Rifiuti tra le strade della città: Comune di Salerno dichiara guerra agli incivili

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
13
Stampa
Entrata a regime la nuova governance di Salerno Pulita, il Comune di Salerno dichiara guerra agli incivili con una serie di rincari alle multe previste per punire chi non rispetta le regole della differenziata o abbandona l’immondizia per strada. Un’attenzione particolare viene riservata anche alle responsabilità in carico agli amministratori di condominio.

Nel maxi provvedimento sulla tutela e decoro e dell’igiene urbana è prevista una sanzione di 100 euro per l’errato conferimento per la raccolta differenziata da parte di utenze domestiche e non. Sono puniti ancor più severamente coloro che non rispettano gli orari, i giorni o le modalità di conferimento dei rifiuti previste dall’ordinanza; non differenziano in modo omogeneo i rifiuti; non conferiscono i rifiuti servendosi degli appositi dispositivi carrellati o depositandoli in altri.

Applicata la massima sanzione di 500 euro per l’abbandono incontrollato di rifiuti urbani da parte di privato cittadino residente. Altrettanto (500 euro) deve pagare chi, non residente né domiciliato a Salerno, viene scoperto a trasportare o ad abbandonare rifiuti (come accade agli imbocchi e alle uscite della Tangenziale).

Rispetto agli amministratori di condominio la sanzione massima scatta quando non viene individuata l’area privata adatta al posizionamento dei contenitori per i rifiuti; se non provvede al ritiro dei contenitori; qualora non provvedeva alla conservazione, all’utilizzo, alla cura, alla manutenzione e al lavaggio dei contenitori dei rifiuti o se non provvede a conferire ad una ditta autorizzata il lavaggio dei cassonetti.

Il piano delle sanzioni è stato affidato al comandante della polizia municipale, Rosario Battipaglia.

L’obiettivo dell’amministrazione comunale non è quello di fare cassa, bensì di riportare a livelli accettabili la percentuale della raccolta differenziata in città e per fare in modo che i cittadini (e i turisti) non abbiano più la percezione di una città “sporca”.

Dall’accattonaggio alla prostituzione: nel mega provvedimento, varato per punire quei comportamenti che compromettono il decoro della città, sono previste multe più salate anche per prostitute e clienti, per i lavavetri e coloro che praticano l’accattonaggio, ma anche per chi imbratta o danneggia i beni pubblici della città.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

13 COMMENTI

  1. preludere ‹pre·lù·de·re›
    v.intr. (coniugato come alludere; aus. avere)
    1 Precedere come anticipazione di fatti futuri (+ a): i tuoni preludono al temporale;segnali che preludono a una crisi.
    2 non com. Intrattenersi brevemente su uno o più argomenti, a titolo di informazione preliminare.
    ETIMOLOGIA Dal lat. praeludĕre ‘far prova’, der. di ludĕre ‘esercitarsi, giocare’, col pref. prae- ‘pre-‘
    DATA prima metà sec. XVII.

  2. I primi incivili non sono i citradini ma quelli di salerno pulita adetti di voa delle risaie se mettiamo organico fuori e non viene ritirato la colpa di chi e? Del cittadino o degli operatori

  3. la guerra la deve dichiarare a salerno pulita che non la ritira,tanto il sindaco anche se fa’ il bello con il serbatoio di voti creato da de luca rimarra a casa ……non verra’ votato e’ peggio della raggi a roma,citta sporca,verde pubblico disastrato strade meglio non parlarne ha dato la concessione per la linea internet veloce ma non ha richiesto la risistemazione delle strade,guardare la viabilita’ nella zona industriale e’ da terzo mondo,poi la pulizia della citta e’ da cartolina!!!!!!!!!

  4. Lo spazzamento della citta’ e lo svuotamento dei cestini,che va incrementato, deve essere fatto più volte al giorno, ci vogliono squadre di emergenza di operatori,che in caso di emergenza causata da cittadini o operatori commerciali incivili ristabiliscano la pulizia necessaria subito.Spazzare una sola volta ed in modo approssimativo non basta più,per una citta’ che vuole essere turistica ed europea,e come disse il grande Toto’ “E’ d’ uopo”

  5. Scusate una domanda ingenua : ma le “risorse” poste davanti a ogni supermercato, davanti ogni bar con una certa affluenza, lungo ogni marciapiedi “ben trafficato” ed intente nell’arte(o lavoro?) dell’accattonaggio molesto, in che – categoria – devono essere inquadrate? O essendo appunto “risorse” diversamente bianchi o diversamente italiani possono fare il c. XXo che vogliono? Con buona pace e felicità dei finti perbenisti..
    P S
    Dimenticavo le risorse “extra”, quelle del lunedì sera addette all’indifferenziata

  6. E guerra sia a tutti i dipendenti di salerno pulita ( salerno fogna ).
    Nullafacenti alla luce del giorno

  7. Le sanzioni? E chi le paga? Ma se le cartelle vengono sempre esattoriali vengono sempre rottamate!!! E quando i sacchetti non vengono ritirati oppure ad ora tarda? La raccolta differenziata non funziona: è inutile fare propaganda.

  8. credo che ci siano oltre ad una buona fetta di incivili, che sono difficili da eliminare anche perché le multe non le pagano e sono culturalmente arretrati da non capire che fare la differenziata non è un sacrificio, ci sono anche quelli che hanno altri obiettivi.

  9. Ma un controllo sulla qualità del servizio, sull’efficienza e l’efficacia degli interventi degli operatori, sulla organizzazione del servizio, sulla onestà professionale dei dirigenti ed addetti ai controlli di qualità nessuno ha mai pensato di farli?
    Si vuole sempre ribaltare il problema sui cittadini, che hanno grandissime responsabilità, ma c’è anche una buona parte di operatori che non fanno il loro dovere e vanno licenziati in tronco.

  10. Occorre controllare il viadotto che sale dalla stazione di Fratte verso Pellezzano: è una continua discarica. Telecamere per pizzicare i cafoni. Ma il Comune di Pellezzano sta a guardare?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.