Assegno per il nucleo familiare, i nuovi importi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
In attesa che, dal 1° gennaio 2022, diventi attivo per tutti l’assegno unico familiare, chi ha figli può accedere all’assegno per il nucleo familiare, in caso di lavoratori dipendenti del settore privato, o alla misura “ponte” diretta proprio a coloro che restano esclusi dall’Anf

L’Inps ha poi segnalato che dal 1° luglio al 31 dicembre 2021, ai beneficiari dell’assegno per il nucleo familiare spetta una maggiorazione da 37,5 euro a 55 euro per figlio

Con il decreto-legge 8 giugno 2021, n. 79, l’assegno per il nucleo familiare aumenta di 37,5 euro per ciascun figlio, per i nuclei familiari fino a due figli, e di 55 euro per ciascun figlio, per i nuclei familiari di almeno tre figli

lavoratori dipendenti del settore privato possono presentare la domanda, per il periodo valido dal 1° luglio 2021 al 30 giugno 2022, tramite il servizio online attivo sul sito dell’Inps

L’Inps ha chiarito che la rivalutazione degli assegni familiari avviene “in misura pari alla variazione percentuale dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, calcolato dall’ISTAT, intervenuta tra l’anno di riferimento dei redditi per la corresponsione dell’assegno e l’anno immediatamente precedente”

Per inviare la domanda telematica si deve accedere all’area riservata del sito dell’Inps tramite Spid o carta d’identità elettronica, carta nazionale dei servizi oppure Pin Inps

La domanda può essere presentata anche tramite i Patronati o gli intermediari dell’istituto, oppure chiamando il contact center al numero 803164, da rete fissa o allo 06 164164 da rete mobile

Gli importi giornalieri e mensili degli assegni al nucleo familiare sono calcolati dall’Istituto di previdenza sociale. I criteri di base per il calcolo sono la composizione del nucleo familiare e il reddito conseguito negli anni precedenti

All’inizio del 2022 dovrebbe invece scattare l’assegno unico familiare, diretto sia ai lavoratori dipendenti che agli autonomi, ai disoccupati, ai coltivatori diretti, ai coloni e mezzadri, ai titolari di pensione da lavoro autonomo e nuclei familiari che non hanno tutti i requisiti necessari per avere diritto all’Anf

Da luglio 2021 a dicembre 2021, i nuclei che restano esclusi dall’assegno per il nucleo familiare, possono presentare richiesta per la misura “ponte”. Se le domande verranno presentate entro il 30 settembre 2021 saranno riconosciuti gli arretrati dal 1° luglio

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Io che sono un operaio come autista di piazza posso percepire assegno unico familiare..

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.