Fisco, spunta l’ipotesi di spalmare le rate in scadenza il 2 agosto

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Si va verso il rinvio della scadenza per i versamenti delle rate 2020 della pace fiscale. Ad annunciare la possibilità è stata la viceministra dell’Economia Laura Castelli

“Nel decreto Sostegni 2 le forze di maggioranza stanno lavorando su una norma che permetta di spalmare l’accumulo di rate che si è prodotto e che dovrebbe esser pagato entro il 2 agosto”, ha detto Castelli a Sorrento, all’evento Alis

Castelli, a proposito della rottamazione delle cartelle 2020, ha aggiunto: “Stiamo ipotizzando di spalmare il più possibile queste rate, su più mesi“, per permettere alle persone “in maniera più agevole” di effettuare i pagamenti delle tasse

Riguardo ai tempi, la viceministra ha spiegato: “Il decreto andrà in Aula (alla Camera, ndr) entro il 9 luglio, quindi penso che, già nella giornata di martedì, saremo in grado di annunciarlo

Nei giorni scorsi era stato deciso di prorogare il blocco dell’invio delle cartelle esattoriali fino al 31 agosto, ma era rimasto l’obbligo di versare le rate 2020 della pace fiscale (quattro della rottamazione-ter e due del saldo e stralcio) entro il 2 agosto

Sono circa 60 milioni le cartelle che si sono accumulate dal primo lockdown di marzo 2020 e che, con il blocco degli invii, sono ferme in mano dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione (Ader)

Gli invii ai contribuenti, se non ci saranno altri slittamenti, riprenderanno il primo settembre 2021. Ma resta da capire come evitare l’effetto “valanga” su chi dovrà pagare, considerando che andranno gestite anche le notifiche dei mesi successivi

Nel provvedimento del governo dei giorni scorsi è stato anche deciso di far slittare al 30 settembre il termine ultimo per i versamenti a carico dei contribuenti che, prima del lockdown di marzo 2020, avevano già ricevuto una cartella e che quindi devono saldare l’importo (o per intero o di alcune rate). Anche in questo caso, però, si pone il problema delle rate accumulate e il governo starebbe cercando di trovare una soluzione per diluirle su più tempo: il nodo è sempre sulle coperture finanziarie da reperire

Dal pacchetto dei rinvii, quindi, è rimasta fuori la scadenza del 2 agosto delle rate 2020 della pace fiscale. Ora la viceministra Castelli ha aperto alla possibilità “di spalmare l’accumulo di rate”

La norma, come spiegato dalla viceministra, dovrebbe finire nel decreto Sostegni bis: la conversione dovrà essere approvata entro il 24 luglio, quindi c’è ancora tempo per un emendamento che modifichi i termini. Anche in questo caso, bisogna far quadrare i conti e le verifiche si concentreranno sulle possibili coperture

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.