si aggiunge il Frosinone che promosso con 71 punti nell’anno 14/15, retrocede l’anno dopo con 31 punti.
    In base a tali dati la probabilità per la Salernitana di essere salva nel campionato successivo su base decennale è del 60%.
    Vi è da rilevare, sempre su base statistica che tutte le squadre seconde neopromosse e che l’anno successivo sono retrocesse, avevano nell’anno della promozione una media gol totale superiore a 2,47. Infatti Il Verona segnò una media di 2,48 gol, il Frosinone di 2,64 gol, il Crotone di 2,71, e il Lecce di ben 3,08 gol, Tutte invece le seconde neopromosse, che l’anno successivo si sono salvate, nell’anno della promozione avevano una media gol inferiore a 2,48, ovvero Siena nel 10/11 con 2,43, Verona nel 12/13 con 2,36, Crotone nel 15/16 con 2,31, il Parma nel 17/18 con 2,24, l’Empoli nel 13/14 con 2,24, e il Torino nel 11/12 con 2,0.
    La Salernitana è stata promossa con una media gol totale di 2,11 e su 38 gare sono ben 16 quelle in cui la salernitana non ha subito gol
    A mio parere tutte le squadre che avevano un impianto di gioco sbilanciato in avanti con un attacco trainante che hanno segnato di più ma hanno subito anche tanti gol, sono state retrocesse poiché non sono riuscite a segnare tanto quanto l’anno della promozione, dovendosi confrontare con difese di categoria superiore.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.